Barbara Palombelli/ “Ho perso tanti bambini, ma avrei adottato anche…” (Verissimo)

- Morgan K. Barraco

Barbara Palombelli sarà ospite di Verissimo: l’adozione di Monica e Serena e la paura a causa della pericolosità del padre biologico. La conduttrice di Forum si racconta su Canale 5.  

Barbara Palombelli
Barbara Palombelli

Mamma, nonna e donna in carriera, Barbara Palombelli racconta la propria famiglia e la scelta di adottare tre figli: “E’ una fatica tenere in piedi una famiglia, ma guardando indietro, rifarei tutto. La scelta dell’adozione è arrivata subito e ancora oggi seguo una casa famiglia” – racconta a conduttrice di Forum che oggi si gode anche i nipoti – “Ho due nipoti meravigliosi, uno di un anno e mezzo e uno di sette. Sono totalmente una loro schiava. Il grande, quando viene a casa, vuole mangiare sempre le sue cose preferite che trova puntualmente. I piccolo ha ormai preso possesso della casa” – racconta Barbara che svela la reazione che ha avuto quando ha scoperto che sarebbe diventata nonna– “quando me l’hanno detto mi è preso un colpo perché Francisco stava insieme alla ragazza da pochissimo e poi si sono anche lasciati. Oggi, però, vedo Bryan e dico meno male che si sono incontrati”. La Palombelli, poi, svela un dettaglio molto intimo del suo privato: “Avrei voluto avere più figli naturali anche se è una brutta distinzione, ma ne ho persi diversi. Avrei, comunque, adottato lo stesso anche se avessi avuto quattro figli miei” (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

Barbara Palombelli: “Quella volta che rischiai di farmi arrestare…”

La vita di Barbara Palombelli non è stata sempre tutta rosa e fiori. Difficile crederlo, pensandola in veste di giornalista affermata e conduttrice di successo; le cause del dolore vanno infatti ricercate nella sua vita privata. Con il marito Francesco, nel lontano ’97, ha adottato Monica e Serena, due sorelle abbandonate in una casa-famiglia di suore. Il loro padre biologico era una persona violenta: “Un giorno tornerò e vi ucciderò tutte”, minacciò l’uomo l’ultima volta che lo videro. Dopodiché, Monica e Serena vennero affidate alla famiglia Rutelli. Quel periodo fu difficile per tutti: il nemico peggiore, la burocrazia, che gli impediva di riconoscere le bambine come figlie legittime. “Io non sono ancora nessuno, per le piccole”, racconta Barbara parlando al presente, “Francesco sfida alle elezioni politiche Berlusconi e io combatto per non essere come minimo arrestata per sottrazione di minori”. Alla fine, però, i due genitori ebbero la meglio. I genitori “di cuore”, s’intende. (agg. di Rossella Pastore)

Barbara Palombelli: “Costretti a tenere tutto nascosto”

Barbara Palombelli ha deciso di non opporsi ai recenti contatti nati fra la famiglia naturale e la figlia Serena Rutelli. La concorrente del GF 2019 ha infatti ricevuto ben due lettere, una dalla madre biologica e l’ultima dal fratello Gaetano e in entrambi i casi la conduttrice ha deciso di informare la collega per capire come procedere. La Palombelli ha scelto di lasciare ogni decisione a Serena, senza interferire o fare la mamma chioccia. Forse non lo è mai stata del tutto, come si intuisce da alcuni racconti della Rutelli, ma di sicuro è stata severa e molto preoccupata per entrambe le figlie adottive. Nel suo libro Mai fermarsi, edizione Rizzoli, la timoniera di Forum parla infatti della prima volta di come ha vissuto l’adozione delle due ragazze, anni drammatici in cui temeva che il padre biologico, violento e pericoloso, potesse in qualche modo trovarle. “La storia va tenuta segreta“, rivela infatti fra le pagine della sua autobiografia, “non devono uscire foto sui giornali”. Nessuno doveva essere informato della presenza di Monica e Serena a casa Rutelli e per questo Barbara Palombelli ed il marito hanno fatto di tutto per tenerle lontano dai riflettori. La conduttrice sarà ospite di Verissimo per la puntata di oggi, sabato 11 maggio 2019, dove racconterà quest’esperienza e le sue emozioni legate a quegli eventi. Anni molto duri per la coppia, che doveva prestare ogni attenzione anche al più piccolo raffreddore o incidente. In quel caso, rivela nel suo libro, “i genitori biologici avrebbero potuto rivalersi su di noi“. Sono anni quindi vissuti sul filo di un rasoio, ma anche preziosi per formare un’alleanza in famiglia in grado di combattere anche contro la lentezza di una burocrazia che si faceva attendere.

Barbara Palombelli e la paura dopo l’adozione

Barbara Palombelli ha scelto di supportare la figlia di fronte alla sua decisione di partecipare al Grande Fratello 2019. E nonostante le storture di naso da parte di diversi spettatori all’inizio del suo percorso, Serena Rutelli è riuscita a farsi amare dal grande pubblico grazie alla sua semplicità e sincerità. Ironia della sorte? Nonostante sia stata adottata, il suo sguardo, la linea degli occhi, ricorda molto quelli di mamma Barbara. I dubbi però in casa Rutelli ci sono stati eccome, fin da quando Serena ha avuto sentore di poter entrare nella Casa di Cinecittà. Barbara alla fine ha ceduto, “perché mia figlia me lo chiedeva da una decina di anni“, ha rivelato al Maurizio Costanzo Show. Per Francesco Rutelli è stato più difficile doverlo accettare, forse per via della grande paura di esporre la ragazza al grande pubblico. Lo stesso che hanno sempre visto come un grande pericolo durante i primi anni dell’adozione. A causa della pericolosità del padre biologico, la coppia infatti ha scelto sempre di non frequentare spazi aperti e frequentati, per la paura di inciampare nell’uomo, morto in seguito di tubercolosi, oppure “uno dei suoi amici malavitosi“, come scrive la Palombelli nel suo nuovo libro. Il rischio in quel periodo era fin troppo grande, soprattutto perché la Legge tardava ad oliare le proprie ruote per aiutare i genitori adottivi. Nonostante i tanti episodi che hanno dimostrato la sua pericolosità, il padre naturale ha sempre avuto la possibilità di far valere i propri diritti per riavere le figlie. Anche se è stato proprio lui, quando Serena aveva solo tre anni, a scegliere di abbandonare le bambine in istituto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA