Pippo Baudo/ L’appello dell’ex moglie Katia Ricciarelli: “Facciamo pace”

- Morgan K. Barraco

Pippo Baudo è stato per quasi 20 anni con Katia Ricciarelli. La soprano, ospite del Maurizio Costanzo Show, vorrebbe riconciliarsi con l’ex marito.

Pippo Baudo
Pippo Baudo (LaPresse, 2019)

Pippo Baudo è uno degli ultimi grandi volti di una televisione che non c’è più. L’Italia è riuscita a portare il varietà al successo anche grazie al contributo massiccio del conduttore siciliano, intramontabile e sempre richiestissimo al Festival di Sanremo. Anche se non ha rivestito i panni di Direttore Artistico, Baudo rimane nella storia della kermesse e ha partecipato quest’anno al festival dedicato ai Giovani. Fra chi vorrebbe vederlo appendere il microfono al chiodo e chi invece spera sempre in un suo ritorno, Pippo Baudo viene ricordato dai fan anche per la sua lunga relazione con Katia Ricciarelli. La cantante lirica sarà ospite del Maurizio Costanzo Show questa sera, giovedì 4 aprile 2019, ed anche se è trascorso molto tempo dalla rottura del loro matrimonio, sembra che l’argomento non sia ancora passato di moda. Un’unione felice che ha superato lo scoglio di tanti decenni e poi conclusa grazie ad una separazione consensuale. A La vita in diretta, l’artista ha sottolineato infatti che di fronte ad ostacoli impossibili “bisogna avere il coraggio comunque di troncare“. Nessun commento invece da parte di Baudo, a cui l’ex moglie ha fatto appello lo scorso dicembre tramite Domenica In, chiedendogli di trovare un accordo e ritornare a parlarsi come un tempo: “Ti prego, facciamo pace. Mi farebbe molto piacere parlare con te, te lo dico con il cuore, in fondo siamo stati molti anni insieme”.

Pippo Baudo, il ricordo di Pino Caruso

Pippo Baudo non poteva che schierarsi dalla parte di Val di Noto, la cittadina siciliana che gli ha dato i natali. Anche se ha trascorso l’infanzia a Militello Val di Catania, lo storico presentatore non si è mai accorto in quegli anni di avere la fortuna di vivere e crescere in una delle città barocche di grande fascino. Ospite del programma Meraviglie di Alberto Angela, Baudo ha infatti voluto ricordare quegli anni, trascorsi nella totale innocenza di un bambino e ragazzino che era troppo impegnato nei giochi ed altre faccende per guardarsi attorno. Salvo poi fare marcia indietro negli anni successivi, quando l’amore per la bellezza e per l’arte in generale ha avuto il suo peso nella vita del conduttore siciliano. I ricordi non riguardano solo il territorio a cui è affezionato, ma anche all’incredibile Pino Caruso. Nelle scorse settimane Baudo ha voluto rendere omaggio all’artista ed amico, “Una persona discreta, mai volgare“. Un grande merito se si pensa agli esordi nel teatro dialettale, che gli ha permesso di portare poi in tv quella sua comicità sempreverde. “Mai uno scandalo“, sottolinea a La Repubblica Pippo, “quindi poco di moda, visti i tempi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA