Bohemian Rhapsody, Oscar 2019/ La dura concorrenza per vincere come miglior film

- Bruno Zampetti

Bohemian Rhapsody punta a vincere l’Oscar come miglior film. Tuttavia la concorrenza è piuttosto agguerrita e l’interpretazione di Rami Malek potrebbe non bastare

bohemian rhapsody 2018 trailer
Bohemian Rhapsody, il film sui Queen

Bohemian Rhapsody è un film del 2018 di genere biografico, drammatico e musicale diretto da Bryan Singer e distribuito nelle sale dalla 20th Century. Il protagonista indiscusso della pellicola è Rami Malek, nella parte dell’iconico Freddie Mercury, seguito a ruota da Lucy Boynton (Mary Austin), Gwilym Lee (Brian May), Ben Hardy (Roger Taylor) e Joseph Mazzello (John Deacon). Fanno parte del cast anche Aidan Gillen, il Ditocorto di Game of Thrones, nel ruolo di John Red, Tom Hollander come Jim “Miami” Beach e Allen Leech (volto noto per i fan di Downton Abbey) nei panni di Paul Prenter. La pellicola è tra i possibili vincitori dell’Oscar per il miglior film, ma deve battere la concorrenza di Black Panther, BlacKkKlansman, La favorita, Green book, Roma, A star is born e Vice – L’uomo nell’ombra.

BOHEMIAN RAPSODY, I PREMI GIÀ VINTI

Bohemian Rhapsody è stato proiettato in anteprima mondiale il 23 ottobre 2018 in una location cara ai Queen, la Wembley Arena di Londra, proprio di fronte al Wembley Stadium del celebre Live Aid. La visione dell’evento è stata aperta al pubblico è l’incasso totalmente devoluto alla Mercury Phoenix Trust, organizzazione che combatte l’Aids. In seguito, è stato distribuito nelle sale dal 2 novembre. Il film e il suo cast sono riusciti finora a portare a casa numerosi premi e nomination tra cui il Golden Globe per Best Motion Picture Drama, il Best Sound ai BAFTA Film Award e il Best Ensemble agli AARP Movies for Grownups Award. Ha vinto inoltre come Best Edited Film agli American Cinema Editors, Outstanding Achievement in Sound Editing al Motion Picture Sound Editor Award e Best Production Design al New Mexico Film Critics. Il suo attore protagonista Rami Malek ha vinto il Golden Globe come miglior attore drammatico, portando a casa per la stessa categoria un BAFTA, la vittoria agli Screen Actors Guild Awards, all’Iowa Film Critics Awards, al  Palm Springs International Film Festival e ai Satellite Awards.

LA TRAMA

Bohemian Rhapsody rappresenta una vera e propria celebrazione della storia dei Queen, delle loro canzoni e del loro iconico e indimenticato frontman Freddie Mercury. Fu lui infatti a sfidare tutte le convenzioni del tempo e gli stereotipi e a guidare la band verso la consacrazione mondiale. Il film ricostruisce minuziosamente l’ascesa dalla band, dagli albori sino all’indimenticabile Live Aid. Le musiche dei Queen sono parte integrante del racconto, con il loro suono rivoluzionario, i loro testi e quelle note indimenticabili. Bohemian Rapsody però non descrive solamente la formazione della band e come il gruppo è cresciuto da album in album, ma va a focalizzarsi sull’affascinante figura di Freddie, sulle sue crisi, sul suo coraggio, sulla sua diversità e i suoi eccessi. La descrizione di un uomo dotato di un immenso talento, ma anche estremamente fragile e bisognoso di amore e di supporto che ha rischiato di andare fuori controllo, ma alla fine ha ritrovato la sua strada. Il film si focalizza anche sulla terribile malattia che ha letteralmente divorato e portato via il cantante, ma che allo stesso tempo nulla ha potuto contro il desiderio di regalare al pubblico una delle performance migliori di sempre: quella del Live Aid.

© RIPRODUZIONE RISERVATA