PAR CONDICIO/ Senza Annozero calano nettamente i telespettatori del secondo canale Rai

- La Redazione

Il programma di Michele Santoro non va in onda in rispetto della legge sulla par condicio. E la Rai perde quasi due milioni di spettatori

santoro_R375

Senza “Annozero” vanno in picchiata gli ascolti Rai. E’ quello che sembra a giudicare dai dati di giovedì sera: al posto del programma di Michele Santoro è andato in onda il film “La carica dei 101”. Risultato: meno 10,8% di share. In cifre, una perdita di circa due milioni e mezzo di spettatori nella fascia oraria 21 e 14-23 e 40, quella di solito occupata appunto da “Annozero”. Dunque l’applicazione del regolamento sulla par condicio mette in difficoltà la Rai: la perdita di spettatori influisce naturalmente anche sulla raccolta pubblicitaria.

Il calcolo è stato fatto dalla redazione stessa di Annozero con una comparazione dei dati Auditel. L’ultima puntata del programma di Santoro andata in onda lo scorso 25 febbraio, quella sul caso Morgan, aveva totalizzato 4.564.000 telespettatori, pari al 19,22% dello share. Questo giovedì, nello spazio orario compreso tra le 21 e 04 e le 22 e 45, i telespettatori che hanno visto il film “La carica dei 101” sono stati 2.574.000, 9,66% di share. Hanno fatto seguito tre minuti del programma “Elezioni regionali”, con 807.000 spettatori (3,52%).

Dalle 22 e 51 alle 23 e 04 è andato in onda il Tg2: 988.000 spettatori e share del 4,54%. La serata si è conclusa con “Electra”, dalle 23 e 07 alle 24 e 35: 837.000 telespettatori pari al 7,29%. Per il prossimo giovedì è previsto in programmazione “La carica dei 102”, il sequel del film trasmesso questa settimana. Sarà un nuovo calo di spettatori?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori