PROGRAMMI TV/ La farfalla granata, Made in Sud, Report. Reti Rai 11 novembre 2013

Questa sera, lunedì 11 novembre, su Rai Uno va in onda il film tv “La farfalla granata”, ispirato alla vita di Gigi Meroni, con Alessandro Roja nel ruolo del calciatore

11.11.2013 - La Redazione
la-farfalla-granata
foto

La programmazione Rai per la prima serata di lunedì 11 novembre vede fiction, intrattenimento, informazione e cinema concorrere alla formazione di una offerta in grado di attrarre una platea molto variegata. Rai Uno, dalle 21.10, manda in onda “La farfalla granata”, il film per la televisione che racconta la tragica vicenda di Gigi Meroni, il fuoriclasse del Torino morto nel 1967 dopo essere stato investito nel pieno centro del capoluogo piemontese da una macchina. La fiction diretta da Paolo Poeti, tratta liberamente da un romanzo di Nando Della Chiesa, punta sull’aspetto umano di quello che fu il grande anticonformista del calcio italiano. Con un occhio di riguardo alla storia d’amore tra Meroni, interpretato da Alessandro Roja, e la compagna Cristiane, il cui ruolo è ricoperto da Alexandra Dinu, sullo sfondo dei grandi sconvolgimenti dell’epoca, di cui proprio Meroni era una testimonianza, con la sua capacità di scandalizzare i benpensanti e di immergersi nei mutamenti che di li a poco sarebbero sfociati nel ’68. Tra gli altri interpreti vanno ricordati Francesco Pannofino, Caterina Vertova, Luca Ferrante e Roberto Accornero.

Rai Due, sempre dalle 21.10. offre invece “Made in Sud”, programma che ha saputo conquistarsi uno spazio di rilievo puntando sulla comicità di stampo meridionale di una serie di artisti che proprio nella realtà della parte inferiore dello stivale traggono la propria linfa, in particolare in quel teatro Tam che è una fucina storica operante ormai da tempo a Napoli. Il programma è condotto da Fatima Trotta, Gigi e Ross ed Elisabetta Gregoraci. Informazione per Rai Tre, ove dalle 21.05 va in onda “Report”, condotto come al solito da Milena Gabbanelli, con le consuete inchieste affidate a reporter freelance i quali riescono a dare vita ad una finestra informativa di grande rilievo e in grado di tenere desta l’attenzione su problemi reali del nostro paese, senza perdersi nelle troppe chiacchiere che sembrano ormai diventate consuetudine nei talk show riguardanti la politica.

Rai 4 propone a sua volta un film coreano, “A dirty carnival”, dalle 21.13. Si tratta di una pellicola drammatica del 2006, diretta da Yoo Ha, che vede protagonista un piccolo malavitoso seguito mentre cerca di ritagliarsi una posizione di rilievo all’interno della criminalità organizzata. Un film il quale guarda a registi come Scorsese e ai suoi film sui gangster, che hanno creato una vera e propria scuola non solo negli Stati Uniti.

Punta il suo obiettivo sui nuovi linguaggi televisivi Rai 5, ove dalle 21.17 va in onda “Tv talk”. Come ampiamente spiegato dal titolo del programma, si tratta di un talk show condotto da Massimo Bernardini, che ne è anche uno degli autori, il quale vede confrontarsi studenti, analisti ed esperti di comunicazione sui fatti salienti della settimana televisiva. Il programma ha saputo distinguersi sin dalla sua prima apparizione, nel 2001, con il titolo di Il grande talk, per il modo garbato di analizzare i linguaggi e l’evoluzione del mezzo televisivo nel corso del tempo, senza toni strillati, ma con una tendenza alla riflessione che ha procurato ottime critiche da parte degli addetti ai lavori e premi come quello Regia televisiva ottenuto proprio quest’anno.

Rai Movie, dalle 21.15, trasmette un film del 1971, “Il grande Jake”, diretto da George Sherman, una delle ultime pellicole di rilievo di John Wayne. Il film è ambientato nel 1909, e racconta le vicende di Jacob McCandles, il Big Jake del titolo, un allevatore che è anche un pistolero leggendario, il quale dopo aver abbandonato la famiglia vaga avventurosamente con il fidato scudiero Dog. Quando però il ranch della sua famiglia viene assalito da una banda di fuorilegge, capeggiati da John Fain (interpretato da Richard Boone) e il nipote Jacob Little Jake viene rapito, la sua ex compagna decide di rivolgersi a lui per cercare di sbrogliare la situazione. Un invito che viene accolto da Big Jake il quale rischierà la vita per riportare a casa il nipote. Un ruolo che sembra tagliato su misura per uno dei più grandi attori di ogni epoca, il quale riesce a tirare fuori il suo meglio, dando vita ad una interpretazione indimenticabile.

Chiude la serata dell’emittenza pubblica Rai Premium, che dalle 21.10 propone un nuovo episodio di “Nero Wolfe”, la serie che costituisce un rifacimento di quella storica degli anni ’60 con Tino Buazzelli. In questa occasione, i panni del celebre detective americano sono vestiti da Francesco Pannofino e la location è quella di Roma, dove l’investigatore si trova a risiedere dopo un dissidio con le autorità del suo paese, insieme al fidato assistente Archie Goodwin (Pietro Sermonti). Una Roma molto particolare, ricreata sulla base delle atmosfere noir che sono consuete per gli scritti di Rex Stout, nella quale Nero Wolfe decide di prestare il suo operato al fine di gestire al meglio le sue grandi passioni, la cucina e il giardinaggio, dando vita ad una serie di indagini nelle quali le sue capacità analitiche riescono sempre a trovare il modo di emergere e di risolvere i casi a lui affidati.

Rai Uno ore 21.10 La farfalla granata, film;
Rai Due ore 21.10 Made in sud, spettacolo di intrattenimento;
Rai Tre ore 21.05 Report, approfondimento;
Rai 4 ore 21.13 A dirty carnival, film;
Rai 5 ore 21.17 Tv talk, talk show;
Rai Movie ore 21.15 Il grande Jake, film;
Rai Premium ore 21.10 Nero Wolfe, serie tv.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori