SUOR PAOLA, TIFOSA DELLA LAZIO/ “Sono contro la chiusura degli stadi per i cori razzisti” (Le Ragazze)

Suor Paola, la tifosa del Lazio, è tra le protagoniste della nuova puntata de Le Ragazze, il programma condotto da Gloria Guida

03.02.2019 - Emanuele Ambrosio
Suor Paola

Suor Paola torna in tv tra le protagoniste della nuovissima puntata de “Le Ragazze” in onda domenica 3 febbraio 2019 in prima serata su Rai3. La suora tifosa del Lazio è pronta a raccontare la sua storia; la storia di una ragazza che ha scelto di diventare suora nonostante il parere contrario della madre diventando poi un volto noto del piccolo schermo nella celebre trasmissione “Quelli che il calcio” condotta all’epoca da Fabio Fazio. Tutti ricorderanno Suor Paola come la tifosa del Lazio, una passione che è nata per un motivo ben preciso come ha raccontato la donna durante un’intervista rilasciata a “Famiglia Cristiana”: “l’ho sempre considerata la squadra povera di questa città”. Una storia particolare quella di Suor Paola che, dalle pagine di Famiglia Cristiana, ha raccontato di quando si è rivolta sia alla Roma che alla Lazio per chiedere sostegno per alcuni ragazzi che allenava. La suora trovò una risposta concreta solo da parte della società biancoceleste: “ci diedero il permesso di usare il loro campo di allenamento”.

Chi è Suor Paola

Volto noto della televisione italiana, Suor Paola si è fatta conoscere durante le primissime edizioni di “Quelli che il calcio” condotte con grandissimo successo da Fabio Fazio. Correva l’anno 1993 e la trasmissione di Fabio rappresentò una novità assoluta nel palinsesto televisivo diventando un programma cult amatissimo e seguitissimo da milioni di italiani. Durante il programma, infatti, era possibile seguire in diretta tutti i risultati della partite della Serie A con la partecipazione di grandi ospiti, giornalisti, allenatori, ma anche personaggi bizzarri proprio come Suor Paola, la tifosa della Lazio. Indimenticabile le partite seguite da Suor Paola che, con tanto di sciarpa biancoceleste al collo, commentava in diretta le partite dimostrando di essere anche una grande conoscitrice di calcio. Una partnership, quella tra Suor Paola e Fabio Fazio, durata ben 12 lunghi anni. La sua figura però attirò anche tantissime polemiche; in tanti non trovavano corretto il suo enorme tifo per una squadra essendo una donna legata al mondo ecclesiastico. Dopo 12 anni a Quelli che il calcio, Suor Paola ha lasciato per un bel pò il mondo della televisione per poi farci ritorno nel programma “A sua immagine”.

Suor Paola: “Vado alle feste delle Lazio ogni anno”

C’era anche Suor Paola in piazza della Libertà a Roma poco prima della tragedia. La suora, sfegatata tifosa della Lazio, non poteva perdersi la festa per i 119 della sua squadra del cuore. “Vado alla festa della Lazio ogni anno. E prima di mezzanotte era tutto tranquillo, una simpatica festa colorata come ogni anno, insieme a tanti tifosi laziali” ha raccontato all’AdnKronos la suora balzata al successo televisivo grazie a Fabio Fazio. Poi la guerriglia e gli scontri tra tifosi e carabinieri: “se fossi rimasta oltre, sarei andata a parlare con queste persone, che certamente non sono dei tifosi perché un tifoso non si incappuccia mai, per cercare di capire il perché di queste azioni vergognose”. La suora condanna i non tifosi, ma allo stesso tempo si fa portavoce di chi vive il calcio in maniera sana e per questo motivo è contraria alla chiusura degli stadi: “non mi trova d’accordo nemmeno l’ipotesi della chiusura degli stadi sui cori razzisti perché significherebbe punire tante famiglie e gente perbene che la domenica va allo stadio per vedere in tranquillità la squadra del cuore”. Per la suora è importante: “creare un incontro tra politici, giocatori, tifosi. Un faccia a faccia per fare il punto della situazione e cercare di capire dove si sta andando”

© RIPRODUZIONE RISERVATA