LAURA, SUSANNA E GIANLUCA, MOGLIE E FIGLI DI GIAMPIERO GALEAZZI/ “È un gigante buono”

- Rossella Pastore

Laura, Susanna e Gianluca sono rispettivamente la moglie e i due figli di Gampiero Galeazzi. I “piccoli di casa” hanno ereditato dal padre le sue stesse passioni.

Giampiero Galeazzi
Giampiero Galeazzi a Domenica in
Pubblicità

Si chiamano Laura, Susanna e Gianluca e sono la famiglia di Giampiero Galeazzi. Di Laura, la moglie, si sa poco e niente, se non che è il principale punto di riferimento del giornalista sportivo. Seguono a ruota Susanna e Gianluca, i suoi due figli. Entrambi hanno ereditato la duplice passione per il giornalismo e lo sport e – come il padre – sono due volti noti della tv. Classe 1978, Susanna è una delle anchorwoman del Tg5. Prima dell’approdo a Mediaset, ha condotto il telegiornale sportivo di Skytg24, oltre ad aver collaborato con Kataweb e l’Espresso. Nel 2006 è entrata a far parte della redazione di Verissimo, scoprendo la sua passione per il mondo dello spettacolo. Tra i suoi hobby figurano la musica e la moda, ma a lavoro si occupa anche di cronaca ed esteri. Si ricordano le interviste a numerosi personaggi della scena “pop” nazionale e internazionale, come pure i servizi da inviata al Bataclan.

Pubblicità

Giampiero Galeazzi e la sua famiglia: la moglie Laura e i figli Susanna e Gianluca

Susanna ha una figlia, Greta, nipote di Giampiero Galeazzi. Spesso documenta su Instagram le giornate trascorse in famiglia, senza dimenticare il padre, che chiama affettuosamente “gigante buono”. Gianluca, suo fratello, preferisce vivere lontano dai riflettori, e in questo somiglia più alla madre Laura. Galeazzi junior lavora per il Tg La7, ma di lui non si sa molto altro. Il ritorno in tv di Giampiero Galeazzi, nel dicembre e nel gennaio scorsi, ha contribuito a riaccendere i riflettori su di lui e sulla sua vita privata. In passato era circolata voce circa la sua malattia, il morbo di Parkinson, indiscrezione che Giampiero ha smentito: “Ho il diabete”, ha dichiarato a Domenica in. Ma niente di grave: “Devo fare bene gli ultimi 500 metri”. E noi gli auguriamo un grande sprint finale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità