Manila Gorio, chi è/ “Manager dei vip? No, vorrei essere come Barbara d’Urso”

- Silvana Palazzo

Manila Gorio, chi è il presunto flirt di Chando Luna: non chiamatela manager dei vip. “No, vorrei essere come Barbara d’Urso”

manila gorio instagram
Manila Gorio (Instagram)

Il presunto flirt con Chando Erik Luna, fidanzato (ancora?) di Grecia Colmenares, ha riacceso i riflettori su Manila Gorio, trans pugliese nato Tonino Giangregorio che è diventato famoso per l’amicizia con Patrizia D’Addario, ai tempi degli scandali che hanno travolto Silvio Berlusconi. Per un motivo o per l’altro finisce periodicamente al centro delle cronache. Qualcuno la considera la Lele Mora al femminile, perché è manager di ex gieffini e tronisti, tra vecchie e nuove glorie. Da Mauro Marin a David Luoen passando per Tullio Tomasino e Massimo Scattarella, sono tanti gli ex concorrenti che si sono affidati al suo progetto imprenditoriale. Lei si prende cura di loro, ma qualche volta nascono presunti flirt. Tempo fa si diceva che fosse contesa da Remo Nicolini e Biagio D’Anelli, poi è stata accostata all’ex gieffino Nathan Lelli. Ora invece si parla di Chando Erik Luna e del presunto tradimento di quest’ultimo proprio con Manila Gorio. Anche con lui è stata paparazzata mentre si scambia dolci e tenere effusioni…

MANILA GORIO “VORREI ESSERE COME BARBARA D’URSO”

A Manila Gorio non piace essere chiamata “manager dei vip”. Quel che è certo è che è una pr pugliese, conosciuta soprattutto perché cura le pubbliche relazioni di tanti ex concorrenti di reality targati Mediaset, come Grande Fratello e Isola dei Famosi, nonché di ex tronisti, corteggiatori e corteggiatrici di Uomini e Donne. Ma in passato ha parlato di Barbara d’Urso. «È una persona molto carina nei miei confronti, molto educata e molto gentile: ogni volta che ci “whatsappiamo” è di una carineria unica. Mi diverto con le imitazioni: ogni tanto gliele mando e lei sorride», raccontò a Televisionando. E spiegò perché finora non ha mai partecipato ai suoi programmi: «Barbara è una grande professionista e rispetta il mio punto di vista. Ha capito che non ho nulla da raccontare in questo momento verso quel tipo di linea editoriale che ha VideoNews nei confronti dei transessuali. Probabilmente mi inviterà quando mi fidanzerò, starò per avere un figlio, un matrimonio. Sta aspettando il momento giusto in cui vada a raccontare un un pezzo di me che sia diverso dalla condizione transgender. Sono convinta che Barbara mi inviterà e io avrò piacere di accettare l’invito». Sui paragoni con Lele Mora spiega: «Come lui non ci sarà mai più nessuno, è stato un grande e ha creato veramente tanto. Ma non ho l’interesse di fare per forza la manager di qualcuno. Sarei più contenta se mi definissero la PR dei vip, l’amica dei vip. Un po’ come fa Barbara D’Urso: conduce Domenica live, Pomeriggio 5 e conosce 3000 personaggi famosi perché vanno nel suo contenitore».



© RIPRODUZIONE RISERVATA