Macron, “Italia-Francia? Peripezie non gravi”/ “Andiamo oltre” (Che tempo che fa)

- Dario D'Angelo

Fabio Fazio intervista Emmanuel Macron: il conduttore vola all’Eliseo dal presidente francese. Polemiche in Italia (Che tempo che fa)

fazio macron 2019 twitter
Fabio Fazio ed Emmanuel Macron (foto Twitter)

C’era grande attesa per l’intervista di Fabio Fazio ad Emmanuel Macron e si può dire che il dialogo tra il conduttore di Che tempo che fa e il Presidente della Repubblica francese non abbia deluso le attese almeno in fatto di temi toccati. Tra i rilievi di natura politica non si poteva evitare di parlare delle ultime diatribe che hanno coinvolto Italia e Francia. Macron in questo senso ha dimostrato di essere intenzionato a superare ogni tensione:”Le peripezie più recenti non sono gravi:dobbiamo andare oltre. Ci sono state affermazioni un po’ eccessive. Per questo ho voluto chiamare il presidente Mattarella e invitarlo a venire qui in Francia. Il 2 maggio saremo insieme a Parigi per il 500simo anniversario della morte di Leonardo da Vinci e parlare con i giovani”. Macron ha sottolineato più volte il ruolo di “garante” dei rapporti tra Italia e Francia di Mattarella, distinguendo la relazione bilaterale tra i due Paesi da quella col governo:”La paura dell’apertura può portare alla chiusura. La risposta non sia l’Europa dei nazionalismi: nessun Paese, nè l’Italia nè la Francia, potrà risolvere i propri problemi ripiegandosi su se stessi, ma insieme agli altri”. (agg. di Dario D’angelo)

FAZIO INTERVISTA MACRON

Fabio Fazio intervista Emmanuel Macron. E’ questo il colpaccio del conduttore di Che tempo che fa, volato all’Eliseo per un’esclusiva con il capo di Stato francese. Un dialogo che arriva in un momento quanto mai delicato per i rapporti Italia-Francia, soprattutto in vista della prossima scadenza elettorale, le elezioni Europee di maggio. Le tensioni tra “cugini”, infatti, hanno rasentato livelli mai visti nelle ultime settimane: prima gli attacchi di Matteo Salvini con la richiesta di estradizione dei terroristi italiani presenti in Francia, poi le polemiche del MoVimento 5 Stelle sul “franco coloniale” in alcuni Paesi africani, infine la goccia che ha fatto traboccare il vaso, l’incontro tra Di Maio e uno dei leader dei gilet gialli che per settimane hanno messo Parigi e l’intera Francia a ferro e fuoco. Tutti atteggiamenti che hanno portato i transalpini al ritiro dell’ambasciatore a Roma, salvo ripristinare i normali rapporti diplomatici grazie ad una telefonata fra il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e lo stesso Macron all’interno della quale è stata ribadita l’importanza per entrambi i Paesi della relazione franco-italiana.

FABIO FAZIO INTERVISTA MACRON: LA PARTITA DELLA TAV

Ma quali saranno gli argomenti principali dell’intervista di Fabio Fazio con Emmanuel Macron? Secondo Le Figarò, il presidente francese parlerà dei legami di amicizia tra Francia e Italia, in particolare della sua relazione personale con il Belpaese e la sua cultura. Europa, migrazione, ambiente e sfide economiche e sociali saranno oggetto del dialogo tra i due, ma è inevitabile che uno dei punti principali dell’intervista sarà la Tav, il progetto dell’alta velocità Torino-Lione che coinvolge Italia e Francia e che il governo nostrano mette in dubbio. Con ogni probabilità Emmanuel Macron ribadirà l’importanza di completare un’opera per cui sono stati già avviati i lavori, cercando di inserirsi tra i due alleati di governo italiano: da una parte il MoVimento 5 Stelle, fermamente contrario al progetto, dall’altra la Lega, favorevole alla sua realizzazione. Difficile, però, che Macron trovi particolari sponde in Salvini: i due non si amano e non ne fanno mistero, con il leader del Carroccio che è alleato in Francia della più grande oppositrice di Macron: Marine Le Pen.

POLEMICHE MELONI E FDI

Quando si è diffusa la notizia che Fabio Fazio avrebbe intervistato Emmanuel Macron si è prontamente levato un coro di polemiche da quelle formazioni politiche storicamente ostili al presidente francese. Tra queste spicca su tutti Fratelli d’Italia, che con il capogruppo alla Camera, Francesco Lollobrigida, ha attaccato:”A quanto ammontano le spese totali del viaggio all’Eliseo per la realizzazione di questa intervista? I cittadini hanno il diritto di sapere in che modo vengono utilizzati i soldi del servizio pubblico”. Gli ha fatto eco la numero uno di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni:”Fabio Fazio, ti facciamo una richiesta ufficiale: chiedi conto nel servizio pubblico italiano delle politiche neocoloniali che la Francia porta avanti in Africa. E chiedi conto della ragione per la quale la Francia non consente a queste Nazioni di crescere, salvo poi fare a noi le lezioni di morale perché non siamo ‘abbastanza accoglienti’ con gli africani”. La Meloni insiste:”Perfettamente in linea con una sinistra ormai abituata a fare più gli interessi dei francesi che quelli degli italiani Fabio Fazio ci informa che la prossima domenica intervisterà a “Che tempo che fa” il presidente francese Emmanuel Macron. Per carità, è un buon colpo per la televisione di Stato italiana. Proprio perchè si tratta della televisione di Stato italiana, però, mi corre l’obbligo di segnalare a Fabio Fazio che tre giorni fa il Parlamento ha approvato una parte della mozione di Fratelli d’Italia che impegna il governo italiano e l’Italia ad andare in Europa a chiedere conto a Macron delle politiche neocoloniali che la Francia porta avanti in Africa, del franco Cfa, la moneta che viene stampata dai francesi per 14 Nazioni africane e su cui viene applicato il signoraggio e del controllo dell’economia di queste Nazioni da parte della Francia, che stampa moneta e pretende che nelle proprie tasche finisca il 50% del valore delle esportazioni di questi Paesi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA