“Che tempo che fa fuori dai palinsesti di Rai 1”/ Fabio Fazio tornerà su Rai 3?

- Silvana Palazzo

“Che tempo che fa fuori dai palinsesti di Rai 1”, la notizia clamorosa lanciata da Dagospia. E ora partono le ipotesi: Fabio Fazio tornerà su Rai 3?

fabio fazio luciana littizzetto che tempo che fa 2018
Fabio Fazio e Luciana Littizzetto a Che tempo che fa

Fabio Fazio fuori dai palinsesti di Raiuno? Il suo programma “Che tempo che fa” rischia di non andare più in onda sulla ree ammiraglia, per la gioia di Matteo Salvini, con il quale è in atto da mesi un’aspra battaglia. La notizia, che se confermata sarebbe clamorosa, è stata lanciata da Dagospia, secondo cui Fabio Fazio «sarebbe uscito dai palinsesti di RaiUno in via di definizione per il prossimo anno». Una “bomba atomica” sganciata dal sito di Roberto D’Agostino, sempre informatissimo sul mondo televisivo. Al momento non è chiara la destinazione del programma di Fabio Fazio, ma potrebbe tornare su Rai 3. Proprio ieri il ministro dell’Interno aveva dichiarato di non avere alcuna intenzione di partecipare alla trasmissione. Il leader della Lega, intervenendo alla Convention del partito del Lazio, ha ribadito: «Le regole della par condicio prevedono che da Fazio ci debbano andare i quattro leader. Penso che per coerenza e rispetto agli italiani io da Fazio non ci andrò a meno che non si dimezzi lo stipendio».

“CHE TEMPO CHE FA FUORI DAI PALINSESTI DI RAI 1”

Fabio Fazio resta dunque uno dei bersagli preferiti di Matteo Salvini. Riceve puntualmente attacchi frontali dal ministro dell’Interno, il quale non ha mancato di sottolineare che non ha alcuna intenzione di andare ospite a “Che tempo che fa”, nonostante le regole della campagna elettorale per le prossime elezioni europee di maggio impongano un suo passaggio nel programma in onda la domenica sera sulla rete ammiraglia. Il leader della Lega batte sull’argomentazione che più fa gioco alle convinzioni del suo elettorato e continua a battere sullo stipendio del conduttore, che il vicepremier continua a ritenere troppo alto. Non è da escludere che il vicepremier stia gettando le basi per un piccolo evento mediatico. Un suo cambio di decisione porterebbe ad un confronto televisivo che finirebbe per somigliare molto a quello tra Silvio Berlusconi e Santoro a “Servizio Pubblico”, alla vigilia delle elezioni del 2013.



© RIPRODUZIONE RISERVATA