VIAGGIO IN PARADISO, RETE 4/ Streaming video del film con Mel Gibson (oggi, 10 marzo)

- Matteo Fantozzi

“Viaggio in paradiso” è il titolo italiano del film “Get the Gringo” realizzato negli Stati Uniti nel 2012 per la regia di Adrian Grunberg.

viaggio in paradiso 2019 film
Viaggio in paradiso

La sceneggiatura di “Viaggio in paradiso” è stata scritta da Mel Gibson, il film è diretto da Adrian Grunberg, che ha lavorato come primo assistente alla regia con Gibson in “Apocalypto”. “Viaggio in paradiso” ha ricevuto recensioni ampiamente positive. Il critico Steve Sailer di Taki’s Magazine ha trovato il film “efficace, divertente, veloce e assolutamente divertente”, sottolineando inoltre che “ricapitola argutamente la carriera di Mel”. Philip French del The Guardian ha scritto che Gibson “ritorna qui per fare ciò che sa fare meglio, interpretando un outsider divertente, psicopatico e acuto”. Tom Huddleston di Time Out London ha scritto che il film è “costruito superbamente, sceneggiato in modo essenziale e divertente”. Peter Debruge di Variety ha paragonato il film ai film di Sam Peckinpah. Ricordiamo che “Viaggio in paradiso” andrà in onda su Rete 4 partire dalle 21.30 ma sarà possibile vederlo anche instreaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

Clicca qui per il trailer del film

Curiosità sul film

Viaggio in paradiso” è il titolo italiano del film “Get the Gringo” realizzato negli Stati Uniti nel 2012 per la regia di Adrian Grunberg. che Rete 4 manderà in onda in prima serata domenica 10 marzo 2019 alle ore 21.30. Di genere azione-thriller-drammatico, la pellicola vede l’attore statunitense Mel Gibson nei panni del protagonista. Nel film hanno recitato anche Dolores Heredia, Peter Stormare, Daniel Giménez Cacho e il giovanissimo attore salvadoregno Daniel Giménez Cacho.

Viaggio in paradiso, la trama del film

Andiamo a vedere la trama di Viaggio in paradiso. A bordo della loro auto, due astuti rapinatori tentano di arrivare in Messico per sfuggire alla polizia degli Stati Uniti e salvare un ingente carico di denaro proveniente da operazioni illecite. Sono due milioni di dollari che fanno molto gola ai corrotti poliziotti messicani; per impossessarsi del ghiotto bottino, gli agenti approfittano della morte naturale di uno dei rapinatori e arrestano l’altro fuggitivo adducendo un’accusa banale. Il rapinatore, che si fa chiamare Gringo, viene trasportato nelle prigioni di “El Pueblito”. Gringo si rende conto che non sarà facile sfuggire ai controlli della polizia; per evadere dal carcere l’unica cosa da fare è corrompere le persone giuste offrendo loro dei soldi. Le guardie sono tutte sottomesse ad un detenuto particolare, il bosso Javi, un uomo che incute timore e pretende rispetto. Proprio mentre sta rubando del danaro, Gringo viene visto da un bambino che lo asseconda e tra loro due nasce una complicità immediata. Il ragazzino ha appena dieci anni, suo padre è stato molti anni in prigione e poi è stato ammazzato perché il suo fegato serviva a Javi che aveva bisogno di un trapianto. Il bambino gode della protezione interessata del boss che, essendo ancora cagionevole di salute, già pensa ad un altro eventuale trapianto. Ascoltata la storia del ragazzino, Gringo lo rassicura e gli promette di vegliare su di lui e sulla sua incolumità, e di tenere a bada Javi. Nel frattempo Gringo fa sapere ai suoi compagni che i poliziotti messicani hanno portato via il carico di danaro. In realtà i soldi appartenevano a Frank, un pericoloso boss che già aveva avvicinato i due agenti di polizia corrotti pretendendo la restituzione dei milioni. Si scopre che i milioni erano quattro e che una parte dei soldi è finita nelle mani degli uomini di Javi; ha inizio una serie di rappresaglie tra le due bande. Frank e i suoi fedeli compagni irrompono nella prigione di “El Pueblite” e sparano all’impazzata; Gringo interviene e salva la vita al fratello del boss Javi meritando la sua riconoscenza. Infatti, grazie a Javi, adesso Gringo può lasciare il carcere per andare negli Stati Uniti a cercare Frank e ucciderlo. Portato a termine la sua missione, Gringo viene a sapere che Javi sta per sottoporsi ad un altro trapianto di fegato; ritorna nella prigione, trascina con sé il ragazzino insieme alla madre, li carica su un’ambulanza in sosta fuori dal carcere e li porta lontano, in salvo. Intanto l’auto che era servita ai due rapinatori per fuggire viene rinvenuta da uno sfasciaarrozze, Gringo ritrova i due milioni ancora nascosti nell’abitacolo della macchina. Grazie a questo danaro potrà pensare ad un futuro agiato da vivere insieme al bambino e a sua madre.

Il trailer del film



© RIPRODUZIONE RISERVATA