ASCOLTI TV/ Vince “Quasi Amici”. 28 febbraio 2014

- La Redazione

Gli ascolti tv di ieri, venerdì 28 febbraio 2014, hanno visto vincere la prima serata il film ‘Quasi amici’, non sfonda quindi la prima puntata dello show di Enrico Brignano

telecomando_R439
InfoPhoto

La serata di ieri ha vissuto sul confronto tra l’esordio de “Il meglio d’Italia” e la pellicola francese “Quasi Amici”, uno dei successi cinematografici degli ultimi anni. Ebbene, ad uscire vincitore dal confronto è stato il film girato dal duo Olivier Nakache – Éric Toledano, grazie al quale Canale 5 ha vinto il confronto con Rai Uno: la prima rete Rai, che si è affidata ad Enrico Brignano e alla prima puntata del suo nuovo programma, è uscita infatti sconfitta, seppur di poco.Il “prime time” ha registrato anche l’ottima performance delle altre due reti Mediaset. Italia Uno è infatti risultata la terza rete più vista in questa fascia oraria, grazie ad un episodio in prima visione di “Arrow”, mentre Rete 4, che ha trasmesso “Quarto Grado”, ha anch’essa ottenuto ottimi riscontri, riuscendo a mettersi dietro la seconda e la terza rete della tv pubblica.
Fatta questa veloce sintesi dei vincitori e vinti della prima serata di ieri, vediamo ora in dettaglio il numero di telespettatori e le percentuali di share ottenute dai programmi in onda in questa fascia oraria.
Come detto, a festeggiare è Canale 5, che con la messa in onda in prima visione di “Quasi Amici – Intouchables” ha convinto 5 milioni e 642 mila cinefili e ha ottenuto un ottimo 22,13% di share.La vittoria su “Il meglio d’Italia”, in onda su Rai Uno, è stata abbastanza netta. Enrico Brignano si è infatti accaparrato 4 milioni e 953 mila telespettatori, per uno share del 20,1%.Boom, come anticipato, per Italia Uno. La nuova puntata del telefilm Usa “Arrow” ha infatti incollato davanti alla tv 2 milioni e 292 mila appassionati e ha fatto toccare alla rete uno share del 7,98%. Quinto posto, nella graduatoria dei programmi più visti, per la nuova puntata di “The tomorrow people”, andato in onda subito dopo: 1 milione e 657 mila telespettatori e uno share del 6,1% il risultato, anche questo molto positivo, per questo telefilm di cui la rete ci sta facendo vedere le puntate della prima stagione.Tra le due serie tv si è inserito “Quarto Grado”, che ha fatto sintonizzare sulla terza rete Mediaset 1 milione e 730 mila italiani, consentendo a Rete 4 di toccare un ottimo 7,48% di share.Per quanto riguarda la Rai, per la quale quella di ieri non è sicuramente stata una delle migliori serate in termini di ascolti, Rai Tre ha vinto, seppur di poco, il confronto con Rai Due. 1 milione e 137 mila telespettatori, per uno share del 4,31%, il risultato ottenuto dall’esordio della nuova stagione di “Amore Criminale”. Un risultato, questo, leggermente migliore di quello ottenuto da “Virus, il contagio delle idee”, in onda sulla seconda rete pubblica. Il talk-show dedicato alla politica e alle grandi questioni sociali del nostro paese è stato infatti segutio da 1 milione e 91 telespettatori, raggiungendo il 4,3% di share.Fanalino di coda sono “Le invasioni barbariche” che ha portato in dote a La 7 763 mila telespettatori ed uno share del 3,5%.
Visti questi dati, la domanda è se la Rai si sia rifatta o meno nella seconda serata: la risposta è positiva, almeno per quanto riguarda Rai Uno.
Il programma vincitore in questa fascia oraria è stato infatti “Tv7”, grazie al quale la rete ammiraglia si è aggiudicata 1 milione e 9 telespettatori ed uno share del 10,96%.Italia Uno ha portato a casa un altro ottimo risultato, dopo quello ottenuto in “prime time”: le due puntate di “Revolution”, altra serie tv Usa, sono state infatti seguite, in media, da 959 mila telespettatori, ottenendo uno share complessivo del 6,26%.Canale 5 si è accaparrata invece un 10,37% di share e 928 mila italiani sintonizzati su “Matrix”, storico programma delle rete.A seguire troviamo Rai Tre, che con “Superstoria 2014” è riuscita a conquistare l’interesse di 468 mila telespettatori ed uno share del 2,81% e Rete 4, che con la pellicola “Son de Mar” si è portata a casa un ottimo 7,87% di share e 461 mila telespettatori, confermando come Bigas Luna sia un regista molto apprezzato nel nostro paese.In fondo al gruppo, per usare un termine del mondo sportivo, troviamo “Obiettivo Pianeta” e “Tg La7 Night Desk”. Roberto Giacobbo ha portato in dote a Rai Due 275 mila telespettatori ed uno share del 3,06%, mentre il contenitore d’informazione della rete di Cairo è stato seguito da 141 mila persone, per uno share del 2,19%.

Ora non ci resta che scoprire chi ha vinto la gara degli ascolti relativamente all’ “access prime time”.
Ebbene: Rai Uno vince ancora, ma ha rischiato seriamente di subire il sorpasso da parte di Canale 5. Questo, in sintesi, il risultato di ieri.5 milioni e 875 mila appassionati e uno share del 20,9% sono stati i risultati colti ieri da Rai Uno con “Affari Tuoi”.La prima rete Mediaset ha portato a casa un numero di telespettatori pari a 5 milioni e 711 mila e un 20,21% di share: la nuova puntata di “Striscia la Notizia” ha quindi ottenuto un riscontro di pubblico che fa sperare in un prossimo sorpasso nei confronti di Rai Uno.Nel “campionato degli ascolti degli altri”, considerando che in questa fascia oraria Rai Uno e Canale 5 si dividono da tempo le prime due posizioni, l’ha spuntata Rai Tre, che grazie ad una puntata di “Un posto al sole” ha avuto la meglio sulla concorrenza. Sulla terza rete pubblica si sono sintonizzati 1 milione e 830 mila italiani, per uno share del 6,7%.Subito dietro si posiziona La 7, che con “Otto e mezzo” si è presa una fetta di pubblico televisivo pari a 1 milione e 738 mila unità ed un 6,22% di share.Quindi troviamo Italia Uno con una replica di “CSI: Scena del crimine”: 1 milione e 387 mila telespettatori e un 5,07% di share l’esito dell'”access prime time” per la seconda rete Mediaset.
E in fondo al gruppo chi troviamo? Rete 4, la quale però sicuramente non può essere delusa dal risultato raggiunto: 1 milione e 351 mila affezionati, per uno share del 4,83%, sono un gran risultato per la soap “Tempesta d’amore”, che si conferma un punto di forza della rete.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori