FIORELLO/ Marco Baldini:”È un figlio di putt*ana” ma poi chiarisce…

- Emanuele Ambrosio

Fiorello amico di Marco Baldini, protagonsita a Live Non è la D’Urso su Canale 5. “Non volevo danneggiare né Rosario né le persone che lavorano con lui ho preferito andarmene”

Fiorello

Fiorello e Marco Baldini: la tensione tra i due amici

Fiorello è uno dei grandi amici di Marco Baldini, il protagonista questa settimana del momento “uno contro tutti” a Live Non è la D’Urso su Canale 5. Durante il periodo della ludopatia e dei deibiti di gioco Marco Baldini ha apostrofato in malo modo il suo amico Fiorello. “È un figlio di puttana, lui fa i soldi mentre quelli intorno a lui fanno le briciole” ha detto il conduttore radiofonico durante una intercettazione telefonica. Baldini però in merito a queste parole ha voluto precisare una cosa da Peter Gomez: “si, ma in quel periodo avrei potuto dire anche che il Papa si veste di verde”. Non solo alla domanda di Gomez se si è tolto il vizio del gioco, Marco non si è sottratto nel rispondere: “sarei un ipocrita se dicessi che ho smesso totalmente. Una delle cose più brutte del gioco è che inizi ad abbassare il livello di dignità e inizi a chiedere anche a delle persone a cui non dovresti chiedere”. Nonostante tutto però Fiorello gli è sempre stato vicino; anzi lo showman siciliano quando è venuto a conoscenza della decisione di lasciare il programma radiofonico all’Ansa ha detto:”Prendiamo atto della decisione di Marco. Ma ci dispiace tantissimo perdere uno come lui. Io lavorerei con Baldini a vita ma ognuno è libero di fare le sue scelte”.

Marco Baldini: “E’ stata una mia decisione, non volevo danneggiare Fiorello”

Fiorello non ha mai escluso un possibile ritorno dell’amico Marco Baldini: “Se per lui va bene così, ok. Prima o poi ci si rincontra. Per me è importante che lui stia bene e che non si cacci nei guai. Tutto il resto viene dopo”. Baldini dal canto sua ha prontamente replicato alle parole dell’amico chiarendo che è stato lui a decidere di declinare l’invito e la co-conduzione per un semplice motivo: “non volevo danneggiare né Rosario né le persone che lavorano con lui ho preferito andarmene. È stata una mia decisione, perché attraverso un brutto periodo. Lui ha cercato di convincermi ma non ero sereno, non riuscivo a lavorare bene, ero inaffidabile. C’ero e non c’ero, non avevo più tempo né testa per la trasmissione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA