Donatella Rettore vs Ornella Vanoni/ Rivalità? Tra noi rispetto e stima (Ora o mai più 2)

Donatella Rettore è una delle coach della seconda edizione di Ora o mai più 2, il programma musicale condotto da Amadeus in prima serata su Rai1

02.02.2019 - Emanuele Ambrosio
donatella_rettore_domenica_live_instagram_2018
Donatella Rettore (Instagram)

Donatella Rettore è una delle coach più forti dell’edizione 2019 di Ora o mai più 2, il programma musicale condotto con grande successo da Amadeus in prima serata su Rai1. La cantante di “Cobra” durante le prime due puntate non è affatto passata inosservata, anzi è stata quasi sempre al centro dell’attenzione creando non poche polemiche con i colleghi. A cominciare con Orietta Berti con cui ha avuto da ridire durante la performance con Barbara Cola fino all’ultima puntata quando con Ornella Vanoni ha chiosato sulla canzone “Vattene Amore” di Amedeo Minghi. “E’ una menata galattica” ha detto la Rettore dopo l’esibizione di Amedeo Minghi e Annalisa Minetti sulle note della celebre canzone terza classificata a Sanremo 1990.

Donatella Rettore coach di Donatella Milani

Durante la sua prima esperienza da coach a Ora o mai più, Donatella Rettore è chiamata ad occuparsi di Donatella Milani con cui in passato ha gareggiato al Festival di Sanremo. Nel 1983, infatti, la Rettore era in gara con “Io ho te”, mentre la Milani si classificava al secondo posto con “Volevo dirti”. Due anime opposte, che sul palco di “Ora o mai più” stanno dimostrando grande coesione: “Siamo entrambe nervose. Dipende dalla gavetta che abbiamo fatto. Io ne ho fatta più di Mina, per dire. Ma siamo adulte adesso. Non è come a 20, 30, 40 anni, ormai neanche più a 50. Lei a 55, io a 63, “sclerare” è un attimo, sai?” ha detto la Rettore sulla sua allieva a Tv Sorrisi e Canzoni. Le esibizioni finora portate sul palco di Ora o mai più non hanno fatto particolarmente brillare la Milani quasi oscurata dall’indiscutibile talento e verve della Rettore. Nel programma di Amadeus ha deciso di partecipare per una precisa ragione come ha raccontato a Tv Sorrisi e Canzoni: “Mi piace il titolo dello show, perché vuol dire che si dà la possibilità a chi ha sbagliato qualcosa nella carriera, o non è stato fortunato, di non lasciare l’ultima possibilità al destino ma al pubblico”

Donatella Rettore: “Con Ornella grande rispetto e stima”

Donatella Rettore è un vulcano di parole ed emozioni. Artista a 360 gradi ha avuto spesso da ridire su tantissime colleghe della musica italiana, anche se ci tiene a precisare che con Ornella Vanoni non c’è mai stata alcuna diatriba: “Ci conosciamo da una vita. Ornella è un’artista. Non è vero che non vogliamo stare vicine: tra noi c’è un grande rispetto e altrettanta stima, spero reciproca. Sicuramente da parte mia non manca”. La cantante, intervistata da Tv Sorrisi e Canzoni, ha parlato anche del Festival di Sanremo promuovendo il Sanremo Bis di Claudio Baglioni: “farà ancora meglio nel 2020”. Parlando, invece, delle sue partecipazioni ha detto di ricordare: “l’ultima nel 1994 con “Di notte specialmente”. Indimenticabile poi il litigio con Marcella Bella nel 1986: “Mica solo con lei. A Toto Cutugno dissi che era “il Celentano dei poveri”. Ero storta, non ci volevo andare, me lo impose la casa discografica. Ma la canzone “Amore stella” l’ho cantata di pancia. Soprattutto il verso “Per quanto il mondo sia cattivo con te un gioco ne farei”. Cavolo se me ne sono accorta, che il mondo è cattivo”. Sulla tv di oggi ammette di amare alla follia: “Mara Venier. La amo perché le piace ghignare. Altri frignano troppo. Le lacrime andrebbero usate con parsimonia, come si faceva negli Anni 80”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA