Giampiero Mughini/ Juve contro tutti: le massime faranno colpo? (Ciao Darwin 2019)

- Emanuele Ambrosio

Giampiero Mughini ospite a Ciao Darwin 8: il giornalista sarà a capo della squadra “Juve contro tutti” nello show condotto da Paolo Bonolis

gianpiero_mughini_selfie_cs_2017
Giampiero Mughini

Giampiero Mughini è pronto per Juve contro tutti e ci immaginiamo anche che possa scaldarsi di fronte a una serie di personaggi che attaccheranno la squadra del suo cuore. A Ciao Darwin sarà il momento di tornare a discutere degli Scudetti della Vecchia Signora che per i tifosi bianconeri sono 37 e per tutto il resto d’Italia 35. A Torino sentono ancora come un’ingiustizia quei due titoli tolti dopo Calciopoli, cosa che per tutto il resto dei tifosi è giustificata da quanto emerso dai dati processuali. Ci aspettiamo quindi una serate di massime con lo scrittore juventino che a ogni ospitata ha tirato fuori tantissime perle divenute poi frasi di vera autodifesa per i tifosi bianconeri. Ci aspetta una serata densa di battibecchi che regaleranno grandi risate al pubblico. Mughini sarà sicuramente protagonista pronto a prendere la parola. (agg. di Matteo Fantozzi)

Il suo stile di vita

Giampiero Mughini è ospite a Ciao Darwin 8 – Terre Desolate, il varietà condotto con grandissimo successo da Paolo Bonolis su Canale 5 con la complicità di Luca Laurenti. Il giornalista e scrittore sarà protagonista della sfida “Juve contro tutti” in onda venerdì 10 maggio. Naturalmente Mughini sarà a capo della squadra degli juventini e dovrà confrontarsi e sfidarsi con la squadra degli anti-juventini capitanata da Raffaele Auriemma, voce storica “tifosa” del Napoli. Un match che si preannuncia davvero esplosivo e imperdibile per il pubblico di Canale 5. Del resto la presenza di Mughini in tv ha sempre registrato un alto interesse da parte dei telespettatori.

Giampiero Mughini: lo scontro con Taylor Mega

Non solo giornalista e scrittore, ma anche opinionista ed ospite di diversi salotti televisivi. Giampiero Mughini non si tira mai indietro quando c’è bisogno di confrontarsi e dire la sua; così durante l’ultima puntata di Live – Non è la D’Urso, il giornalista si è confrontato con Taylor Mega, l’ex naufraga de L’Isola dei Famosi. Tutto è cominciato per via di alcune dichiarazioni di Mughini pubblicate su Dagospia in cui il giornalista attaccava il mondo delle influencer definendole “putta..lle”. Immediata è stata la replica di Taylor Mega che su Instagram ha scritto: “Festeggiare e farsi festeggiare l’8 Marzo e poi accettare che ci cataloghino come ‘put….nelle’? NO, GRAZIE”. La influencer non ha minimamente gradito l’atteggiamento di Mughini che, ospite del salotto di Barbara D’Urso, non ha chiesto scusa precisando che quel commento non era riferito a lei. La Mega però non ci sta: “Come possiamo pretendere libertà se accettiamo e tolleriamo chi ci attacca per come siamo o, ancora peggio, per come ci mostriamo? L’espressione di quello che siamo, senza avere paura di chi abbiamo di fronte, è la massima manifestazione della nostra libertà”.

Michela Pandolfi, la moglie di Giampiero Mughini

Giampiero Mughini ha anche parlato della moglie Michela Pandolfi con cui da 28 anni è felicemente sposato. “Non mi dispiacerebbe farne altri 28. Lei è soffice come una piuma” ha dichiarato il giornalista nel salotto di Caterina Balivo a Vieni da me. Non solo, Mughini ha raccontato anche alcuni retroscena della sua vita privata soffermandosi sull’infanzia: “I miei si separarono quando avevo 7-8 anni. All’epoca vivere solo con una madre era inedito. Un po’ mi vergognavo”. Mughini ha poi ricordato il padre: “mio padre non aveva bisogno che gli dicessi chissà cosa. Gli portai una pagella che aveva solo un 7 come voto più basso…”. Non solo, lo scrittore ha anche ricordato uno dei momenti difficili della sua infanzia, quando il padre gli disse della presenza di un altro uomo nella vita della madre: “Una volta mi disse che mia madre stava frequentando un altro uomo. Io avevo 13 anni e gli dissi che era nel suo pieno diritto”. Infine Mughini ha spiegato perché ha deciso, volutamente, di non a vere figli: “Non ne ho mai desiderati”, mentre sul ruolo del genitore ha detto: “Penso sia un mestiere molto difficile, bisogna saperlo fare. Io penso che non avrei saputo farlo, che potevo solo badare a me stesso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA