JEREMIAS RODRIGUEZ/ Il “lumache-gate” scatena lo scontro in palapa (Isola dei Famosi)

- Fabiola Iuliano

Ricordando il suo passato, Jeremias Rodriguez non è riuscito a trattenere le lacrime. La riflessione dopo gli scontri con i naufraghi dell’Isola dei Famosi 2019, video.

Soleil e Jeremias all'Isola dei Famosi 2019
Soleil e Jeremias all'Isola dei Famosi 2019

L’attenzione in questa parte iniziale di confronto all’Isola dei Famosi si pone anche su Jeremias Rodriguez e la questione “lumache”. Dopo un filmato riassuntivo, l’argentino spiega il suo comportamento: “Siamo in un reality di sopravvivenza, non sono venuto a prendere il sole. Ce la fanno per tutto ma non per andare a prendere da mangiare. Se noi non andiamo, nessuno si lamenta. Anch’io vorrei stare a prendere il sole ma non riesco a mangiare solo 20 grammi di riso.” Marina La Rosa chiede però di dire la sua e, ancora una volta, si scatena lo scontro in palapa che finisce per coinvolgere molti dei naufraghi. Da Marina a Riccardo Fogli, sino a Paolo Brosio che riaccendo lo scontro con Soleil Sorge che gli augura di farsi un bel “bagno nell’acqua santa”. Puntata, insomma, davvero infuocata quella di questa sera. (Agg. di Anna Montesano)

Jeremias e Soleil, un unico fronte

Jeremias Rodriguez si è schierato apertamente dalla parte di Soleil Sorge, prendendo le distanze dagli altri naufraghi dell’Isola dei Famosi 2019. Per tutta la settimana, infatti, fra i due gruppi ci sono stati scontri piuttosto accesi, ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la decisione del fratello di Belen di non condividere con gli altri concorrenti le lumache faticosamente raccolte. A motivare il suo gesto è stata proprio la sua compagna di avventura, Soleil, che, nel bel mezzo della divisione del riso, ha spiegato a Marina La Rosa e agli altri naufraghi, in attesa di avere la loro porzione di lumache, che da quel momento in poi Jeremias non avrebbe offerto ad altri il frutto delle sue fatiche. “Si è stancato di prenderle per tutti”, ha precisato seccamente Soleil rivolgendosi al gruppo. E quando qualcuno ha sollevato qualche piccola obiezione, Jeremias ha replicato con fermezza, chiedendo a Soleil di prendere le distanze dal resto dei naufraghi: “Lasciali stare, tanto in faccia non parlano mai!”.

Jeremias Rodriguez, le lacrime: “Tutti abbiamo alti e bassi”

Anche se si è schierato apertamente dalla parte di Soleil Sorge, Jeremias Rodriguez non ha rinunciato a “bacchettare” la sua compagna di avventure e, in uno degli ultimi confronti, le ha chiesto di non dare peso alle provocazioni degli altri naufraghi dell’Isola dei Famosi 2019. Il fratello di Belen, però, ha intuito che c’è qualcosa in Soleil che la turba e per questo le ha concesso del tempo per riflettere, aprirsi e raccontarsi. “Sei testarda, tanto […] Col tempo mi racconterai cosa ti fa male cosa non ti fa male, e se pensi che sono la persona giusta che merita di ascoltare i tuoi problemi”. La lunga riflessione, però ha portato a galla quel doloroso passato di cui non ama raccontare e, nel bel mezzo del confronto, non ha potuto fare a meno di piangere: “Tutti abbiamo i nostri problemi, tutti abbiamo alti e bassi, si impara andando avanti. Se molli smetti di vivere, sai quanto è difficile mettersi in piedi? Io posso dire che ce l’ho fatta”. Qui il video.

“Mio padre mi diceva…”

Nella lunga settimana trascorsa sull’Isola dei Famosi 2019, Jeremias Rodriguez ha parlato del suo passato, della famiglia e di come i suoi genitori abbiano sempre lasciato che i loro figli percorressero la loro strada senza mai intromettersi nelle loro scelte. “Mio padre mi diceva: ‘Vuoi fare questa cosa? Guarda che ti può succedere questo, questo e questo’. E basta, me lo faceva fare – ha ricordato il fratello di Belen ripercorrendo con nostalgia la sua infanzia – Mio padre mi spiegava (le conseguenze dei miei gesti, ndr), mi diceva vuoi farlo lo stesso? Vai! Infatti tornavo sempre piangendo e dicendo ‘Avevi ragione!”. Però ci hanno dato un sacco di libertà – ha ricordato Jeremias – infatti quando parlo dei miei sbagli, non do mai la colpa a loro. Hanno dato a tutti e tre la stessa libertà, io ho fatto un casino e gli altri no”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA