THE VOICE OF ITALY/ La musica batte sul Due… secondo Simona Ventura

- Angelo Oliva

Nuova edizione del talent show The Voice of Italy, torna sulla Rai Simona Ventura

The Voice of Italy ilSonico
The Voice of Italy 2019

La musica batte sul Due. Con questo slogan riparte da mercoledì 23 aprile il nuovo talent targato Rai the Voice of Italy. A coniarlo, Simona ventura, da poco rientrata in “mamma RAI” grazie a Carlo Freccero (direttore di RAI 2), lo stesso che fece decollare la sua carriera anni fa. Al timone del talent che ha conquistato 500 milioni di spettatori in tutto il mondo, Simona Ventura segna una vera svolta nella conduzione, ponendosi come punto di riferimento per le diverse e spiccate personalità dei quattro Coach, figli di mondi musicali diversi. In realtà, in nessuna edizione di The Voice al mondo, esiste un conduttore. Forse è proprio questa la novità.

 I Coach

Quattro artisti. Quattro personalità e mondi diversi. Comune denominatore: la determinazione nel voler vincere la sfida del talent e portare una nuova voce nel panorama musicale italiano.

Elettra Lamborghini, famosa nel latin pop internazionale, ma soprattutto, ricca ereditiera. Probabilmente, la rivelazione di questa edizione. 

“Ho sempre voluto partecipare ad un programma come questo e ne sono entrata a testa alta,” dichiara“E poi qui, i difetti non contano, anzi, ci rendono speciali.”

Gigi d’Alessio, l’uomo definito da Morgan “l’idolo dei cardio-chirurghi” per la sua spiccata ricerca del cuore e della melodia all’italiana nei talenti.

“Credo che questo programma abbia sempre cercato una luce,” commenta in conferenza stampa,“Simona è il sole e noi Coach siamo i pianeti. Siamo una grande famiglia che, con professionalità, vuol far vincere The Voice, creando qualcosa che duri nel tempo. Noi ci saremo in prima persona, anche dopo lo show”. 

Gue Pequeno, simbolo e riferimento del Rap e dell’Urban Music italiana.

“Dopo essere stato riconosciuto come Urban Artist, ho una nuova e grande opportunità” ci racconta scambiando due battute, “Mi piacerebbe sviluppare talenti con la mia etichetta. Potrei anche trovarli qui.” 

Morgan(Marco Castoldi), istrionico ed eclettico artista del pop-rock ma, a suo dire, riduttivo come etichetta. Il veterano dei talent show avendo presidiato tutti quelli presenti in Italia.

“La RAI mi ha messo alla porta. la RAI mi riapre la porta.” Ci svela ai nostri microfoni,“ Sono contento. E’ come un campo sportivo dove praticare la propria professionalità, il proprio dissenso costruttivo. Un posto di professionisti, e lo dico con cognizione di causa. Mi sento a casa.”

Il Format

Questa edizione di The Voice of Italy racchiude molte novità, soprattutto nel meccanismo di gara. La nuova edizione sarà, infatti, più dinamica e appassionante. Le ormai iconiche Blind Audition(audizioni al buio) si svolgeranno in uno studio completamente rinnovato.

Nella prima fase, saranno 100 gli aspiranti concorrenti che, accompagnati da una band dal vivo, tenteranno di conquistare i quattro Coach. Solo 24 di loro arriveranno alle Battle. In questa seconda fase, i talenti di ciascuna squadra, si sfideranno fra loro e soli 12 proseguiranno il loro cammino: 3 per team. Al Coach, in ultima battuta, spetterà la scelta dell’unico rappresentante del proprio team che, nella finalissima, sarà sottoposto al giudizio del pubblico a casa. 

Durante le Blind Audition, nella scorsa edizione, per la prima volta, fu introdotto il blocca Coach, ossia la possibilità, per ciascuno dei Coach, di escludere un collega nella scelta di un talento. Quest’anno l’opportunità raddoppia.

Lo spettacolare finale, andrà in onda in diretta il prossimo giovedì 4 giugno.

Sarà un evento unico, con super ospiti e grande musica. I finalisti, accompagnati da un corpo di ballo ed una band di tredici elementi, saranno votati in diretta dal pubblico, che potrà interagire attraverso i Social Network ed il Web. Proprio gli spettatori a casa, infatti, determineranno il vincitore assoluto di the Voice of Italy 2019, che si aggiudicherà un contratto discografico con la Universal Music Italia. 

Il lato Social

The Voice è un format internazionale tra i più famosi e visti, in onda in ben 67 paesi al mondo.

Ma le piattaforme digitali ed i Social Network sono le più coinvolte. Un vero passa avanti in questa edizione, vedrà la possibilità agli utenti del web, di entrare nel Backstage non solo durante la messa in onda, ma che anche durante la settimana, quando Coach ed i talenti si prepareranno per la loro performance. Indiscrezioni, approfondimenti ed interviste mirate, ci aiuteranno, non solo a conoscere la macchina organizzativa, ma metteranno a nudo i Coach, la loro personalità e l’impegno per portare il loro team alla vittoria. Dirette social, Jam Session ed interviste pungenti, saranno gli ingredienti che comporranno l’offerta digitale, oltre che la possibilità di rivedere le clip delle puntate e gli extra sul sito www.thevoiceofitaly.rai.it o sul Canale YouTube dedicato. Un vero filo diretto con i Coach e Simona, che consentirà al pubblico ed ai fan, d’interagire e commentare le puntate costantemente attraverso Twitter, Instagram e Facebook.

Rai Radio2 sarà la radio ufficiale di the Voice con due conduttori d’eccezione: Andrea DeloguStefano De Martino

Il grande sogno “canterino” italiano, riparte martedì 23 aprile su RAI 2 e, come al solito, allontanerà ogni altro reale problema del paese dai nostri pensieri. Almeno per qualche settimana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA