Caso Pamela Prati, matrimonio annullato con Marco Caltagirone/ Spunta una foto, ma…

- Hedda Hopper

Matrimonio Pamela Prati e Mark Caltagirone, perché e stato annullato? Le rivelazioni di Roberto D’Agostino: “E’ stato tutto inventato dalle due agenti”

location matrimonio prati
Location matrimonio Pamela Prati Mark Caltagirone

Il matrimonio di Pamela Prati e Mark Caltagirone, sta creando più problematiche del previsto. Dopo averlo rimandato a data da destinarsi per via delle troppa pressione mediatica, la showgirl sarda è apparsa sulle Stories Instagram della manager Eliana Michelazzo, scherzando sull’accaduto come nulla fosse. Proprio l’ex corteggiatrice di Uomini e Donne, ha comunicato pure che sarebbero già partite alcune denuce, non si sa per chi e soprattutto per quale arcano motivo. Nel frattempo, durante la puntata di Live – Non è la d’Urso andata in onda ieri, Barbara ha mostrato una probabile paparazzata che avrebbe dovuto avere come protagonisti proprio Pamela Prati e Mark Caltagirone, dopo uno scatto di Maurizio Sorge. Il paparazzo però, interpellato da FanPage, ha smentito di avere scattato quella fotografia, aggiungendo: “Non ho mai detto che la foto fosse mia. Io non ho paparazzato nessuno. La foto me l’hanno data. Me l’ha data Pamela Perricciolo. È vero che ho visto Pamela. La conosco da 15 anni, è un’amica e non devo incontrarla di nascosto. Ma non mi sono messo d’accordo con lei, cercavo solo di capire quello (Marco Caltagirone, ndr) quando arrivava, quando avrei potuto fargli le foto, quando potevo fare il mio lavoro. Cercavo di capire le cose. Lei mi ha mandato questa foto. Ma non mi sono arrogato la proprietà della foto. Non ho fatto io la paparazzata”. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

L’accusa di Roberto D’Agostino

È un’accusa ben precisa quella che fa Roberto D’Agostino nel salotto di Live – Non è la D’Urso. “Io pensavo che le nozze di Pamela Prati fossero solo un’invenzione – dice il fondatore di Dagospia – in realtà è la punta dell’iceberg. Queste due donne, Eliana e Pamela hanno fregato tutti voi, dovete chiedere i danni”. Secondo D’Agostino, infatti, esistono prove numerosissime che dimostrerebbero che “questo è un sistema di truffe” e proprio per questo motivo – continua – “siamo davanti a un’associazione a delinquere”. L’ospite di Barbara D’Urso si scaglia inoltre contro chi, fino a pochi minuti prima, continuava a difendere Pamela Prati: “Dopo tutte le testimonianze mostrate – spiega Dagostino – voglio sentire cosa hanno da dire le quattro oche che prima difendevano Pamela Prati; ma la padrona di casa prende la parola e al solo pensiero di essere stata presa in giro, dichiara: “Se è una truffa, mi incaz*o!”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

Stop ai preparativi: i danni

Fioccano i dettagli a Live – Non è la D’Urso sui preparativi, poi annullati, delle presunte nozze di Pamela Prati e Mark Caltagirone. A spiegare cosa è accaduto e le conseguenze della cancellazione delle nozze è ancora una volta Alan Fiordelmondo, il quale, seguendo la vicenda per il settimanale Chi, ha avuto la possibilità di incontrare i titolari di alcune attività che avrebbero dovuto partecipare ai preparativi per le nozze della showgirl. “Ci sono persone che abbiamo incontrato, che hanno lavorato e non hanno preso un soldo, perché non sono stati rispettati – spiega il giornalista nel salotto di Barbara D’Urso – Il fioraio, il titolare della villa; l’unica persona che ha preso soldi è stato chi ha confezionato l’abito, ma per un motivo molto semplice, perché l’abito era funzionale per il servizio fotografico”. Le conseguenze più importanti sarebbero però quelle toccate a colei che avrebbe dovuto curare l’allestimento floreale: “Questa ragazza, che stava lavorando al confezionamento dei fiori, sperava con questo matrimonio – spiega Fiordelmondo – di mandare avanti l’attività, che è fortemente in crisi. Ha 10 dipendenti e sperava nel rilancio. Sono stati tutti presi in giro”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

D’Agostino: “Una presa in giro”

A Live non è la D’Urso si parla del matrimonio annullato tra Pamela Prati e Mark Caltagirone. Interviene il giornalista Roberto D’Agostino per dire la sua sulla vicenda: “Semplicemente hanno preso tutti per i fondelli al solo scopo di guadagnarci. Sono tutte favole inventate”. E aggiunge: “Inoltre vi dico che l’ex della Prati è stato sfruttato fino alla fine per avere soldi. Ho sempre riportato ciò che ha detto Luigi, si è rivolto agli avvocati. Questo signore mi ha mostrato le carte per recuperare i soldi, le ingiunzioni varie, la sua situazione è sempre lì. Inutile continuare a chiacchierare”. Viene trasmesso nuovamente il filmato con l’intervista telefonica che Mark Caltagirone aveva rilasciato alla D’Urso alla vigilia del matrimonio con Pamela Prati: “Si dovremmo sposarci l’otto maggio. In teoria dovremmo sposarci. Se sarò in chiesa? Assolutamente. Finalmente l’Italia potrà vedermi. Assolutamente non posso apparire prima del matrimonio perchè ho un contratto di esclusiva. Non mi va di apparire, comunque in questo momento non posso far uscire le mie immagini”. Oggi è l’8 maggio e il matrimonio tra Pamela Prati e Mark Caltagirone non si è celebrato. Tutta una farsa come sostiene D’Agostino?

Prati – Caltagirone, il matrimonio annullato finisce a Live

A Live non è la D’Urso si parla dei preparativi del matrimonio tra Pamela Prati e Mark Caltagirone. Le nozze si sarebbero dovute tenere in Toscana, in una storica dimora nella provincia di Prato, dopo l’annuncio che, in un primo momento, collocava le nozze in Umbria. Nello studio di Barbara D’UrSo, le dichiarazioni di Alan Fiordelmondo, che ha seguito la vicenda per il settimanale Chi assieme a Gabriele Parpiglia: “Siamo andati già la settimana scorsa – spiega il giornalista nel salotto di Canale 5 – devo dire che comunque, man mano che abbiamo scavato, abbiamo trovato molti elementi che non corrispondevano. Ho anche qualche dubbio – ha aggiunto Fiordelmondo – che la location in Umbria fosse la prima location scelta per il matrimonio, ma per un motivo: l’atelier scelto per confezionare l’abito da sposa si trova a pochissimi chilometri da villa Pazzi, che è la villa scelta in seconda battuta”. Tra i misteri della vicenda, anche la mancata ricezione degli inviti da parte degli ospiti designati. “Manuela Villa non ha ricevuto l’invito, Pippo Franco non ha ricevuto l’invito”, spiega Giovanni Ciacci; Barbara D’Urso, però, ha ha un’altra spiegazione e fra l’ironia generale sentenzia: “Può anche esserci un problema con le poste”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

MANILA NAZZARO: “IO LE CREDO”

Come previsto, la nuova puntata di Live non è la d’Urso si apre con la discussione sulle nozze, saltate, di Pamela Prati e Mark Caltagirone. Manila Nazzaro è ospite di Barbara d’Urso e prende subito parola, dopo il primo servizio sulle nozze, per dire la sua. “Fino a prova contraria non posso negare che questo matrimonio sia esistito, almeno nei desideri di Pamela.” ammette la Nazzaro, che poi continua “Pamela ha sempre avuto un atteggiamento di grandissimo rispetto per il suo pubblico.. Io credo assolutamente nella buona fede di Pamela ma se tutto questo si rivelerà una truffa io sarei dell’opinione che lei è una vittima.” La conduttrice, ospite della d’Urso, è più che convinta che, qualora si rivelasse una bufala, la Prati ne sarebbe quindi la prima vittima. (Aggiornamento di Anna Montesano)

NUOVI CHIARIMENTI DA ELIANA MICHELAZZO?

Starebbe vivendo momenti di particolare stress Pamela Prati e tutto a causa del polverone sollevatosi per il matrimonio con Mark Caltagirone. Ormai è cosa certa che le nozze sono saltate anche se la manager e socia della Prati, Pamela Perricciolo, ha fatto sapere che non si tratta di un annullamento definitivo ma soltanto di uno slittamento. Il matrimonio si farà ma solo dopo che Pamela Prati sarà tornata in forze. La showgirl avrebbe perso molti chili anche a causa del caos mediatico scatenatosi ai suoi danni. Eppure, il sospetto che sia tutta una montatura, continua ad esserci. Se ne parlerà a lungo nel corso della nuova puntata di Live non è la d’Urso, dove probabilmente tornerà ospite anche Eliana Michelazzo, l’altra manager di Pamela Prati. Quali saranno le sue dichiarazioni? (Aggiornamento di Anna Montesano)

PALEMA PRATI, MARK CALTAGIRONE: MATRIMONIO RINVIATO A DATA DA DEFINIRE

Intervistata dal settimanale Oggi, Pamela Perricciolo, una delle manager e socie di Pamela Prati, aggiunge nuovi tasselli alla questione matrimonio che tanto sta facendo discutere. Come prima cosa, ufficializza che il matrimonio tra la Parti e Mark Caltagirone è rinviato. Poi però spiega: “La signora Prati non sta bene, ha bisogno di riposo, il matrimonio si farà, ma la data non è ancora stata fissata”. Inoltre la Petricciolo aggiunge: “proprio in queste ore Marco, il promesso sposo, sta tornando in Italia per stare vicino alla fidanzata, che ha perso non so quanti chili per lo stress”. E se in molti sospettano sempre più si tratti di una bufala creata ad arte, dalla parte di Pamela Prati si schiera invece Valeria Marini. La showgirl, intervistata da Oggi, dichiara: “Io sto con Pamela. E non lo dico per buonismo. – e aggiunge – Non posso pensare che sia tutta finzione. È una donna incapace di ordire trame simili… La conosco troppo bene per pensare che possa aver fatto una cosa simile: lei è una vittima di qualcuno o qualcosa. Non si merita di trovarsi in una situazione simile, lei non ha malizia.” (Aggiornamento di Anna Montesano)

PALEMA PRATI, MARK CALTAGIRONE: IL MATRIMONIO ERA PREVISTO OGGI 8 MAGGIO

Continua a tenere banco il caso del matrimonio di Pamela Prati e Mark Caltagirone. I due avrebbero dovuto sposarsi oggi, 8 maggio, ma le nozze sono state posticipate a data da destinarsi, o per alcuni, definitivamente annullate. Cosa è successo? Roberto D’Agostino, noto giornalista di gossip nonché colui che per la prima volta ha gettato i riflettori su questo matrimonio sospetto, intervistato dai microfoni del programma Rai, Storie Italiane, ha ammesso: «Tutto è nato da un’indiscrezione che il matrimonio di Pamela Prati fosse una bufala. Articolo dopo articolo, incrociando i vari social, abbiamo scoperto che l’agenzia di Perricciolo e Michelazzo aveva messo in piedi una sorta di sistema ad hoc, fornendo alle varie trasmissioni la “ciccia” per costruire il matrimonio, incassando nel contempo i compensi delle ospitate». D’Agostino parla di matrimonio bufala: «Mark non esiste – prosegue – come non esistono gli altri protagonisti di questa storia. Tutti nomi altisonanti, Caltagirone, imprenditore romano, Coppi, famoso penalista e magistrato antimafia…». D’Agostino non capisce perché nessuno si sia fino ad ora mosso per vie legali: «Nessuno ha fatto una denuncia, nessuno è andato dalle autorità a dire di essere stato truffato, dicono di avere avuto paura, ma paura di cosa? Quali erano le eventuali minacce di queste signorine?». Pamela Prati è una vittima? Chiede quindi la giornalista di Storie Italiane a D’Agostino: «E’ una vittima nella misura in cui è stata costretta dagli eventi a farsi accudire da questa agenzia, non sappiamo i particolari, non possiamo credere che la Prati creda ancora alla befana. Possiamo però credere che ci sia stato qualcosa che abbia costretto a far finire la Prati in questo gioco più grande di lei». D’Agostino torna quindi sulle due agenti che secondo lo stesso avrebbero architettato il tutto: «Sicuramente bisogna dire che queste due agenti hanno fantasia, sono riuscite a creare delle situazioni non facili, sono veramente dei geni». Il noto giornalista paragona l’intera vicenda ad una favola: «La gente quando accende la televisione vuole la favola, alle trasmissioni fa comodo avere la storia di una soubrette con una lunga carriera, che ha trovato un ricco imprenditore con due figli in affido, pronti a volare Miami. Loro hanno capito quello che il pubblico voleva, guadagnando anche un sacco di soldi, questa è la grande truffa del gossip». Ma Mark, alla fine, dove si trova? «Nella fantasia e nella testa delle due ragazze – replica D’Agostino – sta lì. A furia di ripetere questa storia, alla fine uno ci crede davvero». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

LE CAUSE DELL’ANNULLAMENTO DEL MATRIMONIO TRA PALEMA PRATI, MARK CALTAGIRONE

Non ci sarà una marcia nuziale oggi in Umbria, almeno non per Mark Caltagirone e Pamela Prati che proprio oggi, 8 maggio, avrebbero dovuto sposarsi. A quanto pare così non sarà e tutti i pettegolezzi dei giorni scorsi si sono trasformati in un no. La showgirl sarda ha deciso di annullare le nozze con Mark Caltagirone proprio per via del fango che l’ha travolta in queste settimane, lo stesso che l’ha ridotta a letto, quasi in preda alla depressione e ad un enorme calo di chili, almeno secondo quanto hanno rivelato le sue stesse manager e, in particolare, l’ormai famosa Eliana Michelazzo. Pamela Prati è stata a Verissimo un paio di settimane fa per confermare le sue nozze ma a quanto pare il matrimonio oggi non ci sarà. Gabriele Parpiglia per Chi ha provato a mettere insieme i pezzi di quello che definisce un matrimonio “fantasma” tanto misterioso che sembra che addirittura Mark Caltagirone sembra essere un uomo inventato.

IL MATRIMONIO MISTERIOSO

Le nozze sono state organizzate dalla stessa Pamela Prati, direttrice dell’agenzia Aicos Management, insieme a quelle che sono le sue socie Eliana Michelazzo (spesso in tv soprattutto nel salotto di Barbara d’Urso) e Pamela Perricciolo. In un primo momento si è parlato di nozze in Umbria o nelle Marche, ma alla fine sembra che la località scelta fosse Villa Pazzi al Parugiano in provincia di Prato con tanto di persone chiamate ad organizzare l’evento a cominciare dalla wedding planner Consuelo Di Figlia passando dallo stilista Andrea Guarnieri per l’abito e finendo all’allestimento floreale affidato ad Elena Mazzetti. Poi tutto è andato a pezzi. I pettegolezzi e l’interesse mediatico su questo matrimonio presumibilmente finto ha spinto i proprietari della struttura (che poi hanno smentito) a ridare indietro l’assegno e disdire l’evento per via della pubblicità negativa mentre la stessa sposa avrebbe fatto avere a Mediaset un certificato medico visto che Verissimo aveva l’esclusiva del presunto matrimonio.

LE PAROLE DELLA PROPRIETARIA DI VILLA PAZZI

Il settimanale Chi ha messo insieme le testimonianze di tutte le persone chiamate ad organizzare l’evento e il matrimonio di Pamela Prati e Mark Caltagirone e sono venute a galla novità interessanti. In particolare, Marzia Rosati, proprietaria della location Villa Pazzi al Parugiano ha rivelato: “Quando ci siamo incontrati, chi parlava era sempre la sua agente, che poi ho riconosciuto guardando la tv: Eliana Michelazzo. È stata lei a chiedermi di recintare la struttura perché Pamela aveva fretta di sposarsi e ci sarebbero state le telecamere. Io invece rispondevo: ma quanti ospiti sarete? Quante stanze vi servono? Insomma, chiedevo banalmente che cosa servisse per il matrimonio ma le risposte erano vaghe“. Sempre secondo la signora le due alla fine avevano prenotato solo tre stanze, non avevano intenzione di visionare il posto e avevano solo fretta di concludere. Tutto sembrava strano “Fino a quando a mia figlia è stato comunicato, sabato 4 maggio, che le nozze erano state rinviate”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA