Noemi Ortona/ Video, il desiderio di una vita tranquilla con papà (Il collegio 3)

- Maria Laura Leo

Noemi Ortona, protagonista de Il Collegio, viene punita alla pulizia del giardino. Poi parla di suo padre, con cui vuole avere un rapporto più forte. Cosa farà martedì 26 febbraio?

Noemi Ortona, Il Collegio 3
Noemi Ortona, Il Collegio 3

Noemi Ortona è una dei ragazzi protagonisti de Il Collegio, il reality show condotto dalla voce narrante di Giancarlo Magalli che catapulta un gruppo di adolescenti in una scuola vecchio stampo, precisamente del 1968. Il prossimo appuntamento col programma andrà in onda martedì 26 febbraio, sempre in prima serata, su Rai Due. Il nome di Noemi è stato legato, nell’ultima puntata, alla vicenda del cellulare di Beatrice Cossu rubato dalla stanza dei sorveglianti. La Cossu, chiamata nell’ufficio del preside, ha fatto i nomi dei ragazzi che, insieme a lei, hanno commesso l’infrazione e, tra questi, c’era anche quello di Noemi. La Ortona, perciò, viene punita, al pari dei compagni, con l’operazione di pulizia del giardino sul retro del Collegio dalle erbacce. I colpevoli si dedicheranno alle attività di giardinaggio mentre gli altri, quelli ritenuti ignari all’accaduto dal preside, andranno a pranzare regolarmente. Nella stessa puntata la vediamo coinvolta in un’altra marachella, questa volta fomentata da Nicole Rossi, che durante la lezione di Educazione Artistica en plein air sporcherà le divise dei compagni con la pittura utilizzata per dipingere su tela. In questo caso, però, sarà solo Nicole ad essere punita, immolandosi quale unica responsabile dell’accaduto.

Noemi Ortona, la pacifista con carattere

Noemi Ortona è una ragazza tendenzialmente pacata e tranquilla, che viene trasportata dalle vicende del collegio più per spirito di adattamento che per spirito di iniziativa. Lei, che per natura è una pacifista, non è quasi mai la mente delle operazioni che portano i collegiali alle punizioni, ma non si tira mai indietro quando è il momento di fare gruppo. Questo non vuol dire che non abbia carattere e, anzi, sa perfettamente quando è il momento di rispondere a tono a sorveglianti e professori e quando è il caso di tacere e sfogarsi in un secondo momento sull’accaduto. Questo comportamento le consente di avere sempre un profilo equilibrato, supportato anche dalle sue qualità di studentessa, che le hanno permesso di distinguesti sin dal suo test d’ingresso. Noemi Ortona odia le ingiustizie e non sopporta chi prende in giro gli altri, anche se a volte è la prima a punzecchiare i compagni con delle antipatiche canzoncine o degli insopportabili soprannomi. Per questa puntata non ha avuto problemi, ma la prossima andrà allo stesso modo? Staremo a vedere.

Per un rapporto migliore con papà

Durante la lezione di Educazione Artistica serale, tenuta dal professor Alessandro Carnevale, Noemi Ortona svela un lato di sé che pochi conoscevano. Il professore spinge gli studenti a descrivere brevemente, su un foglio di carta, i loro sogni. Questi pensieri verranno raccolti in un’urna dalla quale, uno per volta, a turno, gli studenti pescheranno un foglietto e dovranno indovinare chi è l’autore. Quello di Noemi Ortona viene pescato da Gabriele De Chiara, che non riesce a individuare in lei l’origine di quel sogno. Il biglietto parlava di qualcuno che sogna tranquillità e che spera di avere, un giorno, un buon rapporto con il padre. Noemi, tra le lacrime, sostiene di non avere poi un sogno così ambizioso, ma di avere particolarmente a cuore questo desiderio, di cui, tra l’altro, non ha mai parlato a nessuno. Spiega, tra le lacrime, di non aver mai avuto un rapporto particolarmente intenso con il padre e di essere dispiaciuta di questo. Riuscirà Noemi, di ritorno dal collegio, a realizzare il suo sogno?



© RIPRODUZIONE RISERVATA