ASCOLTI TV VENERDI’ 23 APRILE 2010/ Ciao Darwin stacca tutti, la scelta di Marcelo fa fare il boom a Uomini e Donne

- La Redazione

Darwin dice “ciao” agli inseguitori e segna il record assoluto del prime time di ier sera, venerdì 23 aprile 2010

monoscopio_R375

Darwin dice “ciao” agli inseguitori e segna il record assoluto del prime time di ier sera, venerdì 23 aprile 2010. Quei “mostri” di Paolo Bonolis e Luca Laurenti hanno incollato alla tv 7.331.000 telespettatori. Appunto un record assoluto, che vuol dire quasi il 32% di share.

Miseria contro Nobiltà era il tema della puntata, per la cronaca vinta dalla Miseria capitanata dalla coattissima vincitrice della terza edizione del Grande Fratello Floriana Secondi, e Miseria e Nobiltà è anche il paradigma di un successo così sfolgorante di una trasmissione che – per impegno, nomi e capacità tecniche messe in campo – non possiamo certo definire trash, ma che sicuramente vide maggiormente di punte di Miseria che non di Nobiltà.

Polverizzata la concorrenza di Ciak si Canta (4.283.000 di spettatori con uno share del 17,52%) tengono le Crime series Usa con CSI: Scena del Crimine a 2.749.000 spettatori e CSI: NY con 2.569.000 spettatori.

E sempre parlando di trasmissioni “popolari” la menzione d’onore va a Uomini e Donne di Maria de Filippi in grado di magnetizzare davanti alla Tv nella fascia pomeridiana 2.999.000 spettatori. In scena la scelta del tronista Marcelo Fuentes che si è beccato il “No” secco e anche un po’ annunciato da Stefania Zappa. E se Marcelo (la Zappa) se l’è tirata sui piedi, di certo la De Filippi coglie l’ennesimo meritatissimo successo. Complimenti.

L’esperimento di Crimini, invece, proprio non decolla: solo 1.883.000 spettatori contro il 1.991.000 di Andrea Vianello con Mi manda Raitre. Pur in calo, la trasmissione sulle beghe più o meno grandi dell’italiano medio supera, quindi, il tentativo di americanizzazione dei vari Carabinieri, Squadra o Distretto di polizia tentato da Crimini. Vero, grandi penne, storie molto fumettose e stilisticamente ottime, ma in fondo una “imitazione” degli Usa. E l’originale – nell’appeal – è sempre meglio della copia. Forse la fiction poliziesca italiana ancora non è pronta al salto di qualità.

 

Buoni riscontri, come sempre, per un classico del cinema che in Italia piace molto: gli Intoccabili con Kevin Costner, Robert De Niro e Sean Connery per la regia di Brian De Palma: oltre i 2.000.000 di telespettatori e un ottimo 8,58% di share.

 

Chiude la classifica la bravissima neomamma Ilaria D’Amico, che torna a Exit Files con il 2,37% di share e 653.000 spettatori: che grinta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori