ARTURO MUSELLI DI GOMORRA/ “Sangue Blu è molto più al centro dell’azione” (EPCC)

- Emanuele Ambrosio

Arturo Muselli di Gomorra è ospite della quarta puntata di EPCC, il talk show di successo condotto da Alessandro Cattelan su Sky Uno

EPCC
Alessandro Cattelan ospita Arturo Muselli e Salvatore Esposito, star di "Gomorra - La serie"

Arturo Muselli, l’interprete di Enzo di Gomorra, è tra gli ospiti della quarta puntata di EPCC, il talk show di successo condotto da Alessandro Cattelan su Sky Uno. A pochi giorni dal gran finale di Gomorra 4, l’attore napoletano è pronto a raccontarsi al tavolo di Alessandro Cattelan in compagnia dell’amico e collega Salvatore Esposito. La quarta stagione di Gomorra ha visto il personaggio di Enzo Sangue Blu meno protagonista rispetto alla precedente. Come mai? Ecco come l’ha spiegato a BadTv.it l’attore Arturo Muselli: “La differenza principale è soprattutto fisica. Nella precedente, Sangue Blu è molto più al centro dell’azione mentre in questi nuovi episodi è avvolto nel silenzio. Il suo ruolo è cambiato, adesso è un capo e ha bisogno di ascoltare e di ascoltarsi. Potrà sembrare una battuta vista la menomazione (la perdita dell’occhio), ma ha bisogno di vedere cosa gli succede intorno, soprattutto quello che non si vede e anticiparlo”.

Arturo Muselli in Gomorra è Enzo Sangue Blu

Nella quarta stagione di Gomorra 4 cambiano tante cose e si rompono diversi equilibri. A giocare un ruolo importantissimo è proprio il personaggio di Enzo Sangue Blu interpretato da Arturo Muselli. “Da un punto di vista psicologico Sangue Blu è consapevole che non può fare più ciò che faceva prima ma deve restare fermo, valutare bene e solo dopo agire” racconta l’attore napoletano sul suo personaggio. “Non ci dimentichiamo che ha avuto un maestro come Ciro di Marzio che gli ha insegnato a ponderare le sue scelte una volta ottenuto il potere” prosegue Arturo Muselli, sottolineando come nei nuovi episodi il suo personaggio assume un tono di maggior responsabilità, un vero e proprio processo di crescita. Una cosa però non cambia: l’attaccamento di Sangue Blu verso Forcella essendo nato in quel quartiere. “Se hai vissuto nel centro storico di Napoli, sai che ti trovi in un mondo diverso da quello di Scampia o quello in cui si muovono i Levante” racconta l’attore.

Arturo Muselli e il suo personaggio

Parlando del suo personaggio, Arturo Muselli racconta come il quartiere giochi un ruolo importantissimo: “il quartiere ti accoglie, ti abbraccia, entri a far parte di una comunità che, ben presto, impara a conoscere tutto di te: sanno cosa compri, da chi vai a prendere il caffè o dove vai a mangiare la pizza”. Muselli, che è cresciuto al centro di Napoli, sa che questa situazione per quanto assurda è purtroppo reale. Sicuramente “Sangueblù ora non ha tanta voglia di parlare dopo quello che è successo” ha raccontato l’attore durante la presentazione di Gomorra 4 a Roma Muselli a Roma. Sul suo personaggio ha detto: “Cade in un silenzio profondo, si chiude dentro se stesso per capire cosa ha perso e non ha visto. Deve capire qual è la causa che gli ha fatto perdere la verità.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA