ASCOLTI TV/ La cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Londra batte tutti. 27 luglio 2012

- La Redazione

La cerimonia di apertura delle Olimpiadi 2012 ha battuto ogni altro programm tv di ieri sera 27 luglio con quasi sei milioni di telespettatori per quasi quattro ore di durata

Olimpiadi_Cerchi_FerroR439
Immagini di repertorio (Infophoto)

Come era facile aspettarsi, la splendida cerimonia che ah aperto le Olimpiadi di Londra 2012 ha battuto ogni altro programma. Andata in diretta su Rai Uno per la durata di quasi quattro ore, ha tenuto davanti ai teleschermi quasi sei milioni di telespettatori. Un numero meritato perché la cerimonia di apertura è già stata definita se non la più bella una delle più belle di ogni olimpiade. Ovviamente la rete principale di viale Mazzini si è giovata del supporto di questo evento sportivo di grandissimo richiamo a livello mondiale che non potevano non trainare gli ascolti verso l’alto. Molto positivi i riscontri sia del collegamento prima che iniziasse la cerimonia vera e propria e soprattutto la trasmissione della stessa. Ne ha dovuto pagare lo scotto Canale Cinque che con lo spettacolo teatrale comico del duo siciliano Ficarra e Picone, non riesce ad essere nemmeno la seconda rete. Infatti, sul podio troviamo sulla seconda piazza Rai Due con due episodi tra l’altro in replica della serie poliziesca NCIS – Unità Anticrimine ed Italia Uno con il film action Terminator 3 – le macchine ribelli. Dunque su Rai Uno il collegamento precedente la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Londra ha tenuto davanti ai propri teleschermi 5 milioni e 655 mila italiani pari ad uno share del 29,74% mentre la cerimonia vera e propria andata in onda dalle 22,00 in poi ha fatto segnare un ascolto medio di 5 milioni e 531 mila telespettatori per uno share del 42,58%. Come abbiamo detto  sulla piazza d’onore si posiziona l’altra rete Rai e cioè Rai Due con due episodi replica della serie televisiva americana di genere poliziesco NCIS – Unità anticrimine ideata da Donald Bellisario e con Mark Harmon, Pauley Perrette, David McCallum e Michael Weathearly. Il primo episodio, intitolato Il Traditore, ha ottenuto un ascolto medio di 1 milione e 567 mila telespettatori pari ad uno share del 7,84%. Il secondo invece, intitolato Agente di Bordo, ha fatto segnare un audience medio di 1 milione e 537 mila telespettatori pari ad uno share del 7,68%. Sul gradino più basso troviamo Italia Uno con il film fantascienza – poliziesco Terminator 3 – Le Macchine ribelli per la regia di Jonathan Mostow e con Arnold Schwarzenegger, Nick Stahl, Claire Danes, Kristanna Loken e Earl Boen. Terminator 3 ha ottenuto un ascolto medio pari a 1 milione e 316 mila telespettatori pari ad uno share del 6,89%. Come dicevamo male Canale Cinque che ha proposto uno spettacolo comico firmato ed interpretato da Ficarra e Picone intitolato Ma chi ce lo doveva Dire? e capace di attirare l’attenzione davanti allo schermo soltanto di 1 milione e 234 mila telespettatori pari ad uno share del 6,94%. Discreto tutto sommato il seguito ottenuto da Rete Quattro con la proposizione di un episodio della serie tv di genere poliziesco girato in Francia Julie Lescaut con Veronique Genest, Mouss Diouf, Jerome Anger e Renaud Marx. L’episodio intitolato Predatori ha catturato l’attenzione di 807 mila telespettatori pari ad uno share del 4,17%. Su Rai Tre nel contesto del programma televisivo di genere storico La Grande Storia è stato trasmesso il film documentario Si salvi chi può. I conti con il fascismo, ha fatto registrare un ascolto medio di 710 mila telespettatori pari ad uno share del 3,68%. Infine, La7 con la trasmissione del film thriller La donna di paglia per la regia di Basil Dearden e con un cast di primo livello composto tra gli altri da Gina Lollobrigida, Sean Connery, Ralph Richardson e Alexander Knox ha tenuto davanti ai propri teleschermo circa 327 mila italiani per un share dell’1,77%.
