Michelle Hunziker/ Il duetto con Fabio Rovazzi è un successo (All together now)

- Emanuele Ambrosio

Michelle Hunziker: buona la prima di All Together Now. La showgirl duetta con i Boomdabash sulle note di “Non ti dico no”: “Questo pezzo è troppo bello”

J-Ax e Michelle Hunziker
J-Ax e Michelle Hunziker a "All together now"

Il duetto tra Michelle Hunziker e Fabio Rovazzi è stato uno dei momenti più divertenti della seconda puntata di All Together Now. “Che bello averti qui con noi” ha detto la conduttrice dopo l’esibizione con il famoso youtuber. La coppia ha cantato il brano ‘Faccio quello che voglio’ e a metà canzone si è inserito anche J-AX con la sua parte rap. Un bello spettacolo che ha coinvolto tutto il pubblico in studio e il muro dei giurati. Poi il simpaticissimo siparietto tra Fabio Rovazzi ed una simpaticissima signora in platea, presentata a Fabio dalla stessa Michelle. La spettatrice emula i passi di Rovazzi in ‘Andiamo a comandare’ e lo youtuber la ingaggia per il suo prossimo video ufficiale: “Lei è perfetta per il filmato. La coinvolgerò sicuramente”.

Michelle Hunziker e la precisazione su All Together now

Michelle Hunziker torna al timone di “All together now“, lo show del giovedì sera condotto con grande successo su Canale 5. La showgirl svizzera ha convinto critica e pubblico con la prima puntata del game show che ha prestato alla stampa così: “è un game show, non un talent: non prometto carriere musicali, levo l’ansia e me la levo. Io lancio una sfida, Se ci riesci, ti porti a casa 50mila euro”. In apertura Michelle ha omaggiato i Queen e durante la serata ha duettato con i Boomdabash, giudici speciali della prima puntata, sulle note di “Non ti dico” hit dell’estate 2018 che la band pugliese ha interpretato con Loredana Bertè. La Hunziker prima di esibirsi ha chiesto scusa a Loredana: “Scusami, scusami Loredana Bertè, perdono. Ci ho provato. Questo pezzo è troppo bello”.

Michelle Hunziker: “All Together Now mi ha subito emozionata”

Durante la conferenza stampa di presentazione, Michelle Hunziker ha raccontato di essersi subito emozionata nel conoscere il format dello show. “La prima volta che mi hanno parlato di questo game show, mi sono emozionata subito” – ha dichiarato Michelle che non ha nascosto di aver avuto una serie di dubbi prima di accettare questa nuova sfida televisiva. “Ho avuto anche migliaia di dubbi tra i cento microfoni da gestire e come fare per considerare tutti i giurati. Mi veniva l’ansia solo all’idea a livello tecnico” – confessa Michelle parlando di All Together Now, ma poi qualcosa è cambiato.  “Abbiamo fatto un fantastico casting dei concorrenti con il regista e direttore artistico Roberto Cenci. Alla prima puntata dovevamo rodarci, poi ci siamo conosciuti tutti, anche perché io vagavo nel muro umano per intervistare i giurati. Una cosa è certa: non ti annoi mai” dice la Hunziker, che precisa – “non è la stessa situazione di un talent dove ci sono i quattro giudici che dicono quasi sempre le stesse cose, noi abbiamo cento esperti musicali, come fossero un condominio di grandi esperti che a volte litigano”.

Michelle Hunziker su J-Ax

In questa nuova avventura televisiva Michelle Hunziker non è da sola. A farle da spalla è J-Ax, il rapper a cui è affidato il compito di capo del muro: “Lui è fortissimo, è divisivo, è politically scorrect (ma mai volgare), dice cose intelligenti, è sensibile. E poi è più svizzero di me”. A giocare un ruolo fondamentale nello show è proprio questo muro composta da cento persone, un vero e proprio condominio chiamato ad esprimersi sulle performance canore dei concorrenti. “C’è un muro fatto di cento persone, un condominio. Chi si esibisce deve convincere il condominio a cantarein coro” – ha rivelato la conduttrice in una lunga intervista a Chi di Alfonso Signorini – “Hanno fatto quattro mesi di casting, meravigliosi, per trovare questi cento: ci sono dalle Provvedi a Palla e Chiatta, ci sono due youtuber, da Mietta a Ronnie James, c’è Silvia Mezzanotte dei Matia Bazar, c’è Timothy Cavicchini… Quel muro è divino e il livello della gente è spaventoso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA