C’E’ POSTA PER TE/ Puntata del 13/11/2010: con Christian De Sica e Giorgio Pasotti, Maria De Filippi vince ancora la gara degli ascolti

- La Redazione

C’è posta per te, che ha ospitato De Sica e Pasotti, ha vinto anche questa settimana la gara degli ascolti, per la gioia di Maria De Filippi

maria_defilippiR400_5ott10
Uomini e donne

C’E’ POSTA PER TE – Puntata del 13/11/2010, con Christian De Sica e Giorgio Pasotti, Maria De Filippi vince ancora la gara degli ascolti – Il programma di Maria De Filippi è giunto ormai quasi alla fine. Quella di ieri, sabato 13 novembre 2010, è stata infatti la penultima puntata.

Nella prima parte della puntata è stato Christian De Sica a regalare dei sorrisi al pubblico in studio e a casa con la sua simpatia e le sue battute (una tra l’altro ha riguardato Massimo Boldi, sua ex spalla nei famosi Cinepanettoni). L’attore romano ha accompagnato una ragazza che ha voluto fare una sorpresa a sua madre.

Più tardi invece è stato il turno dell’altro attore, Giorgio Pasotti, volto più noto al pubblico del piccolo schermo e che sarà tra i protagonisti della fiction Mediaset “Due mamme di troppo”. In questo caso ha accompagnato un ragazzo che voleva fare una sorpresa alla sua amata. Emozioni e storie che hanno tenuto tanti italiani sintonizzati su Canale 5.

Infatti C’è posta per te, secondo i dati del sito tvblog, ha avuto oltre 5,7 milioni di telespettatori (share superiore al 26,6%). Molto distaccato Don Matteo 7, andato in onda su Raiuno, che è stato seguito da circa 3,8 milioni di persone (share del 14,9%). Terzo classificato tra gli ascolti della serata Harry Potter e l’ordine della Fenice, seguito da 2,7 milioni di telespettatori (11,5% di share).

Al quarto posto Cold Case, andato in onda su Raidue, che ha totalizzato 2,2 milioni di telespettatori (share dell’8,4%), seguito da il programma E se domani, condotto da Alex Zanardi su Raitre (1,64 milioni di telespettatori e share del 6,8%) e dal film La promessa andato in onda su Rete 4 (1,6 milioni di persone e 6,7% di share).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori