Doris Day è morta/ Da “Que sera sera” al successo ad Hollywood

- Carmine Massimo Balsamo

Doris Day è morta, la “fidanzata d’America” è scomparsa all’età di 97 anni: una vita di successi tra cinema e musica

doris day
Doris Day

“Que sera, sera” cantava Doris Day nel 1956. Un successo senza tempo per l’attrice e cantante americana scomparsa all’età di 97 anni in California. Amatissima in tutto il mondo, Doris raggiunge il grande successo dapprima come cantante pubblicando più di 650 canzoni tra il 1947 e il 1967 conquistando per ben quattordici anni le classifiche di vendita di Billboard. Il sogno di Doris era quello di diventare una ballerina,  ma a causa di un piccolo incidente ha dovuto rinunciare al suo sogno. Una star indiscussa: 39 i film girati e ben 75 ore di programmi televisivi tra cui merita una menzione “The Doris Day Show”, programma cult tramesso fino al 1973. Tantissimi i premi e riconoscimenti vinti dalla “fidanzata d’America”, la cosiddetta ‘ragazza della porta accanto: 1 Premio Oscar, 1 Golden Globe e 1 Grammy Award. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Doris Day, icona del cinema a stelle e strisce

Doris Day è stata una vera icona del cinema a stelle e strisce anni cinquanta e anni sessanta, e nel suo album dei ricordi ci sono anche delle vacanze italiane che l’attrice amava rievocare particolarmente. Nel 1955 si concesse infatti dei giorni di relax nella Riviera ligure, stazionando a Sanremo assieme all’attore Van Johnson, assieme al quale si dimostrò particolarmente entusiasta nel consumare un piatto di spaghetti in un ristorante sul mare. L’amore per la pasta e per la cucina italiana è stato rievocato in diverse interviste rilasciate da Doris Day nel corso degli anni, una passione per il buon cibo che le ha fatto mantenere l’Italia nel cuore sino ai suoi ultimi anni di vita, con la scomparsa a 97 anni avvenuta nella giornata di oggi, 13 maggio 2019. (agg. di Fabio Belli)

I tempi del Doris Day Show

Lascia un grande vuoto nel cinema la morte di Doris Day, considerata da tutti la “fidanzata d’America”. La donna ha recitato per l’ultima volta nel 1968 nel film C’è un uomo nel letto di mamma diretto da Howard Morris. Due anni dopo invece prestò la voce per un episodio della serie tv The Governor & JJ dove in realtà però non era stata accreditata. Ritiratasi dal palcoscenico del cinema, iniziò proprio nel 1968 una nuova carriera. Fu protagonista per cinque anni in 128 episodi della serie The Doris Day Show. Molti la ricordano come un fenomeno molto particolare per la storia della televisione, visto che in cinque anni di programmazione diverse volte e in maniera improvvisa era cambiato il format della stessa. Ideata da James Fritzell vide Doris Day recitare al fianco di Philip Brown, Todd Starke, Denver Pyle e Rose Marie tra gli altri. (agg. di Matteo Fantozzi)

L’omaggio della Rai

La Rai ha deciso di rendere omaggio a Doris Day, l‘attrice e cantante americana scomparsa oggi, a 97 anni, dopo una straordinaria carriera nel corso della quale ha portato a casa tantissimi successi. Sono davvero tanti i film di cui è stata protagonista la “fidanzata d’America”, come era nota in tutto il mondo Doris Day e per celebrare lo straordinario talento dell’artista, la Rai ha deciso di dedicarle un doveroso omaggio. Martedì 14 maggio, infatti, su Rai Movie, alle 14, andrà in onda “Attenti alle vedove” di Richard Quine con Doris Day, Jack Lemmon, Ernie Kovacs, Steve Forrest. Inoltre, sono tanti i messaggi degli utenti di Twitter dedicati all’attrice. “Che triste, ho appreso ora che è scomparsa oggi #DorisDay 😭 aveva 97 anni. È una grande perdita anche se il patrimonio che ci ha lasciato tra film e canzoni è immenso… hanno un posto speciale nel mio cuore così come le sue spensierate commedie e i film di mistero. R.I.P.”, è uno dei tanti messaggi che potete leggere cliccando qui (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

ADDIO A DORIS DAY, LA FIDANZATA D’AMERICA

Doris Day è morta, lutto nel mondo del cinema: la “fidanzata d’America” aveva compiuto da poco 97 anni. Celebre attrice e cantante, con una voce dolce che ha conquistato il cuore di tutti, l’artista statunitense è diventata una delle più grandi star di Hollywood grazie alle sue qualità innate ed è rimasta nell’immaginario collettivo come la classica «ragazza della porta accanto». Ad annunciare la sua scomparsa è stata la Doris Day Animal Fondation, che ha confermato che l’attrice si è spenta nelle scorse ore nella sua casa i Carmel Valley, in California. Circondata da amici intimi, Doris «aveva un’eccellente salute fisica per una donna della sua età, recentemente aveva contratto una grave forma di polmonite».

DORIS DAY E’ MORTA, LUTTO NEL MONDO DEL CINEMA

39 film, oltre 650 canzoni, una nomination per il premio Oscar e la vittoria di un Golden Globe e di un Grammy Award: Doris Day ha ottenuto numerosi riconoscimenti nel corso della sua carriera. E sono decine i lungometraggi di successo che l’hanno vista protagonista: da Il letto racconta… a Non sparare, baciami!, passando per Fammi posto tesoro e Non mandarmi fiori, fino a Quel certo non so che e Il visone sulla pelle. Commedie romantiche e sexy, ma anche canzoni che ancora oggi risuonano nelle radio americane: con la morte di Doris Day se ne va un pezzo della storia dell’America. Una vita tra gioie e dolori: basti pensare alla scomparsa del suo unico figlio, ai tre divorzi o alla morte di un altro marito, che sperperò i suoi guadagni lasciandola profondamente indebitata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA