Patrizia Pellegrino/ “Mio figlio morto? Ho rischiato di perdere anche Arianna”

- Davide Giancristofaro Alberti

Patrizia Pellegrino racconta a Storie Italiane il dramma vissuto dopo la morte del figlio

Patrizia Pellegrino a Storie Italiane
Patrizia Pellegrino (Rai)

Un’intervista molto toccante quella rilasciata da Patrizia Pellegrino a Storie Italiane ieri. Ad Eleonora Daniele ha ricordato un momento doloroso della sua vita, quando ha perso il primo figlio Riccardo, morto una settimana dopo il parto. «È nato prematuro, ma uno dei suoi polmoni, purtroppo, non era ancora del tutto formato all’ottavo mese di gravidanza. Dopo pochi giorni gli è scoppiato e lui non ce l’ha fatta». Patrizia Pellegrino non ha voluto fare però il nome del medico che avrebbe potuto salvare il figlio e che invece non lo ha fatto. Dopo quella perdita, i medici le dissero che non avrebbe potuto più avere figli, quindi decise di adottare Gregory. Ma contro ogni pronostico rimase poi incinta di Tommaso e Arianna. Quest’ultima nacque prematura di tre mesi: «I dottori dicevano che non ce l’avrebbe fatta, ma io non ho mai avuto dubbi ed oggi è una ragazza straordinaria». All’indomani di questa intervista, che sta ancora facendo discutere, l’attrice e showgirl ha voluto ringraziare i fan per l’affetto che le hanno dimostrato in queste ultime ore. «Vi ringrazio per avermi seguita in tanti anche stavolta la puntata di ieri è stata molto seguita…. grazie grazie grazie!!!!!! Siete tutti davvero dolci con me per quello che mi scrivete e per l’affetto che mi regalate». (agg. di Silvana Palazzo)

PATRIZIA PELLEGRINO IN LACRIME A STORIE ITALIANE

Racconto forte e toccante quello fatto da Patrizia Pellegrino a Storie Italiane. La morte del suo primo bambino è un dolore ancora molto presente, soprattutto perché, a detta della Pellegrino, il piccolo avrebbe potuto salvarsi se avesse ricevuto cure adeguate. “Il medico era bravissimo, ma agire con leggerezza può rovinare una vita – ha ammesso Patrizia Pellegrini in studio, per poi tagliare corto – non voglio fare il nome, ormai sono passati tantissimi anni, basta”. Quel bambino che oggi non c’è più è però un ricordo onnipresente in lei: “Riccardo è sempre dentro di me, non mi ha mai lasciata” ha ammesso. Un racconta straziante quello dell’attrice, che ha poi parlato dei figli arrivati dopo la morte prematura del piccolo Riccardo, una dei quali nata con un handicap. (Aggiornamento di Anna Montesano)

LA MORTE DEL FIGLIO RICCARDO E IL VIAGGIO A LOURDES

Una vita di successi quella di Patrizia Pellegrino, ma contornata da numerose difficoltà. La nota attrice e showgirl originaria di Torre Annunziata, festeggia quest’anno i 40 anni di carriera, e in queste 4 decadi si è tolta grandi soddisfazioni, accompagnate però spesso e volentieri da drammi. Patrizia perse un figlio, nato un mese prima del dovuto, e curato male stando a quanto rivelato dalla madre. Quindi la morte del fratello, che si tolse la vita 39 anni a seguito di un lungo passato di droga. Ma non finisce qui perché l’attrice campana ha dovuto subire anche il tradimento dell’ex marito Stefano Todini, che la fece cadere in depressione con continui attacchi di panico. Cicatrici che rimangono indelebili sulla pelle, che fanno male e fanno pensare, ma la bionda Pellegrino non ha perso il sorriso, come dimostrato anche oggi presso la trasmissione Storie Italiane di Rai Uno, consolandosi con i tre figli Tommaso, Arianna e Gregory, adottato da un orfanotrofio russo: «Mi mandarono in Russia dove arrivai in questo orfanotrofio – ricorda – il posto più brutto del mondo, dove vivevano tanti piccoli fiori e mi dissero: quello è tuo figlio. Gregory oggi è bellissimo, ma allora non lo era. Capì che aveva dei problemi, ma io lo strinsi e gli promisi che non lo avrei mai lasciato e così è stato». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

PATRIZIA PELLEGRINO “RINATA DOPO LA MORTE DI MIO FIGLIO”

L’attrice e showgirl Patrizia Pellegrino è stata ospite quest’oggi presso gli studi di Storie Italiane, programma di Rai Uno condotto da Eleonora Daniele. «Quest’anno festeggio 40 anni di carriera, ho iniziato con Corrado – esordisce – mi sento rinata, e guardandomi indietro sento di aver fatto cose importanti. Ho fatto tutto con grande amore e sincerità, e questo è molto sentito dalle donne, che mi amano: e un po’ il mio successo personale». Patrizia ha perso un figlio appena nato: «Perdere un figlio penso sia la cosa più traumatica che si possa vivere – racconta la Pellegrino – ero incinta di Riccardo, mi hanno detto che andava tutto bene e che era tutto perfetto, poi è nato un mese prima e non è stato seguito bene. Il suo polmone non ha retto, bastava un medicinale da mettere nelle vene e invece ho trovato un dottore troppo leggero al Bambino Gesù, e mi è successo. Ma ho trovato modo di risorgere – aggiunge – anche se la ferita ti rimane dentro: ora vivo, respiro e continuo a lottare». La showgirl ha deciso di adottare un bambino, Gregory: «Non è stato facile, ci ho messo tre anni e mezzo. Quando l’abbiamo visto era davvero brutto e malnutrito, poi appena l’ho preso in braccio ho sentito la stessa cosa dei miei figli quando sono nati, l’ho amato da subito».

PATRIZIO PELLEGRINO A STORIE ITALIANE

Patrizia Pellegrino ha altri due figli, Tommaso e Arianna: «Loro sono un po’ chiusi – ammette – non vogliono farsi tanto vedere». Arianna è nata prematura di tre mesi, e il parto con 90 giorni di anticipo le ha causato dei problemi di salute: «A Lourdes ho visto cose allucinanti – racconta la Pellegrino – ho visto ragazzi giovani completamente immobili, fermi sul lettino, ho visto persone che non riuscivano ad entrare in acqua: a quel punto ho avuto uno choc, e mi sono chiesta “Perché devo chiedere la grazia per Arianna?”».

© RIPRODUZIONE RISERVATA