Paolo Bargiggia, video scherzo Iene/ La figlia guida ubriaca e va a 200 km/h!

Paolo Bargiggia, vittima scherzo Iene: il giornalista Mediaset viene colpito su una sua grande debolezza, ovvero la macchina!

paolo bargiggia scherzo iene
Paolo Bargiggia vittima dello scherzo de Le Iene

Dopo Francesco Facchinetti e Linus, è il turno di Paolo Bargiggia come vittima dello scherzo de Le Iene. Il giornalista di Mediaset è stato colpito nel suo punto debole, ovvero la sua macchina: la figlia Giulia è stata complice del programma in onda su Italia 1 e ha fatto credere al papà di aver preso tantissime multe nel giro di una notte di folle divertimento. La giovane mesi fa ha preso la macchina di Paolo con le chiavi di scorta e le finte infrazioni sono di grandissimo rilievo dal punto di vista penale: dopo aver bevuto una bottiglia di vodka, avrebbe preso una sanzione per aver sfrecciato sul raccordo a 191 km/h dove il limite è di 90 km/h, per poi parcheggiare la macchina al posto dei disabili.

PAOLO BARGIGGIA VITTIMA DELLO SCHERZO DE LE IENE

«Lo fanno i tossici, adesso che dovresti fare il salto di qualità fai le cazzate che fanno i dodicenni», il commento del giornalista Mediaset di fronte alla confessione di Giulia. La figlia allora decide di parlargli delle multe: «Devi giurare che non ti arrabbi», il suo esordio, spiegando che «ogni mattina, da una settimana, andavo a casa tua nella casella della posta con le chiavi perché avevo paura…». Ed ecco la multa per i 191 km/h: «Tu vai in giro a ubriacarti con le bottiglie e poi fai queste cazzate qua». Bargiggia è duro: «Ma son cazzi tuoi! Adesso non usi più la mia macchina ovviamente». E prosegue: «Sei una cretina, sei un’ubriacona: io devo coprirti su una cosa del genere, ma sei scema?». Giulia gli chiede di dire alle autorità che c’era lui alla guida: «Io vado a lavorare e sto senza patente? Ma sei scema? Cosa faccio? Becco il licenziamento da Mediaset perché non vado a lavoro? Ma che dignità hai che dici a tuo padre, a 56 anni, di farsi bloccare la patente». Ma non finisce qui: si presentano i finti vigili con un ordine di sequestro della macchina e un carro attrezzi. Dopo aver contattato la Prefettura, Paolo Bargiggia si rivolge agli uomini incaricati del sequestro: «Voi non potete sequestrare se non avete un verbale di sequestro. Io vi denuncio». Intervengono allora le Iene per chiedere spiegazioni su quanto accaduto: «Io questa macchina non la guidavo, non c’è nessuna scusa, la macchina è in uso a molte persone della mia famiglia, in questo caso ha guidato mia figlia. Sono cose brutte che non devono capitare». E solo a quel punto gli rivelano che è tutto uno scherzo… Clicca qui per vedere il video.



© RIPRODUZIONE RISERVATA