Maria Raco, prova di coraggio/ Video, la Brutta come una “Sirena” (Ciao Darwin)

- Matteo Fantozzi

Maria Raco è protagonista della prova di coraggio a Ciao Darwin 2019 per la fazione dei Brutti. Si presenta come una 27enne che viene dalla Calabria

maria oraco 2019 tv
Maria Raco, prova di coraggio
Pubblicità

Maria Raco è protagonista della prova di coraggio a Ciao Darwin 2019 per la fazione dei Brutti. Si presenta come una 27enne che viene dalla Calabria, ma non ci racconta molto di lei. A dire il vero più che una brutta ragazza, verrebbe dire che è un tipo visto che comunque nell’insieme può sicuramente piacere. Forse a farla finire nella fazione dei Brutti è stato un leggero difetto alla vista che la penalizza un po’ e la mancanza di appariscenza. Sui social network però sono molti quelli che hanno sottolineato come non si capisca il motivo del suo schieramento nella fazione dei Brutti. Si sa però che il programma condotto da Paolo Bonolis e Luca Laurenti lavora un po’ sugli stereotipi e ci gioca, così fa piacere che una giovane ragazza come Maria abbia accettato di partecipare tra i Brutti mettendosi in gioco e accettando subito di partecipare alla prova di coraggio.

Pubblicità

MariaRaco, prova di coraggio: Video, la Brutta come una “Sirena” (Ciao Darwin)

Maria Raco affronta la prova di coraggio a Ciao Darwin 2019 con grandissima personalità, nonostante come la sua collega dei Belli sia in preda al panico. La prova è di quelle complesse e non facili da gestire, così la ragazza trainata da un cavallo inizia a urlare in maniera molto particolare tanto da portare Paolo Bonolis a sottolineare che è come sentire una sirena che recita la stessa vocale ripetutamente. Maria di certo non ha brillato per personalità, ma è stata anche lei molto coraggiosa come Martina e ha portato a casa la prova con pieno merito. Come la sua dirimpettaia ha esitato al momento di iniziare e quando Paolo le chiede prima di iniziare se vuole ripensarci, lei decide di scendere in campo lanciando però un ultimo saluto a suo fratello, sua madre e suo padre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità