Amedeo Minghi, Vieni da me/ Dal 2016 è fermo, quando tornerà con un nuovo album?

- Hedda Hopper

Amedeo Minghi è tra gli ospiti della puntata di oggi di Vieni da me. Il cantautore sembra pronto a raccontarsi a Caterina Balivo che lo accoglie in sala trucco, cosa si diranno oggi?

amedeo_minghi_wikipedia_2017
Amedeo Minghi a Domenica live

Amedeo Minghi ha parlato a Vieni da me, ma si è soffermato soprattutto sulla sua vita personale, accennando poco a riguardo della sua carriera professionale. Il suo ultimo album risale a tre anni fa, quando nel 2016 uscì per Sony Music l’album La bussola e il cuore. Il pubblico è molto curioso di scoprire quale sarà il suo nuovo lavoro, ma al momento il cantautore romano classe 1947 ha deciso di non sbilanciarsi. Di certo una carriera lunga 56 anni lo eleva a uno degli esempi della storia della musica del nostro paese. Si contano infatti decine e decine di brani che hanno avuto successo e non solo ai limiti dei confini dell’Italia. Amedeo infatti è molto amato anche all’estero dove ha fatto numerosi concerti. Negli ultimi anni però ha deciso di mettere un po’ la carriera da parte per dedicarsi alla sua splendida famiglia, che si è ancora più unita dopo la morte di sua moglie. (agg. di Matteo Fantozzi)

TORNA A PARLARE DELLA MORTE DELLA MOGLIE

Uno dei dolori più grandi della vita di Amedeo Minghi è sicuramente la morte della moglie di cui l‘artista ha parlato ai microfoni di Vieni da me confessando di riuscire a farlo senza troppa sofferenza. Il cantante, infatti, ha spiegato di sentire sempre accanto la presenza della donna con cui ha trascorso quarant’anni della sua vita. “Sento che lei c’è sempre, non mi fa male parlarne. 40 anni insieme…” – ha dichiarato Minghi che ha anche ricordato l‘infanzia con il ricordo della notte della Befana: “Da noi, qui a Roma, la vera festa era il 6 gennaio. Con le mie sorelle le lasciavamo del pane e una tazza di latte”. Il capitolo più lungo dell’intervista è quello dedicato alla musica partendo dal primo strumento che ha avuto tra le mani: “Fu una fisarmonica, rossa. Ancora me la ricordo. Da lì ho iniziato a suonare. Fin da bambino sapevo che sarei diventato un musicista” (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

AMEDEO MINGHI REPLICA AD ORNELLA VANONI

Amedeo Minghi alla “cassettiera” di Vieni da me con Cristina Balivo Vattene parla anche del grande successo “Vattene amore” con Mietta:”Siamo arrivati terzi a Sanremo ma stra-primi in tutte le classifiche italiane. Critiche? Non si può piacere a tutti”. Parte allora il filmato in cui ad “Ora o mai più” Minghi viene attaccato da Red Canzian, Donatella Rettore e Ornella Vanoni, l’artista per cui il pezzo era stato pensato:”La casa discografica mi chiese di scrivere un brano che dovessero cantare Mina e la Vanoni. Io lo scrissi ma mentre lo scrivevo mi è arrivata questa voce di Mietta con la quale andiamo a Sanremo 1989 e lei vince l’edizione giovani, così decido di tenerlo per me e cantarlo con lei. Lei risentita? Sicuramente di questo brano non sa niente. Non lo ha proprio capito il senso del testo, non lo ha compreso”. (agg. di Dario D’Angelo)

AMEDEO MINGHI: “NON VOLEVO ANDARE A SANREMO CON ‘1950’”

C’è Amedeo Minghi alla “cassettiera” di Vieni da me con Cristina Balivo e la prima sorpresa: “Io e la musica siamo come due amanti: ci amiamo ma non ci conosciamo bene. Io in un tema alle elementari ho scritto che da grande avrei fatto il musicista, forse non pensavo proprio a diventare un cantante ma quello era il mio destino. Era scritto non nel ciel ma su un quaderno”. Amedeo Minghi ripercorre gli inizi della sua carriera:”Io sono del quartiere Trionfale, un quartiere popolare di Roma, ero diventato una sorta di punto di riferimento: i miei genitori erano felici ma c’hanno messo molto a capire che quello potesse diventare un mestiere, mio padre ad esempio era assolutamente contrario, vedeva un’incertezza in questa faccenda”. In un cassetto c’è poi una bottiglia di vino:”Così nacque 1950. Eravamo a Ronciglione, c’era un po’ di vino. Ma non è che se vi ubriacate scrivete meglio: abbiamo scritto su dei pezzi di carta su un letto malandato, la mattina dopo li ho rimessi insieme ed è nata la melodia e andai a Sanremo, purtroppo. Io non volevo andarci: questo brano con Sanremo 1983 non c’entrava niente, infatti arrivò ultima”. (agg. di Dario D’Angelo)

AMEDEO MINGHI A VIENI DA ME

Sempre bello, gentile e galantuomo, Amedeo Minghi oggi riporterà la sua voce nello studio di Caterina Balivo a Vieni da me. Il programma di Rai1 tornerà in onda tra poco e proprio nelle storie Instagram della conduttrice è lei stessa che accoglie il cantautore e che rivela che oggi sarà tra gli ospiti della puntata. Caterina Balivo nel video appare alle prese con trucco e parrucco ma la prima cosa che nota quando si avvicina il suo ospite è che il tempo per lui sembra non passare mai. Lui ricambia il complimento dicendole che è bellissima ma lei lo liquida mostrandole in che condizioni sia ancora a pochi minuti dalla puntata. I due si lasciano andare poi ad uno scambio di battute in cui Caterina Balivo ricorda la sua partecipazione a Ballando con le stelle lasciando intendere che forse proprio il ballo ha fatto bene ad Amedeo Minghi.

AMEDEO MINGHI PRONTO A SCENDERE IN PISTA

Quest’ultimo sorride e ricorda quella edizione facendole notare di essere arrivato fino all’ottava puntata. La vita di Amedeo Minghi è sempre impegnata tra musica ed eventi e proprio nei giorni scorsi ha preso parte, insieme ai Matia Bazar, al party di Radio Italia Anni 60. Come se non bastasse, l’aneddoto più curioso sul cantautore è arrivato proprio da Laura Pausini che in un’intervista ha raccontato una curiosità su di lui e su quello che lei prova nei suoi confronti, almeno lavorativamente parlando. In particolare, in un’intervista a Vanity Fair la Pausini ha raccontato un aneddoto su quel Festival che l’ha vista trionfare: “Mi ero presentata modesta e lui, altero, mi aveva risposto “mi chiami maestro”. A un tratto, di quel pezzo di carta, non mi era importato più nulla, avevo girato i tacchi e me ne ero andata. In fondo, Minghi era solo coprotagonista di Vattene amore e il mio idolo assoluto di allora, tra i due, era senz’altro Mietta“. Oggi Amedeo Minghi risponderà a Laura Pausini?

© RIPRODUZIONE RISERVATA