MATIAS CAVIGLIA/ Video, in punizione e ultimo della settimana (Il Collegio 3)

- Maria Laura Leo

Matias Caviglia, studente de Il Collegio, finisce in punizione per aver oltrepassato il “limite della democrazia” e conclude la settimana come ultimo della classe. Si rifarà martedì 5 marzo?

matias caviglia il collegio 2019 IG
Matias Caviglia, Il Collegio 3

Matias Caviglia è uno dei protagonisti de Il Collegio, il reality show di Rai Due, condotto dalla voce narrante di Giancarlo Magalli, che catapulta un gruppo di adolescenti nel 1968, all’interno di una scuola in cui resistono ancora regole ferree e insegnanti integerrimi. La prossima puntata sarà trasmessa martedì 5 marzo, ma prima di scoprire cosa succederà, ricordiamo insieme come se l’è cavata il giovane Caviglia nella scorsa puntata. Matias è stato tristemente protagonista dell’ultima settimana per via del suo scarso rendimento scolastico. Il ragazzo, infatti, è stato il peggiore della classe, accompagnato da Cora Fazzini, anche lei costretta a vedere la sua foto accostata a quella di un asino. Matias è così abituato ad essere l’ultimo della classifica scolastica, da non avere quasi reazioni. Anzi, sorridendo dice: “Ancora ultimo, non ci posso credere”, riferendosi ai suoi trascorsi come “asino” della classe. Le sue interrogazioni, del resto, non sono state per niente sufficienti e pare che l’unico motivo trovato da Matias per impegnarsi a scuola sia il messaggio lasciato da Michael, espulso dalla scuola, che dice “Fai gli esami anche per me”. Sarà davvero in grado, il giovane Caviglia, di mantenere la promessa?

Il professor Maggi a Matias Caviglia: “Nella democrazia c’è un limite”

Matias Caviglia è stato protagonista della settimana anche per una punizione che l’ha portato nell’ufficio del preside. Dopo aver scampato l’espulsione per essersi tagliato i capelli da solo, Matias si mette di nuovo nei guai, ancora una volta con la complicità dei compagni di classe, ma adesso macchiandosi personalmente della colpa imputatagli. In attesa dell’arrivo della professoressa di Matematica Maria Rosa Petolicchio, i ragazzi decidono di farle uno scherzo, scrivendo alla lavagna un messaggio d’amore da parte di un improbabile ammiratore che non conosce assolutamente la grammatica. La lezione successiva, però, viene tenuta dall’insegnante di Italiano ed Educazione Civica Andrea Maggi, che non apprezza l’ironia della situazione. Si rivolge alla classe per individuare il colpevole, ma nessuno ha il coraggio di farsi avanti. Sarà solo la richiesta avanzata al responsabile di cancellare quanto scritto che smaschererà Matias, autore del dispetto. Caviglia, infatti, si alza per eseguire gli ordini, Maggi comprende che la colpa è sua e lo manda fuori. “In una democrazia è importante conoscere il limite”, dice il professore.

La punizione del riscatto di Gabriele

Matias Caviglia viene convocato dal preside, prontamente informato dell’accaduto in classe. Il dirigente scolastico Paolo Bosisio è profondamente deluso, ancora una volta, dal comportamento dell’allievo de Il Collegio, tant’è che quest’ultimo teme di essere espulso. Il preside, però, si limita a punirlo, invitandolo a ricopiare per 5 volte i primi 12 articoli della Costituzione italiana. Matias accetta la punizione, pur sostenendo di non essere stato l’unico responsabile, ma di aver compiuto quel gesto insieme ai suoi compagni. Sull’accaduto si pronuncia anche Gabriele De Chiara, già protagonista di una discussione con Matias circa il suo isolamento dopo la faccenda della Banda del pelo. “Io ho solo proposto di scrivere qualcosa alla lavagna”, dice De Chiara discolpandosi. Il ragazzo, del resto, ha ricambiato il favore all’amico, che dopo essere stato dichiarato innocente dal preside, ha lasciato da soli lui ed Evan con il rischio dell’espulsione per essersi tagliati i capelli da soli. Per Gabriele, infatti, la responsabilità andava spartita tra tutti e quattro i membri della “banda”, quindi anche con Matias e Michael, i quali, al contrario, sono usciti dall’aula magna sorridendo per aver scampato il pericolo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA