Alessandra Panaro morta a Ginevra/ La nota attrice di Poveri ma belli aveva 79 anni

Alessandro Panaro è morta ieri a Ginevra: la nota attrice italiana aveva 79 anni

Alessandra Panar, morta
Alessandra Panaro (web)

E’ morta nella giornata di ieri, 1 maggio, l’attrice Alessandra Panaro. Classe 1939, avrebbe dovuto compiere 80 anni il prossimo 14 dicembre, ed è spirata, come annunciato dall’agenzia Ansa, in quel di Ginevra, presso una clinica privata dove era ricoverata da alcune settimane. La Panaro era considerata una classica bellezza semplice, una ragazza della porta accanto, divenuta famosa in particolare nel 1956, in occasione del film di Dino Risi, “Poveri ma belli”. La sua carriera era iniziata soltanto due anni prima, nel 1954, quando recitò nel film “Il barcaiolo di Amalfi”, sotto la regia di Mino Roli, seguito da altri due film nel ’55. Come detto sopra, fu però Poveri ma belli la pellicola che le regalò il grande successo, trilogia risiana che si completò poi con Belle ma povere del 1957 e Poveri milionari del 1959. Nel contempo la Panaro prese parte anche al programma televisivo il Musichiere di Mario Riva, in compagnia di Lorella De Luca con cui formò la “fidanzata d’Italia”.

ALESSANDRA PANARO MORTA A GINEVRA

Ha lavorato anche con Terence Hill in Cerasella del 1959, e con Totò, ed è stata diretta nella sua carriera da registi come Luchino Visconti e Alessandro Blasetti. Dopo una prima parentesi in cui ha recitato soprattutto in commedie italiane, negli anni sessanta ha preso parte ad alcuni film mitologici e avventurosi come ad esempio “Ulisso contro Ercole” del 1962, “Il Figlio del capitan Blood” sempre del ’62, “I violenti di Rio Bravo” del 1965 e molti altri ancora. Si è sposata due volte, inizialmente con il banchiere Jean-Pierre Sabet, poi morto nel 1983, e quindi con l’attore Giancarlo Sbragia, morto undici anni dopo, nel 1994. Dopo aver lasciato l’Italia si è trasferta in pianta stabile in Svizzera, a Ginevra, dove appunto è morta nella giornata di ieri. A darne notizia all’agenzia Ansa sono stati i famigliari della Panaro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA