Lisa Panetta/ “Ho sconfitto il tumore al cervello e ho provato a tornare a Sanremo ma…” (Italia Si)

Lisa Panetta ospite di Marco Liorni a Italia Sì. Dopo aver sconfitto la malattia ha provato a tornare al Festival di Sanremo ma…

02.02.2019, agg. alle 17:48 - Emanuele Ambrosio
Lisa Panetta a Italia Sì

A tre giorni dall’inizio del Festival di Sanremo 2019, Lisa Panetta sale sul podio di Italia Sì per raccontare la sua esperienza con la kermesse canora. Infatti nel 1997 partecipò a Sanremo Giovani con il brano “Se”, piazzandosi al secondo posto dietro Annalisa Minetti, mentre l’anno dopo otterrà il secondo posto tra i Giovani e il terzo tra i Campioni con “Sempre”. «A sei anni decisi quello che volevo fare da grande, senza mai cambiare idea. Avevo la musica nel cuore e nella testa. Volevo salire su quel palco. A 10 anni piangevo perché volevo partecipare al Festival. Ho vissuto grandissime emozioni: per me fu un momento straordinario perché vidi concretizzarsi i miei sogni». Nel programma di Marco Liorni ha parlato anche della sua battaglia contro la malattia: «Non mi sono arresa. Con l’aiuto di Dio e dei medici ce l’ho fatta. Ho sconfitto il male e nel 2018 con Ora o mai più sono tornata». Lisa Panetta ha poi fatto una rivelazione: «Ho provato a tornare quest’anno a Sanremo». Ma la sua canzone non è stata inserita tra quelle in gara. (agg. di Silvana Palazzo)

Lisa Panetta a Italia Sì

Lisa Panetta è una delle ospiti della nuova puntata di “Italia Si“, il programma condotto da Marco Liorni e trasmesso sabato 2 febbraio su Rai1. La vincitrice della prima edizione di “Ora o mai più” è tornata alla ribalta lo scorso anno proprio grazie al programma musicale condotto da Amadeus. Un’avventura televisiva importantissima che, non solo l’ha rilanciata nel mondo della musica, ma le ha permesso anche di condividere un periodo difficile della sua vita con tutto il pubblico. Lisa, infatti, ha dovuto combattere contro un terribile tumore al cervello, una malattia che l’ha provata, ma da cui è riuscita ad uscirne vincitrice. “È la mia vita, un brutto episodio che mi sono trovata in imbarazzo nel raccontare. Non ho nemmeno detto tutto, proprio per pudore” ha raccontato la cantante di “Sempre” durante un’intervista rilasciata a Fanpage.it.

“Sono stata molto male, è una malattia che ti piega”

Lisa Panetta dopo il successo di “Sempre” ha spiccato il volto conquistando l’Europa e in particolare il mercato francese. Poi uno stop forzato dovuto proprio alla malattia come ha raccontato la stessa cantante: “Ho iniziato ad avvertire i primi malesseri nel 2006 e solo un anno dopo, nel 2007, mi sono decisa a iniziare i controlli nonostante ci fossero segnali molto forti ed evidenti”. La cantante, intervistata da Fanpage.it, ha raccontato: “Sono stata molto male. È una malattia che ti piega, ti paralizza. Svenivo, avevo preso peso per quanto ero gonfia, mi ballava la vista, avevo continui mal di testa, avevo perso il ciclo mestruale”. Poi la scoperta della malattia, del male da sconfiggere; un male che ha deciso inizialmente di non raccontare per un semplice motivo: “Non ho raccontato la mia storia personale per impietosire il pubblico”.

“Fate i controlli”

Una cosa è certa, Lisa Panetta da questa bruttissima esperienza ne è uscita vincitrice, ma più forte che mai. Nonostante la malattia l’abbia costretta a stare lontana dal mondo dello spettacolo, la cantante è riuscita a tornare al successo proprio grazie alla prima edizione di “Ora o mai più”. Sicuramente quel periodo della sua vita non lo potrà dimenticare, anche se durante la malattia ha cercato ugualmente di continuare la sua attività artistica: “sono stata lontana dalle scene dal 2006 a quasi tutto il 2012. Nel 2011 provai a fare dei live, per poi  ricadere di nuovo nel malessere della salute. Ho vissuto un problema serio, ho dovuto cercare di riprendermi anche fisicamente. Nel 2011 ho avuto una sorta di ricaduta che mi ha fatto tornare a stare male”. Proprio parlando della sua malattia ha inviato un messaggio a tutto il pubblico: “non bisogna avere paura di controllarsi, anzi, bisogna temere il contrario. Mai rimandare, io sono stata fortunata. Poteva andarmi addirittura peggio. Quello che ho vissuto mi ha fatto capire che nessuno è immune a niente. Siamo ospiti e bisogna godere di ciò che la vita ci dà, secondo dopo secondo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA