SUBURRA – LA SERIE/ Spadino cattura Aureliano: lo ucciderà? Anticipazioni

- Morgan K. Barraco

Suburra – La Serie, anticipazioni del 22 febbraio 2019, in prima tv su Rai 2. Spadino e Aureliano uno contro l’altro: cosa succederà?

Suburra la serie Facebok 2019
Suburra - La Serie, su Rai 2

Appuntamento venerdì 22 febbraio 2019 con i nuovi episodi di Suburra – La Serie che, dopo aver conquistato il pubblico di Netflix, è arrivata in esclusiva in chiaro su Rai2. Il terzo episodio si chiama “Cani arrabbiati” comincia un flashback che mostra i tre ragazzi separati momentamente a causa del fallimento dell’affare del cardinale. In realtà Aureliano, Spadino e Lele hanno ancora tanto da fare insieme. Intanto Sara contatta Samurai per ritrovare il Monsignore con cui sigla un accordo in cui partecipa anche Spadino. Samurai dalla sua però è interessato ad avere tutti i terreni di Ostia; Sara a questo punto cerca l’aiuto della Contessa che ha inviato un avviso di garanzia a Finucci che viene eliminato dalla commissione edilizia. Intanto Manfredi scopre chi è stato ad uccidere il cugino ed è pronto a vendicarlo. Aureliano, intanto, si mette contro il padre e supera ogni limite arrivando ad uccidere Boris. Spadino dovrà vendicare la morte di Boris; il ragazzo raggiunto Aureliano alla fine non porta a termine la missione facendolo scappare. Come mai? Cosa si nasconde dietro questa scelta di Spadino? Intanto Aureliano messosi in salvo trova riparo da Isabel.  (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

SUBURRA – LA SERIE IN CHIARO SU RAI2

Fratelli d’Italia in una mozione presentata al Municipio, hanno richiesto lo stop alle riprese violente di film e fiction in quel di Ostia. Secondo ciò che afferma Pierfrancesco Marchesi, consigliere di FdI e primo firmatario della documentazione, serie televisive come “Suburra” e “Romanzo Criminale” danneggerebbero un territorio già rovinato, senza neppure tenere in considerazione gli aspetti positivi.  “L’immagine di Ostia è stata notevolmente compromessa a causa di atti criminosi perpetrati negli ultimi anni sul nostro territorio e numerose fiction hanno messo in risalto e pubblicizzato storie criminali, esaltando in modo esagerato l’aspetto negativo di questo territorio”. Suburra è stata girata proprio ad Ostia e dopo Netflix, stasera sbarcherà in chiaro. Secondo la mozione, questi show in Italia sarebbero dannosi per i ragazzi che le guardano, creando modelli fortemente errati. “Fiction del genere potrebbero rappresentare una fonte di ispirazione e di emulazione nei modi e nel linguaggio. E poi Ostia e tutto il X Municipio non meritano di essere rappresentate soltanto in questo modo”, si legge. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

SUBURRA – LA SERIE, ANTICIPAZIONI DEL 15 FEBBRAIO 2019: LA TRAMA

Suburra – La serie è pronta per il suo debutto in chiaro: appuntamento su Rai 2 per la prima serata di oggi, venerdì 15 febbraio 2019. Andranno in onda i primi due episodi, “21 giorni” e “Patrizi e plebei“, dove conosceremo i diversi protagonisti dello show. Un prequel che anticipa le vicende già narrate nel film che Stefano Sollima ha distribuito nel 2015 e approfondite ancora prima da Carlo Bonini e Giancarlo De Cataldo nel loro romanzo. L’importanza di Suburra – La serie è da individuare in diversi fattori: dal cast interessante al team di registi eccellenti che vedremo dietro la macchina da presa, come Andrea Molaioli e Michele Placido. Fino allo sbarco dello show su Netflix, prima serie italiana a conquistare uno spazio sul colosso dello streaming. Prodotta da Cattleya, Netflix e Rai Fiction, la serie si concentra sul 2008 romano, quando il Sindaco annuncia le proprie dimissioni e dà indirettamente il via ad un raid della criminalità organizzata nei sotterranei capitolini. Primo fra tutti il Samurai interpretato da Francesco Acquaroli, deciso a portare a termine la compravendita di alcuni terreni ad Ostia in possesso del Vaticano e degli Adami, una delle famiglie locali. L’obbiettivo del boss romano è ottenere la costruzione del Porto Turistico che intende costruire sui lotti. Al suo fianco troveremo gli esponenti degli Adami, guidati da Alessandro Borghi nei panni di Aureliano. Sarà l’unico ad alzare la voce contro il Samurai per impedire che il suo progetto venga portato a termine, mentre padre e sorella decidono di tenerlo all’oscuro del malaffare per ostacolare il suo sogno personale.

L’altro volto di Roma è rappresentato dalla famiglia Anacleti, i sinti di cui fa parte Spadino. Il personaggio di Giacomo Ferrara cercherà di non far parte della battaglia dei suoi familiari contro gli Adami, fra cui è in vita uno scontro annoso e polveroso. Spadino però è diverso dalla sua famiglia e non solo perché non vuole entrare nel business di strozzinaggio e droga dei sinti, ma anche perché segretamente gay. Non solo le forze oscure popolano Roma: un altro polo è rappresentato dalla famiglia Marchilli, guidata dal patriarca poliziotto ed in cui troviamo Gabriele. Interpretato da Eduardo Valdarnini, nasconde dietro quella faccia da bravo ragazzo il suo ruolo di pusher della Roma bene, che rifornisce di cocaina grazie a party che raccolgono politici, criminali e persino il Clero. Completano il cast Claudia Gerini nei panni di Sara Monaschi; Filippi Nigro nel ruolo di Amedeo Cinaglia, un consigliere comunale che ha fatto dell’onestà la sua missione personale e professionale ed altri artisti per i personaggi secondari, come Federica Sabatini (Nadia); Jacopo Venturiero (Vittorio) e Cristina Pelliccia (Cristiana).

ANTICIPAZIONI DEL 15 FEBBRAIO 2019

EPISODIO 1, “21 GIORNI” – Il Sindaco comunica ai cittadini la propria volontà di dimettersi ed attiva il countdown per concludere l’edificazione dei terreni di Ostia. La notizia attiva le menti criminali del posto in più direzioni, alimentando gli scontri fra le famiglie di criminali che hanno delle mire dirette e indirette sui lotti. Aureliano cerca di convincere il padre a non cedere i terreni ed acquistare quelli della Chiesa per realizzare un sogno della madre defunta, ma riceve un rifiuto. Intanto, Spadino viene obbligato dai familiari a sposare Angelica di un clan alleato e non può rivelare di essere in realtà gay. In seguito, la sorella di Aureliano, Livia, scopre dal padre che in realtà l’acquisto dei terreni da parte del Samurai porterebbe dei vantaggi al traffico di droga di famiglia.

EPISODIO 2, “PATRIZI E PLEBEI” – Dopo aver trovato il Monsignor Theodosiou infartuato ad un party, Spadino decide di fare quel passo in avanti per ricattarlo. Mostrerà a tutti un video che lo riguarda se non farà ciò che dice. Aureliano nel frattempo si prepara ad uccidere una prostituta per portare avanti il suo piano, mentre Sara fa un grave errore e rivela a Lele dove si stia nascondendo il prelato. A quel punto il ragazzo informa Spadino ed Aureliano e decidono di rapire il Monsignore. Raggiunge poi la casa di Isabel, che ha deciso di risparmiare perché invaghito di lei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA