Red Canzian/ “Gli amori dei 20 anni si possono anche raccontare” (Domenica In)

- Fabiola Iuliano

Red Canzian ripercorre a Domenica in i flirt dei suoi 20 anni. Ecco gli amori veri e presunti dell’amata voce dei Pooh.

red canzian domenica in
Red Canzian a Domenica In

Red Canzian apre il suo intervento a Domenica In con un omaggio a sua moglie Beatrice Niederwieser. Il cantante dà infatti il via alla pagina dedicata alla sua carriera con il brano scritto proprio per la sua amata, “Cercando di te”: “Il secondo tempo della vita è bello, importante, positivo – fa notare Canzian nel salotto di Mara Venier – la forza di un rapporto non è fatta solo di momenti belli, ma di condivisione di momenti difficili. Ultimamente – continua l’ex dei Pooh – mi è stata molto vicina, così come la mia famiglia”. Il passato sentimentale di Red Canzian è stato recentemente al centro dell’interesse mediatico a causa di alcune dichiarazioni rilasciate nel corso di “Ora o mai più”, dove in molti hanno sottolineato il suo fascino da latin lover e i suoi flirt del passato: “Gli amori dei 20 anni si possono anche raccontare – ricorda il cantante – ho avuto delle storie tutte molto belle, di cuore”.

“Ornella Vanono? Le ho mandato dei fiori”

Nell’intervista concessa a Domenica In, Red Canzian coglie l’occasione per smentire alcuni flirt di gioventù che gli sono stati attribuiti nelle ultime settimane. Uno fra tutti quello con una delle protagoniste più amate di “Ora o mai più 2”, Ornella Vanoni: “Ma no, le ho mandato dei fiori – precisa Canzian – anche a Michelle Hunziker ho mandato dei fiori quando lavorava con me, perché sono un uomo galante”. Canzian parla inoltre del breve flirt di gioventù con Donatella Rettore: “Avevamo 13 anni, io andavo a scuola. Le ho dato un bacio e le sono venute tutte le macchie sul collodi emozione”. Oggi Red Canzian ha trovato la serenità accanto a Beatrice Niederwieser: “La nostra storia nasce da due famiglie, due coppie amiche, volevamo riuscire a mettere insieme i pezzi affinché nessuno soffrisse più del dovuto […] abbiamo cercato di farlo in maniera molto cosciente, tenendo presente che i figli non devono soffrire per le scelte dei grandi, devono essere tutelati”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA