Aaron Nielsen/ Si gioca con Marco il ruolo di leader dopo la prova in apnea (Isola dei famosi 2019)

Aaron Nielsen è sempre più nascosto all’Isola dei Famosi 2019 e sono ben poche le clip che lo riguardano. Non ha molte chance di arrivare in fondo al reality

03.02.2019, agg. alle 23:56 - Morgan K. Barraco
Aaron Nielsen Isola dei famosi 2019

Aaron Nielsen potrebbe essere il leader della settimana all’Isola dei Famosi 2019. Il figlio di Brigitte è stato il migliore della prova in apnea insieme a Marco Maddaloni. Il ragazzo fino a questo momento è stato piuttosto anonimo, tanto che il pubblico sui social si è chiesto più volte se sarebbe riuscito ad emergere. Intanto Alba Parietti sottolinea come sia assolutamente uno dei suoi preferiti perché le ricorda tantissimo la sua collega e amica Brigitte. Vedremo se ora nella sfida del fuoco con Marco Maddaloni riuscirà a diventare leader e avrà così la possibilità di mostrare anche la sua personalità di fronte alle scelte che poi a questo si richiederanno. Di certo Aaron Nielsen fino a questo momento ha dimostrato di avere poca esperienza nel mondo dello spettacolo, ma sicuramente dopo questa avventura sarà arricchito molto sotto questo punto di vista. (agg. di Matteo Fantozzi)

SEMPRE PIÙ NASCOSTO

Aaron Nielsen è sempre più nascosto all’Isola dei Famosi 2019 e sono ben poche le clip che lo riguardano. È possibile vederlo in azione solo grazie alla versione estesa di Mediaset Extra, dove con grande sorpresa scopriamo qualcosa di più su di lui. In apparenza lontano da sorrisi e divertimenti, Aaron è un ragazzo che si mette a disposizione per portare a termine qualsiasi tipo di incarico. Sia che si tratti delle prove, sia dei compiti da svolgere durante la giornata. E qualche sorriso scappa in modo inevitabile, soprattutto grazie al legame che ha creato con Luca Vismara. Purtroppo il figlio di Brigitte Nielsen dovrà fare a meno del suo alleato nei prossimi giorni, visto che Luca è finito fra i Pirati grazie a Paolo Brosio. E questo vuol dire ritrovarsi a stretto contatto con Marco Maddaloni e l’amico Abdelkader Ghezzal, con cui sembra non trovarsi a suo agio. Sarà forse un’occasione utile per creare delle alleanze utili in previsione delle nomination. Spesso infatti sono i più silenziosi a finire nel mirino di chi preferisce non creare per ora degli scontri con altri concorrenti più forti.

AARON NIELSEN ALLE PRESE CON IL FREDDO

Il freddo non lascia in pace ad Aaron Nielsen, fra i Naufraghi dell’Isola dei Famosi 2019 che sta soffrendo di più delle intemperie. La location in cui si trova la Ciurma non gioca di certo a favore del ragazzo, visto che a causa della vegetazione e dell’esposizione risulta la più fredda fra le due. Playa Dos diventa così un nemico da combattere per Aaron, che nel frattempo deve pensare anche a come sopravvivere. In apparenza sembra freddo e calcolatore, riflessivo e forse proprio per questo letale. Scopriremo presto se sarà davvero così oppure se si tratta solo di un abbaglio, visto che ci sono alte probabilità che Aaron possa ricevere delle nomination. Sarà interessante anche scoprire chi sceglierà di votare per capire quale concorrente non riesce a digerire. Per ora è molto difficile capire che cosa gli passi per la testa.

LE CHANCE DI ARRIVARE FINO IN FONDO

Aaron Nielsen non riesce a riscuotere un grande successo sui social, visto che è quasi del tutto sconosciuto al pubblico dell’Isola dei Famosi 2019. Chi lo conosce già da tempo lo sostiene sui suoi profili ufficiali, ma il movimento in rete è così scarso da mettere in pericolo il concorrente. Lo si intuisce anche dalle quote dei bookmakers, che non gli permettono di superare il fondo della classifica. In vantaggio solo rispetto a Demetra Hampton e Sarah Altobello, per la Snai ha delle chance in meno anche rispetto alle sorelle Mihajlovic, mentre Eurobet gli regala qualche possibilità in più con una quota di 17.00 contro 21.00. Purtroppo la popolarità paga, anche se si tratta di Naufraghi navigati e per questo Nielsen parte zoppicante rispetto al resto del gruppo. L’unica possibilità in questo momento è riuscire a farsi conoscere, uscire dal guscio oppure unirsi a un giocatore più forte, come Luca Vismara e altri ancora. Vista la divisione delle due isole, non basta infatti avere solo un amico dalla propria parte, ma almeno cinque.

© RIPRODUZIONE RISERVATA