Mara Venier, nonna rock fan di Celentano/ “Pazza dei nipoti! Adriano? Non si tocca!”

- Valentina Gambino

Mara Venier, nonna rock pazza dei nipotini e fan di Celentano: ecco come difende Adriano dalle critiche.

Mara Venier
La conduttrice Mara Venier

Mara Venier si è confidata tra le pagine del settimanale Oggi. La bionda conduttrice di Domenica In, ha parlato anche del suo bellissimo ruolo da nonna, considerandosi proprio “rock” ed anche scherzosamente “rimbambita” (per essersi totalmente abbandonato all’affetto del nipote). “Con mio nipote Giulio, che ha 16 anni, sono una nonna rock”, racconta nella sua intervista concessa all’amico Alberto Dandolo. Poi parla anche della figlia Elisabetta Ferracini e del suo ruolo di madre: “E’ la migliore delle mamme possibili. È attenta, premurosa e anche giustamente severa”. Lei invece, avendo il ruolo di nonna, si presenta molto più “morbida” e permissiva: “Io invece lo assecondo nelle sue piccole trasgressioni. Se un giorno non ha voglia di studiare non lo bacchetto. Anzi, lo invito a godersi la giornata vivendosi le sue passioni”. Proprio per questo motivo, Elisabetta si arrabbia con lei: “Certo, ma appartiene al gioco delle parti. Le mamme educano e le nonne concedono. Nulla di più naturale”, racconta.

Mara Venier, nonna rock e fan di Celentano

Mara Venier nell’inedito ruolo di nonna, oltra a parlare del nipotino Giulio, racconta delle emozioni vissute diventando nonna per la seconda volta. Sul nipotino che le ha dato l’altro figlio Paolo, afferma: “Con Claudietto, il piccolo di casa, mi sono completamente rimbambita. Pensa che a volte vado di nascosto al nido. Mi metto dietro al vetro solo per guardarlo giocare e saperlo felice”. Poi la Venier, tra le pagine di Oggi, svela in anteprima la decisione di lavorare ad una fiction TV proposta dall’amica Claudia Mori, anche moglie di Adriano Celentano (“Sì, si chiamerà La fioraia del Giambellino. Un progetto che mi entusiasma assai”). In merito ad Adrian e l’ipotetico flop di cui tutti parlano, Mara ha un suo preciso punto di vista, prendendo pubblicamente le difese del molleggiato: “Se fossi stata ancora in Mediaset vi avrei partecipato con piacere. I miti, gli artisti veri non vanno mai giudicati, ma solo compresi. Vanno rispettati. Senza se e senza ma”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA