ASCOLTI TV/ Italia’s Got Talent vince anche su I migliori anni. 19 gennaio 2013

- La Redazione

Nell’attesissima battaglia a colpi di share e telespettatori della prima serata di ieri, sabato 19 gennaio 2013, la spunta in maniera piuttosto netta il talent show di Canale 5

Italias_got_talent_giudiciR439
Rudy Zerbi, Maria De Filippi e Gerry Scotti

Nell’attesissima battaglia a colpi di share e telespettatori relativa alla prima serata televisiva di ieri, sabato 19 gennaio 2013, la spunta in maniera piuttosto netta il talent show di Canale 5 “Italia’s Got Talent” che distacca il proprio diretto concorrente, ossia “I migliori anni”, di circa 1 milioni e 600mila contatti. Il programma di Mediaset conferma come il genere talent sia più che mai vivo e soprattutto capace di coinvolgere diversi milioni di telespettatori, con uno share che si è avvicinato sensibilmente all’ottima soglia del 30%. La trasmissione condotta da Belen Rodriguez in coppia con Simone Annichiarico prevede un format per cui i vari concorrenti si esibiscono nel proprio numero sottoponendosi al giudizio di una giuria composta da Gerry Scotti, Maria De Filippi e Rudy Zerbi. Come detto, il grande battuto è Rai Uno con la versione Canzonissima de “I Migliori anni”, ossia una vera e propria gara tra grandi e affermati artisti come Povia e Mietta che si sono esibiti in pezzi storici della musica italiana degli anni ‘60, ’70, ‘80 e ‘90. I dati ottenuti dalla puntata nel complesso non sono senza dubbio negativi, anche perché è stata abbondantemente superata la soglia del 20% di share, ma chiaramente non sono paragonabili a quelli ottenuti da Canale 5. Molto più bassi sono i riscontri ottenuti dagli altri canali, anche se certamente positiva è la performance di Rai Due che proponeva in prima visione televisiva un episodio della serie “Castle – Detective tra le righe” con Stana Katic e Nathan Fillion e un episodio della serie “Body of proof” con Dana Delany e Geoffrey Arend. Entrambi hanno conseguito un ascolto medio ben al di sopra dei due milioni di italiani. Non benissimo la terza puntata della trasmissione di divulgazione scientifica “E se domani” andata in onda su Rai Tre e condotta da Massimiliano Ossini.

Vediamo quindi quali sono stati i dati relativi a questa prima serata di sabato 19 gennaio. Come detto stravince Canale 5 con il talent show “Italia’s Got Talent” che è riuscito a conquistare l’attenzione in media di 6 milioni e 467mila telespettatori, corrispondenti a una percentuale di ascolto del 28,1%. In seconda posizione il varietà di Rai Uno, “I Migliori anni” condotto da Carlo Conti, che ha visto il proprio gradimento da parte del pubblico fermarsi a 4 milioni e 891mila teleutenti, corrispondenti a uno share del 21,13%. Sul gradino più basso del podio c’è Rai Due che ha ottenuto con l’episodio “L’inglese” della serie tv “Castle – Detective tra le righe” un ascolto medio di 2 milioni e 303mila italiani, corrispondenti a uno share dell’8,52% e con l’episodio “Identità” della serie “Body of proof” ha raggiunto un audience medio che in termini assoluti in media è stato di 2 milioni e 217mila per uno share dell’8,25%. Il film di animazione “Alvin superstar 2”, proposto su Italia 1 e diretto da Betty Thomas con le presenze nel cast di Zachay Levi e David Cross, ha saputo interessare 1 milione e 380mila utenti, pari a una percentuale del 5,19% di share. Meno bene Rai Tre con soli 850mila telespettatori e uno share del 3,23% a seguire l’inchiesta scientifica condotta dalla trasmissione “E se domani”, condotta da Massimiliano Ossini, incentrata su delle tracce di arsenico rinvenute nell’acqua pubblica di alcuni centri abitati della regione Lazio. La replica del quinto episodio relativo alla prima stagione della serie italiana “Squadra antimafia – Palermo oggi “ andata in onda su Rete 4 ha saputo conquistare l’attenzione in media di 836mila teleutenti per uno share del 3,34%. Su La7 per la trasmissione di approfondimento “In onda” condotta da Nicola Porro e Luca Telese, l’audience medio è stato di circa 785mila telespettatori per una percentuale di share del 2,95%. 

Nella fascia oraria che precede la prima serata, “Affari tuoi”, mandato in onda come sempre su Rai Uno, stacca nettamente di circa mezzo milioni di telespettatori “Striscia la Notizia” e si aggiudica il primo posto. Questo dato conferma come nei fine settimana sia quasi sempre il programma presentato da Max Giusti ad avere la meglio, mentre nei giorni restanti è il tg satirico presentato da Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti a spuntarla. Dunque, Rai Uno con il gioco televisivo “Affari tuoi” è riuscito a cogliere un seguito medio di 5 milioni e 414mila telespettatori, corrispondente a uno share del 21,09%. Canale 5 con “Striscia la notizia” si ferma a un risultato espresso in termini assoluti di 4 milioni e 895mila italiani, per una percentuale relativa di share del 18,98%. Su Rai Tre, la storica trasmissione “Blob di tutto di più” conferma grosso modo quelli che sono i propri standard, attestandosi a uno share del 5,26% corrispondente a una platea di telespettatori collegati di circa 1 milione e 263mila. Chuck Norris con un episodio della serie “Walkr Texas Ranger” ottiene su Rete 4 un ascolto medio di 1 milione e 219mila appassionati, equiparabili a uno share del 4,62%. 

Nella seconda serata si distingue e si aggiudica la vittoria la trasmissione sportiva “Sabato Sprint” in onda su Rai Due, nella quale sono state mostrate le immagini relative agli anticipi del campionato di Serie A e nel caso specifico Palermo-Lazio e Juventus-Udinese. Il seguito è stato mediamente pari a 1 milione e 340mila italiani per uno share del 6,35%. Bene anche Rai Uno, dove Maurizio Costanzo e Enrico Vaime hanno presentato una nuova puntata di “S’è fatta notte” con ospite Lory Del Santo. La puntata ha saputo appassionare 1 milione e 197mila telespettatori, per uno share del 13,39%. Su Canale 5 l’episodio della serie “Avvocati a New York” ha mantenuto davanti ai propri schermi televisivi 931mila italiani, con una percentuale di share del 12,77%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori