L’ultima caccia/ Su Rete 4 il film con Robert Taylor (oggi, 7 maggio 2019)

- Matteo Fantozzi

L’ultima caccia, oggi 7 maggio 2019 dalle ore 16.40 su Rete 4. Nel cast troviamo Robert Taylor e Stewart Granger, senza dimenticare ovviamente Llyod Nolan.

ultima caccia 2019 film
L'ultima caccia

L’ultima caccia va in onda oggi pomeriggio, martedì 7 maggio, alle ore 16.40 su Rete 4. La pellicola è uscita nel lontano 1956, prodotta dalla Metro Goldwyn Mayer, per la regia di Richard Brooks, il quale è ricordato anche per aver diretto nel 1968 la prima trasposizione cinematografica di “A sangue freddo“, capolavoro di Truman Capote. Il soggetto e la sceneggiatura di questo western in onda su Rete 4 portano invece la firma di Milton Lott. Tra gli attori principali che hanno dato voce e volto ai personaggi della pellicola, ve ne sono alcuni che all’epoca erano molto noti e che hanno contribuito a fare la storia del genere western in quegli anni, come ad esempio Robert Taylor e Stewart Granger, senza dimenticare ovviamente Llyod Nolan. Una menzione particolare la merita senza dubbio la colonna sonora, curata e arrangiata da Daniele Amfitheatrof, direttore d’orchestra che visse gran parte della sua vita in Italia, dove ebbe modo di farsi conoscere ed apprezzare. Ma ora andiamo a scoprire la trama del film.

L’ultima caccia, la trama del film

L’ultima caccia si svolge negli ultimi anni del 1800 in Dakota, dove la caccia al bisonte è già una emergenza, tanto da porre questa specie animale davanti al concreto rischio di estinzione. Il protagonista del film è appunto uno spietato cacciatore di bisonti, impersonato da Robert Taylor: il nome del suo personaggio è Charlie, il quale si caratterizza per l’assenza di scrupoli anche davanti alla consapevolezza che i bisonti sono anche l’unica fonte di sostentamento per le popolazioni indiane del luogo. Charlie nutre un profondo disprezzo per gli indiani e all’inizio del film lo vediamo intento a cercare di costruire una squadra che lo possa aiutare a organizzare una caccia su larga scala. A questo punto entra in scena Tony, personaggio interpretato da Stewart Granger. Charlie vorrebbe arruolarlo nella propria battuta di caccia, ma egli dopo poco tempo si schiera apertamente contro quello che definisce un vero e proprio sterminio. Le posizioni dei due sono inconciliabili e gli scontri si fanno sempre più duri e frequenti: la situazione peggiora ulteriormente quando Charlie cattura una giovane indiana e si rende ben presto conto che Tony prova qualcosa per lei. Alla fine Tony decide di liberare la donna e scappare con lei. Quando Charlie si avvede di quanto accaduto e si rende conto che Tony si è dileguato con la giovane, decide di ucciderli entrambi e quindi si lancia al loro inseguimento nonostante le condizioni atmosferiche siano decisamente avverse. Charlie mette a punto un piano con cui è convinto di poter mettere in trappola i due, ma non ha fatto i conti con una tempesta di neve che si scatena all’improvviso nel corso della notte prima di quello che nei suoi piani doveva essere l’assalto ai due fuggiaschi. Proprio a causa di questa tempesta di neve, Charlie trova la morte.



© RIPRODUZIONE RISERVATA