Flavio Montrucchio/ “Da ragazzo ero bruttino, ho sofferto!”, su Alessia Mancini dice…

- Valentina Gambino

Flavio Montrucchio e Alessia Mancini sono una delle coppie più affiatate ed unite del mondo dello spettacolo italiano.

flavio_montrucchio_instagram
Flavio Montrucchio (Instagram)

Flavio Montrucchio e Alessia Mancini sono una delle coppie più affiatate ed unite del mondo dello spettacolo italiano. Lui, dopo il Grande Fratello e tante fiction, ha deciso di virare verso la conduzione. Ecco perché, dal 19 marzo sarà al timone di Primo appuntamento 3, il programma in onda sul canale 31 del digitale terreste (Real Time), che prima veniva condotto da Gabriele Corsi. Farà incontrare i single in cerca dell’anima gemella ma lui, l’altra metà della mela l’ha incontrata anni fa. Dal 2003 è sposato con Alessia Mancini che lo ha reso padre di Mya e Orlando, di dieci e tre anni. Intervistato tra le pagine di Nuovo, racconta del primo incontro con l’ex Velina. “È stata una serata speciale, che non potrà mai dimenticare. Era Capodanno di 18 anni fa. Ci eravamo già incontrati, ma avevano scelto quel giorno romantico per il nostro primo appuntamento. Quella sera io avrei dovuto lavorare: avevo appena finito il Grande Fratello 2, ma rifiutai di fare tre serate in discoteca, dandomi malato pur di stare insieme a lei”. Naturalmente, a distanza di anni è assolutamente cosciente che ne sia valsa la pena.

Flavio Montrucchio debutta come conduttore

Il primo bacio tra Alessia Mancini e Flavio Montrucchio è avvenuto sotto il vischio. Successivamente, il conduttore intervistato da Diva e Donna, ha svelato i segreti del primo appuntamento perfetto: “Deve avvenire a cena, che è l’habitat perfetto, e tu ti devi sentire un po’ Claudio Bisio, perché devi far ridere chi ti sta davanti. È da un sorriso, da una risata che nasce l’empatia”. Tra gli errori invece, il buon Flavio segnala il parlare troppo, aggiungendo anche l’uso eccessivo del telefonino. “Infine, il conto lo deve pagare l’uomo. Sarò anche un po’ all’antica, ma per me deve essere così. Qualcuno potrebbe storcere il naso nell’epoca della parità dei sessi, ma per me è una forma di eleganza da cui non posso prescindere. Al limite la donna può cominciare a pagare quando il rapporto è già consolidato, ma in una fase di corteggiamento no”. Con il nuovo programma in partenza, aiuterà le coppie a trovare l’affinità: “Osservo le strategie di conquista, commento. Quando noto che l’intesa fatica a decollare, in certi casi intervengo: mi presento al tavolo e spiego quello che secondo me non funziona”, precisa tra le pagine di DiPiù TV, per poi aggiungere: “Il suggerimento è non darsi subito per vinti. Io le ho passate tutte: da ragazzo ero bruttino e ho sofferto…”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA