Mino Reitano, 10 anni dalla morte/ La moglie Patrizia e le figlie: “Viviamo per lui”

- Hedda Hopper

Mino Reitano è protagonista oggi a Storie Italiane a dieci anni dalla sua morte grazie alla moglie Patrizia e alle figlie che lo ricordano con affetto

grazia e giuseppina le figlie di mino reitano domenica in 2019 facebook
Grazia e Giuseppina, figlie di Mino Reitano

Giuseppina Elena e Grazia Benedetta accompagnano mamma Patrizia a Storie Italiane per ricordare il loro amato padre, Mino Reitano, a dieci anni dalla sua morte. La perdita è stata grandissima e non solo per i suoi fan e il pubblico italiano che lo amava e seguiva ma soprattutto per la sua famiglia con la quale aveva un legame speciale e che ha sempre messo al primo posto nonostante il successo e la carriera. Molte delle sue canzoni erano dedicate proprio alle donne della sua vita e alla moglie Patrizia che nei giorni scorsi lo ha ricordato a Domenica In, nel salotto di Mara Venier, e che oggi fa lo stesso in quello di Eleonora Daniele. La commozione è palpabile e mentre sul video scorrono le immagini di un uomo onesto e per bene, in studio le lacrime a stento trattengono le lacrime fino a quando la stessa Patrizia non conferma: “Noi viviamo per lui, siamo molto unite e ci spalleggiamo a vicenda da quando lui non c’è”.

MINO REITANO UN ESEMPIO PER TUTTI

Le figlie stesse confermano che lui non le ha mai lasciate: “E’ stato un papà meraviglioso, non ci ha mai lasciato e ci ha portato in giro per il mondo, è stato un privilegio condividere con lui la vita lavorativa e quella affettiva. Ci ha istruito e ci ha dato una forza, ancora più di quanto potesse fare la scuola“. Sono sempre loro che continuano a ribadire che il loro padre è stato un esempio di vita: “Avevamo un rapporto molto diretto, lui ci leggeva le cose negli occhi, non ci sono cose che non gli abbiamo detto e quando lo abbiamo fatto volevamo solo non ferirlo e nell’ultimo periodo della sua vita abbiamo cercato di alleviare il suo dolore”. Patrizia stessa conferma: “Negli ultimi anni tra interventi e malattia, lui stesso pensava di aver perso il suo pubblico ma non era così, lui ha seminato tanto affetto”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA