Olivia Bertè/ Video, “Mia sorella Mia Martini costretta a fare serate nei locali”

- Maria Laura Leo

Olivia Bertè, sorella minore di Mimì e di Loredana, ha ripercorso la vita, la carriera e il successo di Mia Martini nel salotto di Domenica In.

Il Sussidiario.net
Olivia Bertè a Domenica In

Olivia Bertè fa rivivere il ricordo di Mia Martini ripercorrendo, nel salotto di Domenica in, quelle calunnie che con il tempo hanno segnato indelebilmente la sua carriera. “Lei essendo un animo senza malizia, all’inizio l’ha presa alla leggera. Era nel suo carattere – conferma la sorella della cantautrice calabrese – a un certo punto si è resa conto che questa cosa era reale e invadente. E ha fatto un passo indietro, ha detto basta”. In seguito all’addio alle scene, Mia Martini ha vissuto un periodo molto difficile: “Era costretta a fare serate nei ristoranti – ricorda l’ospite di Mara Venier – era una cosa allucinante. Se qualcuno le è rimasto vicino? C’erano degli amici veri. Alba più che un’amica era una sorella, si sentivano tutti i giorni. Claudio Del Fiore è stato un suo amico da sempre”. Poi il ritorno sul palco di Sanremo con “Almeno tu nell’universo”: “Era felice, soddisfatta, c’era il suo pubblico”, e la conseguente riscoperta della Mimì che tutti hanno imparato ad amare. “Oggi mi manca lei, mi manca tutto di Mimì, la sua ironia, le sue battute”, rivela la Bertè. (Agg. di Fabiola Iuliano)

Olivia Bertè ricorda sua sorella

Sarà Olivia Bertè una degli ospiti di Mara Venier per la puntata di domenica 17 febbraio 2019 di Domenica In. Sorella minore di Mia ‘Mimì’ Martini e di Loredana Bertè, Olivia racconterà al pubblico di Rai Uno tante storie personali e inedite della vita dell’indimenticata sorella. Non è un caso che Olivia chiacchiererà con Mara proprio la domenica successiva alla messa in onda del film Io sono Mia, interpretato da Serena Rossi, anche lei ospite negli studi Fabrizio Frizzi. L’attrice partenopea, a cui era stato già affidato il compito di ricordare Mia Martini durante una magistrale esibizione a Tale e Quale Show, è stata in grado di tenere incollati davanti agli schermi televisivi lunedì 12 febbraio, giorno in cui il film di Riccardo Donna è stato trasmesso su Rai Uno, oltre 7 milioni di telespettatori. Alla presenza di Olivia Bertè, Serena Rossi renderà ancora una volta omaggio a Mimì, cantando Almeno tu nell’universo, una delle più celebri canzoni di Mia Martini, presentata al Festival di Sanremo nel 1989.

Olivia Bertè in difesa del padre

A differenza di Mimì e di Loredana, che hanno scelto il mondo dello spettacolo, Olivia Bertè ha sempre preferito trascorrere una vita in silenzio, tenendo per sé tutti i pensieri sulla morte della sorella maggiore e, soprattutto, sui commenti di Loredana. È contro quest’ultima che, nell’estate del 2018, Olivia si è voluta esprimere rompendo quel silenzio che l’aveva sempre caratterizzata. “Vorrei che emergesse forte il senso del rispetto per Mimì, soprattutto  verso i sentimenti che aveva verso nostro padre, che adorava. Parlare di papà in termini di violenza significa non avere rispetto neanche di lei, dei suoi sentimenti e delle sue scelte”, aveva detto a La Nazione. La Bertè affermava della sorella Loredana che “insulta mio padre senza motivo durante incontri pubblici e concerti. Anche in televisione, dove la invitano: ma Radames Giuseppe Bertè va ricordato con stima e profonda ammirazione. Io lo amavo e Mimì pure. Non può infangare il suo nome”. Olivia sostiene che in famiglia c’erano degli scontri, come capita a tutti. Il padre non aveva preso bene la notizia che Mimì volesse fare l’artista, le aveva consigliato di studiare lirica, ecco perché Mia era mezzosoprano. 

Leda Bertè e i dubbi sulla morte di Mimì

A smentire le affermazioni di Olivia Bertè c’è anche Leda, la maggiore delle sorelle di Mia Martini. In un’intervista al settimanale Spy, Leda si è lasciata andare a considerazioni che stenderebbero un velo di mistero sulla morte di Mimì e alimenterebbero le affermazioni dure e aspre di Loredana nei confronti del padre. “La morte di mia sorella rimane un mistero irrisolto, con tanti lati oscuri ancora da chiarire e, a distanza di tanti anni, è giusto che se ne riparli”, dice. Era il 12 maggio 1995, data che non solo le sue sorelle, ma anche tutti i fan di Mia Martini difficilmente dimenticheranno. “Io e Loredana quel giorno drammatico abbiamo notato dei lividi sul corpo di Mia, il che ci fa pensare che poco prima abbia avuto uno scontro con qualcuno, magari con nostro padre che era un uomo violento e con cui non si andava d’accordo”. Poi prosegue: “Subito dopo i funerali ha fatto cremare Mia senza dire niente a nessuno e su questo pretendo ancora delle spiegazioni”. Non solo Loredana, quindi, ma anche Leda parla del padre con parole poco gratificanti, andando contro quanto affermato da Olivia Bertè che, invece, lo difende. Ma Leda spiega anche questo aspetto, affermando che la sorella minore, avendo appena sei mesi quando i genitori si sono separati, non sa tante cose della vita della sua famiglia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA