ROBERTA BRUZZONE/ Suor Cristina? Non è male (Ballando con le stelle)

- Emanuele Ambrosio

Roberta Bruzzone, opinionista a Ballando con le Stelle 14, racconta come riconoscere un manipolatore affettivo nel libro “Io non ci sto più”

roberta-bruzzone
Roberta Bruzzone
Pubblicità

Roberta Bruzzone è opinionista a Ballando con le stelle 2019, il dating show di successo condotto da Milly Carlucci nella prima serata di Raiuno. La criminologa e scrittrice ha commentato positivamente la partecipazione di Suor Cristina, uno dei personaggi più criticati e discussi di questa quattordicesima edizione. Il nome di Suor Cristina, infatti, sui social continua ad essere uno dei più attaccati e non mancano commenti negativi anche da parte dei giudici. In particolare di Ivan Zazzaroni, anche se la Bruzzone si è espressa a favore delle performance della suora ballerina. Del resto la Bruzzone è una che ci ha sempre messo la faccia come quando recentemente, ospite di Vieni da Me di Caterina Balivo, ha dichiarato di essere una donna felice anche senza figli.

Pubblicità

Roberta Bruzzone : “Sono una donna realizzata e felice anche senza figli”

“Sono una donna realizzata e felice anche senza figli” con queste parole Roberta Bruzzone, ospite di Caterina Balivo a Vieni da me, ha raccontato la sua serenità nel non essere diventata madre. Anzi la criminologa ha raccontato come sia diventata nel corso degli anni una vera e propria icona per le Child free, ossia “tutte quelle donne che non hanno figli, non li vogliono e sono ben felici di questa scelta”. La Bruzzone ha anche detto: “sono diventata un punto di riferimento perché questa è stata una scelta che ho fatto tantissimi anni fa e che non ho mai più messo in discussione”. Una scelta che la scrittrice ha valutato a lungo come ha raccontato: “ho fatto questa scelta per una serie di vicissitudini personali ma perché poi non ho mai avuto questo desiderio. Credo che sia una cosa talmente importante e responsabilizzante avere dei figli che se questo desiderio profondo non ce l’hai è meglio non cimentarsi in questa avventura”.

Pubblicità

Roberta Bruzzone: “ecco come riconoscere un manipolatore”

Non solo criminologa, ma anche scrittrice di successo. Roberta Bruzzone recentemente ha pubblicato “Io non ci sto più. Consigli pratici per riconoscere un manipolatore affettivo e liberarsene”, un libro in cui parla di quegli uomini considerati dei veri e propri manipolatori affettivi. Ecco come è possibile riconoscere questa tipologia di uomini secondo la Bruzzone: “si tratta di quei soggetti che sono costantemente concentrati sullo sfruttare gli altri generando sofferenze. Sono dei vampiri emotivi che si cibano delle migliori energie delle persone”. Una descrizione, quella fatta dalla Bruzzone, che puntualizza come si tratti di persone che amano far soffrire la persona che hanno accanto, anzi più soffre più la loro autostima aumenta. “Sono soggetti tossici” aggiunge la Bruzzone che non nasconde di averne incontrati tantissimi nel corso degli anni. Per questo motivo ha deciso di scrivere un libro per aiutare le persone a riconoscere un manipolatore affettivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità