Alain Delon, petizione contro Palma d’oro alla carriera/ Cannes 2019, è caos!

Alain Delon, bufera sulla Palma d’Oro alla carriera a Cannes 2019: lanciata una petizione, nel mirino le dichiarazioni su migranti e non solo.

alain delon palma d'oro alla carriera cannes 2019
Alain Delon (LaPresse)

Domani, martedì 14 maggio 2019, prenderà il via la 72ª edizione del Festival di Cannes ma non mancano le polemiche: bufera su Alain Delon, che riceverà la Palma d’Oro alla carriera di Cannes 2019. Il celebre attore, che sarà omaggiato domenica, deve fare i conti con la petizione lanciata dall’associazione americana Women and Hollywood: nel mirino le sue posizioni contro la comunità LGBT e i migranti. Osservazioni «razziste, omofobe e misogine»: così la fondatrice dell’associazione statunitense Melissa Silverstein su Delon, con la petizione che ha già raggiunto quota 14 mila firme. E sono molti gli episodi citati dai detrattori del celebre attore francese, che nel corso della sua carriera ha ricevuto diversi riconoscimenti di rilievo: dall’Orso d’oro alla carriera al David Speciale, passando per il Premio Cesar nel 1985 come miglior attore per Notre Histoire.

ALAIN DELON, PETIZIONE CONTRO LA PALMA D’ORO ALLA CARRIERA A CANNES 2019

Come dicevamo, Alain Delon nel recente passato ha suscitato scalpore per una serie di affermazioni. Elle sottolinea che una delle posizioni più dibattute è l’apertura al Front National, partito di estrema destra francese guidato da Marine Le Pen. Ma non solo: l’interprete transalpino affermò di aver preso a schiaffi delle donne, sdoganando così gli atti di violenza ai danni del genere femminile. E, per quanto riguarda la comunità LGBT, Delon si è detto fermamente contrario alle adozioni da parte di coppie gay, definendo questo tipo di legami «contro natura». Insomma, il caso è aperto e Cannes 2019 rischia di farne le spese, con il Festival accusato di inviare «un segnale negativo alle donne e alle vittime di violenza»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA