EVAN RACHEL WOOD HA TENTATO IL SUICIDIO/ L’attrice di Westworld si confessa: “Ho subito abusi”

Evan Rachel Wood è sopravvissuta a un tentativo di suicidio. Nell’intervista a Nylon i dettagli del folle gesto.

02.02.2019 - Rossella Pastore
Evan Rachel Wood in Westworld
Evan Rachel Wood in Westworld

Evan Rachel Wood, Dolores in Westworld, ha tentato il suicidio. È lei stessa a rivelarlo, in un’intervista a Nylon: “Una mattina mi sono sentita come se fossi stata investita da un camion. È stato un momento strano, impossibile da spiegare. Colta da un’isteria ho preso il telefono. Ho capito che dovevo fare una scelta: o morivo o tornavo a vivere”. Così è tornata a vivere: al solo udire la voce della madre, Evan è rinsavita. La depressione è sua compagna di viaggio sin dall’età di 22 anni; quello in premessa è solo l’ultimo dei tentativi di suicidio da parte dell’attrice. A salvarla, il più delle volte, la consueta telefonata alla madre. “Avevo detto a chiare lettere che dovevo andare in ospedale. Non volevo lesioni fisiche sul mio corpo. Dovevo curare il mio stato mentale e, mia madre, sotto quel punto di vista, è stata comprensiva”.

Evan Rachel Wood, in ospedale “in incognito”

Convivere con la depressione non è sempre facile. Evan Rachel Wood ne sa qualcosa: è difficile ammetterla in primis a se stessi. Durante l’ospedalizzazione, l’attrice si è servita di uno pseudonimo. Voleva evitare che il suo problema avesse ripercussioni mediatiche, ma alla fine ha ceduto. Nell’ultima intervista svela anche le sue fragilità, le cause della sua sofferenza. “Il mio disturbo deriva da diversi abusi subiti in una relazione malata. È difficile andare avanti”. Il primo passo è superare l’imbarazzo: “La mia mente in quel momento era piena di ombre e soprattutto di vergogna”, conferma Evan. Ma ora è pronta a ricominciare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA