Giuseppe Cruciani/ “Diffondere video violenze è pedagogico per la polizia?” (Tv Talk)

- Morgan K. Barraco

Giuseppe Cruciani uno degli ospiti di Tv Talk in onda oggi. “Diffondere video violenze è pedagogico per la polizia?”. E sul caso Vannini…

giuseppe cruciani tv talk
Giuseppe Cruciani a Tv Talk

Giuseppe Cruciani a Tv Talk affronta il delicato dibattito relativo alla violenza giovanile, anche in rapporto con la tecnologia, che speso diventa “prova di reato”, come nel caso dei telefonini. «Oggi si può raccontare riprendendo, nel bene e nel male, prima non era così perché non era possibile. Ma per me è un bene, perché sono prove». Riguardo l’omertà, come nel caso di cronaca di Manduria, Giuseppe Cruciani non si lascia sorprendere da quanto accaduto: «L’omertà è sempre esistita, non la scopriamo ora». Ma i numerosi video trasmessi dalle forze dell’ordine gli suggeriscono una riflessione: «Ora la polizia diffonde i video come se fosse pedagogico». In merito invece all’omicidio di Marco Vannini, si è confrontato con Gianluigi Nuzzi: «Sono uomini influenzabili, non sono mummie. Quindi posso pensare ad un condizionamento. Io sono totalmente a favore del racconto della verità». A Tv Talk si è parlato anche delle poche donne salite sul palco del Concerto del Primo Maggio: «Stiamo scherzando? Non penso che abbiano voluto escludere le donne. Bisogna fare gli elogi a chi ha fatto il cast, perché non ha pensato alle quote. Non mi pare una polemica sensata». (agg. di Silvana Palazzo)

GIUSEPPE CRUCIANI, IL SUCCESSO IN RADIO

Al bando ogni conformismo con Giuseppe Cruciani, voce storica de La Zanzara, in onda su Radio24, e conduttore del piccolo schermo italiano. Ultimamente anche ospite assiduo di Live – Non è la d’Urso, dove è intervenuto anche in occasione della famosa ospitata di Vittorio Sgarbi. Nessuna volontà di colpire in via diretta il critico d’arte da parte di Cruciani, nonostante i tanti sassolini dentro le scarpe ancora da togliersi. “Il mio modo di fare è efficace in radio”, ha sottolineato invece di recente a L’Espresso, sicuro di non voler cercare niente altro al momento. Giuseppe Cruciani sarà inoltre uno degli ospiti che vedremo a Tv Talk oggi, dove interverrà per parlare di quanto avvenuto a Viterbo e Manduria nei giorni scorsi. Da un lato l’omicidio di un pensionato, per mano di tanti minorenni e alcuni maggiorenni, di cui due, ricorda Il Messaggero, finiti in carcere per volere del Gip. Dall’altro il caso del commerciante ucciso durante una rapina, avvenuta in pieno centro nel suo negozio di jeans.

IL BATTIBECCO CON URBANO CAIRO

Giuseppe Cruciani è solito provocare le polemiche, ma di recente è finito al centro di un fitto battibecco con Urbano Cairo, presidente del Torino, durante la trasmissione Tiki Taka. In un’altra occasione, invece, si era parlato di un articolo del 1986 uscito su La Repubblica riguardante la cronaca di alcuni episodi avvenuti nello stadio bresciano durante una partita di serie B contro la Lazio, finita con un 2-0 a favore delle rondinelle. Nell’articolo compare infatti un Giuseppe Cruciani, all’epoca ventenne e arrestato per aver ferito con un coltello Marco Bartolomucci. Di fronte alle ipotesi di Paolo Ziliani, interviene Maurizio Pistocchi a difesa di Cruciani, smentendo su tutta la linea che sia lo stesso uomo di cui si parla nel testo del quotidiano. Tutto sarebbe partito inoltre da un attacco diretto da parte del giornalista, che non ha apprezzato le opinioni sul calcio del conduttore radiofonico, avvisandolo che quando si toccano certi tasti sportivi, il rischio è di subire l’effetto “sliding doors”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA