ASCOLTI TV/ Italia’s Got Talent straccia Tale e quali duetti. 12 gennaio 2013

- La Redazione

Il secondo sabato sera di gennaio ha portato due novità, che in realtà proprio novità non sono, nella programmazione del prime time: Italia’s Got Talent, che ha battuto Tale e quale duetti

Italias_got_talent_giudiciR439
Rudy Zerbi, Maria De Filippi e Gerry Scotti

Il secondo sabato sera di gennaio 2013 ha portato due novità, che in realtà proprio novità non sono, nella programmazione del prime time. Rai Uno, ieri 12 gennaio 2013, ha proposto un nuovo appuntamento con lo show “Tale e quale show” con una puntata dedicata ai duetti; Canale 5 ha trasmesso la prima puntata della quarta edizione di “Italia’s got Talent”. E, siccome “squadra che vince non si cambia”, la rete Mediaset ha pensato bene di riproporre il consolidato team delle scorse edizioni. C’erano, così, alla conduzione Belen Rodriguez e Simone Annicchiarico e come giudici Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi, che hanno superato Carlo Conti con i suoi imitatori famosi. Gli aspiranti talenti di Maria & Company si sono aggiudicati la gara di ascolti con oltre 7,2 milioni di telespettatori. Hanno superato di 2 milioni di telespettatori gli ospiti della puntata speciale del varietà Rai: i dodici concorrenti delle due precedenti edizioni che si sono affrontati con sei imitazioni di altrettanti duetti famosi della musica italiana e internazionale. Artisti del calibro di Fausto Leali, Gigliola Cinquetti, Serena Autieri, Mietta e Jo Di Tonno, vincitori quest’ultimi della serata con l’imitazione di Ornella Vanoni e Gino Paoli, non hanno ottenuto lo stesso gradimento (circa 5,2 milioni di telespettatori) dei “dilettanti”, ma non troppo, di “Italia’s got Talent”. Dopo i due show i telespettatori (oltre 2 milioni) hanno preferito Rai Due che ha trasmesso le serie televisive americane a cui siamo ormai abituati. Il pubblico ha potuto vedere l’episodio inedito “47 secondi” di “Castle”, dove i protagonisti indagavano su un’esplosione avvenuta durante una marcia di protesta, e quello sempre in prima visione Rai di “Body of proof”, dal titolo “Padri e figli” dove si cercava di fare luce sull’omicidio di una coppia di genitori apparentemente normali. Molto al di sotto, invece, la comicità di Italia 1 con la commedia in prima visione “Sansone”, con protagonista un simpatico e bizzarro alano (circa 1 milioni di telespettatori), che ha battuto il nuovo programma di divulgazione scientifica di Rai Tre che ha “conquistato” il terzultimo posto della classifica degli ascolti (con 985.000 telespettatori). “E se domani”, condotto da Massimiliano Ossini che ci ha portato in viaggio per l’Italia per scoprire le eccellenze e le scoperte tecnologiche del nostro Paese, ha battuto, però, il talk show “In Onda” di La 7, condotto da Nicola Porro e Luca Telese (fermo a 923.000 telespettatori). Ultima posizione (con poco più di 700.000 telespettatori) per Rete 4 che ha mandato in onda la quarta puntata della prima stagione della serie “Squadra Antimafia Palermo Oggi”, con Simona Cavallari, Claudio Gioè e Giulia Michelini.

Passando alla seconda serata la trasmissione più gradita è stata quella di Rai Uno e proposta da Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime, “S’è fatta notte”. Secondo posto per il tradizionale appuntamento dedicato al calcio del sabato sera di Rai Due che ha trasmesso “Sabato Sprint”, storico settimanale di approfondimento sportivo della testata. Chiude il podio il film di azione di Italia 1 “Bulletproof”. A seguire i telefilm americani, nel seguente ordine: secondo episodio della prima stagione di “Life” su Rete 4, intitolato “Due di tutto”; primo episodio della serie americana di Rai Tre “Boss”, che racconta le storie di Tom Kane sindaco di Chicago; primo episodio di “Life” su Rete 4, intitolato “Guerra civile”; il secondo episodio di “Boss”. Ultima posizione per “Omnibus Notte” su La7. Continua alla pagina successiva.

Concludiamo con gli ascolti dell’access prime time, la fascia televisiva che si colloca dopo il telegiornale delle 20. Il telegiornale satirico di Antonio Ricci, “Striscia la Notizia” su Canale 5, ha superato i pacchi di Rai Uno e di Max Giusti di “Affari Tuoi”. Terza posizione per Rete 4 che ha trasmesso il telefilm “Walker Texas Ranger”, con protagonista Chuck Norris. Ultima posizione per Rai Tre che ritorna con il programma scritto e interpretato da Andrea Salerno che, ne “La Superstoria 2013”, racconta con satira la realtà italiana. Titolo di questa prima puntata “Italian Reconstruction”. Ora il riepilogo dei dati sugli ascolti.

Ascolti tv, prima serata

Rai Uno, “Tale e quale show – Duetti”, 5.230.000 spettatori e 20.89% di share.

Rai Due, le serie tv “Castle” e “Body of Proof”, rispettivamente 2.276.000 spettatori e 8.34% di share e 2.062.000 spettatori e 7.58% di share.

Rai Tre, “E se domani”, 985.000 spettatori e 3.71% di share.

Canale 5, “Italia’s got talent”, 7.253.000 spettatori e 30.93% di share.

Italia 1, il film “Sansone”, 1.093.000 spettatori e 4.05% di share.

Rete 4, la fiction “Squadra Antimafia Palermo Oggi”, 708.000 spettatori e 2.77% di share.

La 7, il talk show “In onda”, 923.000 spettatori e 3.43% di share. 

Ascolti tv, seconda serata

Rai Uno, “S’è fatta notte”, 1.314.000 spettatori e 9.48% di share.

Rai Due, “Sabato Sprint”, 912.000 spettatori e 4.16% di share.

Rai Tre, due episodi della serie tv “Boss”, rispettivamente 355.000 spettatori e 2.32% di share nel primo episodio; 193.000 spettatori e 2.60% di share nel secondo episodio. 

Italia 1, il film “Bulletproof”, 577.000 spettatori e 3.07% di share.

Rete 4, due episodi della serie tv “Life I”, rispettivamente 345.000 spettatori e 2.01% di share nel primo episodio; 402.000 spettatori e 4.04% di share nel secondo episodio.

La 7, “Omnibus Notte”, 152.000 spettatori e 1.73% di share.

Ascolti tv, access prime time

Rai Uno, “Affari Tuoi”, 5.366.000 spettatori e 20.49% di share. 

Rai Tre, “La Superstoria 2013”, 938.000 spettatori e 3.64% di share.

Canale 5, “Striscia la Notizia”, 5.560.000 spettatori a 21.26% di share.

Rete 4, il telefilm “Walker Texas Ranger”, 1.246.000 spettatori e 4.68% di share.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori