VITTORIA PUCCINI/ “La Carriera? Ho detto dei no, ma non sono pentita” (Domenica In)

- Fabio Belli

Vittoria Puccini si racconta a Domenica In: la carriera, i no dei quali non si è mai pentita e l’amore per la sua famiglia

vittoria opuvccini
Vittoria Puccini

Vittoria Puccini si è raccontata nel salotto di Domenica in ripercorrendo il suo passato. Oggi, infatti, la vita l’ha resa una persona molto diversa, che mette al centro del suo mondo la sua professione e che sa anche divertirsi: “il desiderio di non deludere il pubblico c’è sempre – ha spiegato l’ospite nel programma di Mara Venier – speri sempre di poter fare film che possano commuovere, coinvolgere, suscitare emozioni nel telespettatore […] io sono riuscita crescendo a lasciarmi andare”. Nelle sue parole, anche un’analisi della sua lunga carriera nel mondo dello spettacolo: “Ho sempre cercato di interpretare dei ruoli che riuscivo a comprendere – ha spiegato nel salotto di Rai 1 – il fatto di essere attrice ti permette di esplorare territori […] Nella carriera – ha ricordato inoltre – ho detto dei no, se me ne sono pentita? Non ho ricordi di questo tipo, alla fine ho fatto le scelte giuste”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

IL NUOVO FILM

L’attrice Vittoria Puccini sarà tra gli ospiti principali della puntata di Domenica In del prossimo 24 marzo. La Puccini dal 28 marzo sarà protagonista di una nuova fiction molto attesa, “Mentre ero via”, 6 puntate che racconteranno una donna particolarmente coraggiosa. La protagonista della storia infatti si ritroverà ad uscire dopo 4 mesi dal coma, in cui era caduta a causa di un grave incidente, e dovrà dunque rimettersi in gioco e riprendere le redini della propria vita in mano. Una performance di particolare intensità per Vittoria Puccini che resta senza ombra di dubbio una delle attrici maggiormente apprezzate in assoluto della fiction italiana. Ma in una recente intervista rilasciata al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, Vittoria Puccini ha raccontato di aver sofferto e lavorato duramente per raggiungere i risultati professionali e personali ottenuti, attraversando anche momenti molto difficili legati in particolare agli anni della sua gioventù.

VITTORIA PUCCINI, LA SVOLTA DELLA MATERNITA’

In merito a questo, Vittoria Puccini ha spiegato: “Non mi sentivo accettata ma non era vero. Ero schiacciata dal mio non sentirmi all’altezza degli amici. Poi per fortuna sono cambiata e ho raggiunto un po’ di sicurezza.” La maturità e soprattutto la maternità hanno aiutato Vittoria Puccini a rompere il muro delle sue insicurezze: l’attrice ha avuto dal collega Alessandro Preziosi una figlia nel 2006, Elena, che l’ha aiutata ad aprire una fase nuova e serena della propria vita e che ora è diventata la principale supporter della mamma, aiutandola in casa a provare le scene che dovrà poi recitare sul set: “Per ora non posso lamentarmi, Elena è meravigliosa e contrasti all’orizzonte non ce ne sono! Faccio la mamma: per me il massimo è avere la giornata libera per andare a prendere Elena a scuola, pranzare con lei, portarla a danza. Ecco, l’attività da mamma è quella che mi rilassa,” ha raccontato la Puccini nell’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni, sottolineando come proprio la normalità familiare l’abbia portata  a raggiungere una realizzazione personale che le ha regalato sicurezza e serenità anche sul fronte lavorativo.

LA PASSIONE PER LA CUCINA

Ma per Vittoria Puccini la presenza a Domenica In potrebbe essere una buona occasione per parlare anche di una sua nuova grande passione, la cucina, alla quale si sta dedicando con buoni risultato, tanto da riuscire già ad essere una specialista nella preparazione di piatti semplici ma gustosi come la pasta con il tonno, la crema di melanzane e menta, le seppie in umido e la vellutata di piselli. Ha raccontato l’attrice proprio nella sua più recente intervista: “Cucinare mi piace da morire! Ultimamente mi è presa una fissazione con un gruppo di amici: facciamo a gara nello sperimentare nuove ricette. Non è proprio una gara dichiarata ma quando uno va a dall’altro commenta. Quando organizzo da me ho un’ansia da prestazione pazzesca e sto male da giorni prima.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA