CLAUDIA ZANELLA E LE IENE/ Ex moglie Fausto Brizzi “verità è malattia in Paese bugie”

- Silvana Palazzo

Claudia Zanella, l’ex moglie di Fausto Brizzi “cita” ancora Le Iene: “verità è malattia nel Paese delle bugie”. Denuncerà Tania Sanchez Diaz e Alessandro Rosica?

claudia zanella 2 instagram 640x300
Claudia Zanella (Foto: Instagram)

Non una citazione diretta – anche perché l’aveva già espresso il suo pensiero nell’intervista al Corriere della Sera – ma una poesia di Gianni Rodari per esprimere il proprio “mood” a tutti i suoi followers su Instagram con un obiettivo ben preciso (seppur non nominato) ovvero le Iene. «Nel paese della bugia, la verità è una malattia. Non ha vaccino, non ha cura e neanche a metri si misura; la verità è presagio solo di buona sorte e ai bugiardi non rimane che tenersi il naso lungo o le gambe corte». Con le parole di Rodari, la Zanella torna “poeticamente” a discutere del caso del suo ex marito Fausto Brizzzi con questa volta alcune accuse piovute anche a suo conto sul caso della presunta falsa testimonianza di Tania Sanchez Diaz. «#verità #giustizia #laveritavienesempreagalla #laveritavienesemprefuori» sono solo gli ultimi hashtag utilizzati da Claudia Tanella, assai più espliciti di molte interviste.. (agg. di Niccolò Magnani)

ZANELLA CONTRO LE IENE?

Quando erano sposati è rimasta in silenzio, ora che sono separati Claudia Zanella parla dello scandalo che ha travolto Fausto Brizzi, finito nuovamente nel mirino de “Le Iene”. «È davvero assurdo passare da essere una moglie tradita a procacciatrice di testimoni», ha spiegato al Corriere della Sera. L’ex moglie del regista comunque ha spiegato che nel servizio di Roberta Rei si sono dette molte «falsità». Spiega che, in primis, l’archiviazione di Brizzi è stata piena e per infondatezza dei fatti, «e non c’entra nulla con questa modella che pure è venuta apposta dalla Spagna per rendere dichiarazioni in suo favore». Inoltre, ci sono messaggi WhatsApp di alcune ragazze che gli avevano scritto: “Grazie dei bellissimi momenti”. Borsa di Gucci a parte per Tania Sanchez Diaz, Claudia Zanella assicura di non aver mai pagato Alessandro Rosica. «Molto dopo, voleva duemila euro, un prestito. Diceva che mi ridava fino all’ultimo centesimo. Minacciava di suicidarsi perché inseguito dagli strozzini».

“UN INCUBO SENZA FINE”

Per Claudia Zanella le accuse piovute addosso a Fausto Brizzi sono state un fulmine a ciel sereno. Non se le aspettava proprio. «Prima dello scandalo credevo di avere un matrimonio felice, ero innamoratissima di Fausto». Nell’intervista al Corriere della Sera l’ex moglie del regista ha spiegato che proprio non immaginava nulla: «Io sono la prima a dire che in un matrimonio ci stanno i tradimenti. Ma dopo un matrimonio lungo, non certo appena sposati». Quando è scoppiato lo scandalo, la coppia era sposata da due anni e mezzo e aveva una bambina nata da un anno e mezzo. «Fausto dopo lo scandalo mi ha sempre detto di non aver mai avuto rapporti sessuali se non consenzienti». Quindi il regista ha ammesso i tradimenti e lei non ci ha messo una pietra sopra. «Questa storia è un incubo che non finisce. Però sono contenta dell’assoluzione, per mia figlia. Quando sarà grande saprà che suo padre non è un mostro».

CLAUDIA ZANELLA DENUNCIA TANIA SANCHEZ E ALESSANDRO ROSICA?

Claudia Zanella non sapeva nulla della falsa testimonianza di Tania Sanchez Diaz sul caso Fausto Brizzi? L’ex moglie del regista, sentita telefonicamente da “Le Iene”, ha dichiarato che non era a conoscenza del fatto che la giovane spagnola ha mentito nelle dichiarazioni fornite all’avvocato dell’ex marito. Inoltre, ha annunciato all’inviata Roberta Rei che sarebbe andata a denunciare i responsabili. La donna, dunque, sebbene non coinvolta nella vicenda delle presunte molestie sessuali dell’ex marito, è stata tirata in ballo da Tania Sanchez Diaz e soprattutto Alessandro Rosica. Sono le dichiarazioni di quest’ultimo infatti a contrastare con la versione fornita da Claudia Zanella. «Non ci dimenticheremo di voi, per favore aiutateci. Vi facciamo lavorare», gli avrebbe detto. Inoltre, l’ex moglie di Fausto Brizzi in un’occasione avrebbe quasi pagato lui e la spagnola per la falsa testimonianza: «Quella volta che glieli ho chiesti a Claudia, stava quasi cedendo. Poi alla fine l’avvocato l’ha bloccata». Infine, la Zanella gli aveva garantito che la dichiarazione poi non era stata usata, quindi non c’era da preoccuparsi.

PARLA L’EX MOGLIE FAUSTO BRIZZI

La versione di Alessandro Rosica differisce dunque da quanto dichiarato da Claudia Zanella, che ha parlato attraverso un post su Instagram. L’unico punto di contatto è questo: «Un anno e mezzo fa, mi scrisse su Facebook il signor Alessandro Rosica (mai visto e mai conosciuto prima) che mi disse di avere informazioni importanti sulla vicenda del mio ex marito». Non è invece chiaro chi abbia preparato la falsa testimonianza. «Con gli occhi pieni di lacrime la signora Sanchez mi diceva che era venuta a testimoniare la verità per il solo senso di giustizia». Questa parte invece differisce completamente da quanto dichiarato dalla spagnola e dall’uomo che l’ha messa in contatto con lei. «Dalla trasmissione Iene che si sarebbe inventata tutto e sinceramente sono rimasta senza parole, letteralmente sconcertata», ha scritto Claudia Zanella. L’ex moglie di Fausto Brizzi non solo ha rivelato di essere pronta a denunciarli, ma ha anche spiegato di essere in possesso di tutti i messaggi vocali e WhatsApp che si sono scambiati e che dimostrerebbero la veridicità del suo racconto. «Sinceramente oggi non so dove sia la verità», aveva concluso Claudia Zanella.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Essendo una persona onesta voglio mettere in chiaro alcuni punti sulla puntata che andrà stasera alle Iene. Un anno e mezzo fa, mi scrisse su Facebook il signor Alessandro Rosica (mai visto e mai conosciuto prima)che mi disse di avere informazioni importanti sulla vicenda del mio ex marito. Mi disse che la sua migliore amica, Tania Sanchez Diaz, era stata contattata per parlare male del mio ex marito, per diffamarlo pubblicamente sulla vicenda delle molestie. Successivamente ci mise in contatto e con Tania ci scambiammo dei whatsapp dove lei mi raccontava di voler venire a testimoniare la verità. La signora Sanchez e’ venuta a Gennaio 2018 a Roma con un biglietto ovviamente pagato da me (dato che veniva a testimoniare a favore di mio marito ). Arrivata a Roma ci siamo incontrate in un bar con l’avvocato e il suo assistente. Tania mi ha raccontato di aver incontrato a Ibiza la Signora Alessandra Giulia e che fu lei a chiamare false accusatrici di mio marito. Con gli occhi pieni di lacrime la signora Sanchez mi diceva che era venuta a testimoniare la verità per il solo senso di giustizia. Si dichiaró quindi disponibile a verbalizzare il suo racconto è così avvenne. Tania mi racconto’ inoltre che faceva la modella e che aveva perso una giornata di lavoro per venire a Roma. Qualche giorno dopo le faci mandare dall’assistente una borsetta del valore 250 euro circa. Mi sembrava una gentilezza doverosa per quella ragazza che onestamente e senza chiedere niente si era spesa per una causa in cui non aveva alcun interesse perdendo tra l’altro un giorno di lavoro. Fino a qualche giorno fa Tania sanchez per me era una donna da prendere ad esempio, una donna che si comportava al solo fine di ristabilire la verità. Due giorni fa scopro dalla trasmissione iene che si sarebbe inventata tutto e sinceramente sono rimasta senza parole, letteralmente sconcertata. Grazie al cielo tengo tutti i whatapp e i messaggi vocali. E ho tutti i messaggi di tania che fino a pochi giorno fa mi giurava che mi aveva detto la verità. Sinceramente oggi non so dove sia la verità. E’ importante dire che il Giudice nell’archiviare il caso di Fausto abbia totalmente ignorato il racconto di Tania.

Un post condiviso da Claudia Zanella (@claudiazanellaofficial) in data:



© RIPRODUZIONE RISERVATA