Nella fascia oraria Access Prime Time relativi a venerdì 27 luglio 2012 si conferma ancora una vola Rai Uno con l’indovinata trasmissione Techetechetè che ripropone i migliori sketch di determinati artisti sulle reti. Una vera e propria enciclopedia multimediale della storia della televisione italiana dalla quale si riesce ad intuire anche gli usi e costumi nonché le mode di quel determinato periodo. Al secondo posto troviamo Canale Cinque con la trasmissione Veline di Antonio Ricci con la conduzione di Ezio Greggio, con la quale si mette in essere un vero concorso che alla fine decreterà quali saranno le veline per la prossima edizione del fortunato tg satirico Striscia la Notizia. Si conferma terza forza della fascia oraria Rai Tre soprattutto con la soap opera Un posto al sole che ormai da tantissimi anni sta appassionando milioni di telespettatori che la seguono con assiduità. Dunque, Rai Uno con la trasmissione televisiva Techetechetè ha ottenuto un ascolto medio di 3 milioni e 864 mila telespettatori pari ad uno share del 20,97%. Su Canale Cinque il programma Veline di Antonio Ricci condotto da Greggio ha tenuto davanti ai propri teleschermi 3 milioni e 21 mila telespettatori pari ad uno share del 15,75%. Su Rai Tre la storica trasmissione Blob – di tutto di più curata tra gli altri da Enrico Ghezzi e Marco Giusti è riuscita ad ottenere un ascolto medio di 908 mila italiani per uno share del 5,98%. A seguire la sit-com Cotti e Mangiati con Flavio Insinna e Marina Massironi ha fatto segnare un audience di 754 mila telespettatori pari ad uno share del 4,65% ed infine la soap opera Un posto al sole ha conquistato l’attenzione di 1 milione e 655 mila telespettatori pari ad uno share del 9,01%. Su Italia Uno l’episodio della serie televisiva americana CSI: New York con Gary Sinise, Carmine Giovinazzo e Hilla Harper ha fatto segnare un ascolto medio di 1 milione e 250 mila telespettatori pari ad uno share del 6,97%. Su Rete Quattro l’altra serie di genere poliziesco stavolta tedesca Siska ha ottenuto un ascolto medio di 947 mila telespettatori pari ad uno share del 5,25%. Infine, su La7 il consueto appuntamento con l’approfondimento della trasmissione In Onda ha saputo conquistare l’attenzione di 650 mila telespettatori pari ad uno share del 3,48%. 

Per quanto concerne la seconda serata assodato che la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici su Rai Uno rientra nella prima serata, la palma di vincitore spetta a Rai Due con un terzo episodio in replica intitolato Scandali a Washington della serie televisiva NCIS – Unità anticrimine. L’episodio ha ottenuto un ascolto medio di 1 milione e 392 mila telespettatori pari ad uno share dell’8,07%. Su Rai Tre la trasmissione televisiva Lucarelli racconta con la puntata dedicata sulla storia della ndrangheta calabrese ha ottenuto un ascolto medio di 255 mila telespettatori pari ad uno share del 2,85%. Su Italia Uno il film Artic Predator – Terrore tra i ghiacci per la regia di Ronald Garcia e con Louisa Clein ha tenuto davanti ai propri teleschermi 418 mila telespettatori pari ad uno share del 3,76%. Su Rete Quattro il film drammatico La sottile linea rossa del regista Terrence Malick e con Sean Penn, James Caveziel, Nick Nolte e Elias Koteas ha ottenuto un ascolto medio di 209 mila telespettatori pari ad uno share del 2,11%.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori