ASCOLTI TV/ La principessa Sissi batte Panariello e Django. 29 giugno 2013

- La Redazione

Ieri sera, sabato 29 giugno, su Rai Uno il classico La Principessa Sissi con Romy Schneider ha conquistato 3.249.000 spettatori pari al 17.04% di share

telecomando_R439
InfoPhoto

Un grande successo di pubblico ha consentito a Rai Uno di imporsi nella prima serata di sabato 29 giugno trasmettendo una classico senza tempo come il film di genere biografico e storico La Principessa Sissi, per la regia di Ernst Marischtka e con Romy Schneider, Karlheinz Bohm, Magda Schneider e Uta Franz. Si trattava di una replica ma che aveva un qualcosa più dato dal fatto che era la prima volta che veniva messa in onda nella versione recentemente restaurata. Bene anche Canale 5 che con la replica dello spettacolo Panariello non esiste, naturalmente con grande mattatore della serata il comico toscano Giorgio Panariello, ha tutto sommato tenuto botta all’avversario proposto da Rai Uno. Decisamente meglio delle attese Rai Due con il film thriller Il doppio volto della paura, per la regia di Hannelle Culpepper e con Charisma Carpenter, Christa Allen e Ben Milliken. Davvero buoni sono stati anche i seguiti televisivi ottenuti rispettivamente dal film Alla Ricerca dell’isola di Nim con Jodie Foster, Abigail Breslin e Gerard Butler e Rai Tre con il vecchio ma sempre valido film western Django per la regia di Sergio Corbucci e con il grande Franco Nero proposto su Rai Tre. Dunque, dall’analisi dei dati auditel relativi alla prima serata di sabato 29 giugno, emerge la vittoria di Rai Uno con il film biografico La Principessa Sissi che ha saputo conquistare l’appassionata attenzione da parte di 3 milioni e 249 mila telespettatori che in termini relativi possono essere rappresentati con una percentuale di ascolto del 17,04%. La medaglia d’argento viene invece conquistata da Canale 5 con lo spettacolo Panariello non esiste con Giorgio Panariello, conquistando una fetta di pubblico pari in termini assoluti a 2 milioni e 139 mila individui collegati che in termini percentuali sono pari all’11,93%. Gradino più basso del podio per Rai Due con il film thriller Il doppio volto della paura con Charisma Carpenter, capace di tenere incollati davanti ai propri apparecchi televisivi un pubblico mediamente composto da 1 milione e 992 mila teleascoltatori per una percentuale di share del 10,01%. Medaglia di legno per Italia 1 con il film Alla ricerca dell’isola di Nim, che ha fatto registrare un seguito medio pari a 1 milione e 779 mila teleutenti per uno share del 9,1%. Su Rai Tre lo storico film western Django con Franco Nero che ha conquistato il consenso televisivo di 1 milione e 505 mila teleabbonati con uno share del 7,57%. Su Rete 4 il film azione Senza Tregua con Jean Claude Van Damme, è stato visto da un pubblico formato da 1 milione e 227 mila unità comparabili in termini relativi ad uno share del 6,4%. Su La7, il programma di approfondimento dei principali temi economici e politici della settimana In onda, condotto dai giornalisti Luca Telese e Nicola Porro, ha ottenuto un audience medio di 731 mila italiani collegati con uno share del 3,74%.

Nella seconda serata, invece, si impone alla grande Rai Due con un appuntamento speciale della serie di genere poliziesco Criminal Minds, intitolato Criminal Mind: Suspetc Benaviour e per mezzo del quale è stato possibile sopravanzare Canale 5 che presentava lo spettacolo Panariello, le battute che… con grande protagonista Giorgio Panariello. A completare il podio arriva la straordinaria performance ottenuta dalla trasmissione Un giorno in pretura, proposta da Rai Tre. Un ottimo risultato enfatizzato anche dal fatto che sia andato in onda quasi a mezzanotte. Dunque, il primo posto è stato ottenuto da Rai Due con l’episodio speciale Criminale Minds: Suspect Behaviour, che ha saputo conquistare l’attenzione di 1 milione e 635 mila appassionati con share del 9,38%. Il secondo posto è di Canale 5 con lo spettacolo Panariello, le battute che… con Giorgio Panariello, e che ha appassionato un pubblico mediamente formato da 1 milione e 242 mila teleabbonati comparabili con una fetta di share dell’11,69%. Il terzo posto è di Rai Tre con la puntata della trasmissione Un giorno in pretura, che ha fatto registrare un audience medio di 1 milione e 77 mila teleutenti con share dell’8,61%. Su Rai Due il primo episodio della serie No ordinary family, è stato%. visto da 808 mila teleabbonati equiparabili in termini relativi con uno share de,l 6,03% mentre il secondo episodio proposto è stato seguito da circa 690 mila italiani per uno share dell’8,18%. Su Rai Uno il programma Il premio Biagio Agnes, ha appassionato circa 688 mila teleascoltatori comparabili con una percentuale di ascolto del 8,00%. Su Rete 4 il film thriller L’uomo nel mirino, per la regia e l’interpretazione di Clint Eastwood, ha saputo suscitare il consenso e l’attenzione di un pubblico formato da 648 mila italiani rappresentabili in termini relativi con una fetta di share del 7,5%. Infine, su La7 il film thriller Verdetto finale ha ottenuto un ascolto medio di 208 mila italiani per una percentuale di ascolto del 2,56%. 

Nella fascia televisiva definita access prime time, la battaglia a suon di teleascoltatori è stata vinta da Rai Uno con la trasmissione Techetechetè, sopravanzando Canale 5 che invece proponeva una nuova puntata di Paperissima sprint con Vittorio Brumotti e Giorgia Palmas. Dunque, il primo posto di Rai Uno con la trasmissione Techetechetè è stato ottenuto grazie ad un seguito di 3 milioni e 697 mila teleabbonati per una percentuale di share del 19,11%. Su Canale 5 la puntata di Paperissima Sprint ha ottenuto un audience medio di 3 milioni e 58 mila italiani collegati con share del 15,83%. Su Rete 4 l’episodio della soap Tempesta d’amore, ha ottenuto un ascolto medio da parte di 1 milione e 206 mila teleascoltatori con share del 6,41%. Su Rai Tre la trasmissione Blob – Di tutto di più, ha visto un seguito mediamente pari a 909 mila teleabbonati collegati con share del 5,54%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori