Francesco Benigno/ “Nella mia Palermo l’aria è cambiata, c’è voglia di riscatto”

- Emanuela Longo

Francesco Benigno oggi ospite a La Vita in diretta per commentare la sua Palermo: “le nuove generazioni sono migliorate”

Francesco Benigno
Francesco Benigno a La vita in diretta
Pubblicità

Antonio Presti e la sua scelta coraggiosa contro la mafia grazie alla bellezza è il punto di partenza per l’ospitata di Francesco Benigno a La vita in diretta. Tematiche come la mafia sono spesso state al centro dei ruoli interpretati dall’attore. In che misura, a suo dire, l’arte aiuta a sconfiggere la cultura mafiosa? Secondo Benigno in tante forme la bellezza e la cultura possono contribuire a fare del bene sotto questo punto di vista. “La mia terra è patrimonio culturale e nazionale, magari ci fossero persone come lui, sta facendo ottime cose che possono fare in tanti”, ha commentato l’attore in merito all’opera di Presti, preso di mira dalla mafia e che oggi continua a combatterla con una sola arma, l’arte. Ma quando una persona diventa mafiosa? Benigno commenta: “ho vissuto la Palermo degli anni ’80, sono tornato nel 2012 anche se Palermo e la Sicilia, il loro sacrificio non è stato vano, le loro generazioni di oggi sono vogliose di un miglioramento”.

Pubblicità

FRANCESCO BENIGNO A LA VITA IN DIRETTA

Arte e bellezza per salvare le periferie degradate. Questa l’idea portata avanti con forza da Antonio Presti con il suo ambizioso progetto. Ma quale era l’aria che si respirava nel quartiere in cui ha vissuto Francesco Benigno? A spiegarlo è stato lo stesso attore che a Timperi ha commentato: “Si respirava l’aria di quello che dovevi stare attento anche a guardare una ragazza, c’era lo sguardo storto che ancora oggi si fa a Palermo”. A suo dire però, nella sua bellissima città “l’aria è cambiata. Palermo è una città fantastica, l’ho ritrovata migliorata”. Per Benigno a Palermo e tra i suoi abitanti oggi “c’è voglia di riscatto ma c’è tanto ancora da fare, però si è sulla strada giusta”. Di recente è stato dato spazio a una iniziativa attraverso la quale si tenta un reinserimento nella società degli ex mafiosi. “Plauso a questa scelta”, ha commentato Benigno, ribadendo le “difficoltà di molta gente coinvolta in situazioni contro la propria attività” considerando quindi l’iniziativa come un aiuto concreto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità